Acqua & Mare
Il Blog di OrkaLoca

Di cavoli e carciofi

by orkaloca December 2 orka in cucina

Nell'alimentazione di ogni famiglia, mi sa, ci sono le mode.
Si quei 4 piatti che compongono il 70% se non oltre dei pasti, quelli che sono semplici, veloci, collaudati e quando non si ha voglia o tempo per pensare sono loro quelli che finiscono in tavola.
Come tutte le mode sono transitori anche loro, così un piatto fatto un giorno si e uno pure può cadere in disgrazia nel dimenticatoio in tempo lampo se un altro piatto diventa di moda.

Esempio pratico... all'epoca che ero bambina nonna si convinse che a me piaceva solo il filetto. Così ci fu il periodo del filetto selvaggio.
Peccato che questo dovette cedere il passo all'arrivo della moda dello spinacio, sai che gioia.
Comunque nulla a confronto del tragicissimo periodo in cui nonna si diede felicemente (lei io mica tanto) alle... CERVELLA FRITTE!

Poi arrivò la BSE a salvarci tutti quanti dal delirio cervellaro.

La piccola famiglia Orka-Lone non fa eccezione.
Abbiamo cibi che consumiamo, e sempre quelli, e cibi che non compriamo mai perchè mai provati o magari provati una volta, non piaciuti e archiviati nella categoria "non fa per me".
Così una dieta può anche essere equilibrata, ma certo non varia.
Per dire di verdura finisci per comprare sempre e solo patate e coste o poco più.

Ed è stato a seguito di questa riflessione che alla fine abbiamo deciso di azzardare, metterci in gioco e iscriverci ad uno di quei servizi di consegna frutta e verdura. Nel nostro caso Cortilia.

Funziona che paghiamo un fisso a consegna e ogni due settimane ci portano una cassetta mista di frutta/verdura di stagione, provenienti dalle cascine convenzionate qui in zona.
La cosa divertente è che non siamo noi a scegliere il contenuto della cassetta. Possiamo sapere quello che è previsto ci sia ma non possiamo fare ordinazioni. Se qualcosa non ci piace possiamo cambiare massimo due cose, ma non decidiamo con cosa cambiarlo.

Perchè questa scelta? Uno potrebbe dire subito "risparmi" ma in realtà non è così. A conti fatti spendiamo tal quale che al supermercato. E' per altri motiiv che ci piace questa cosa.

- E' una scelta a Km0. Poichè le ceste vengono dalle aziende locali abbiamo frutta e verdura a km quasi-0
- E' comodo perchè ti portano loro a casa questa cassetta di 6-7kg di cose e non te le devi andare a prendere tu. E non devi nemmeno pensarci
- E' una sfida e un modo di mettersi in gioco

Ecco sopratutto questo ultimo punto. Perchè ti arrivano cose che altrimenti non avresti mai comprato, e ti tocca di metterti in gioco per trovare un modo di cucinarle, e magari scopri che il radicchio rosso che hai sempre schifato, se cucinato in un modo diverso ti piace pure. O scopri che il cavolo nero non è a forma di cavolo... e come cavolo lo cucino? boh chiediamolo a google.
Magari stasera scoprirò pure che posso cucinare in modo buono anche i 4 carciofi che mi sono arrivati (e che mai avrei comprato)

E' in definitiva un modo come un altro per introdurre un po' di varietà nella dieta, e senza nemmeno spremere troppo i neuroni nel fare la lista della spesa :)

E ora vi saluto, devo andare a scolare il cavolo e a metter su le coste :) 


tagz:
Comments are closed