Acqua & Mare
Il Blog di OrkaLoca

Il grande giudice


(ci sono post nuovi sotto a questo, che rimarrà primo fino al 13 ^_^)

E dopo il sabato godereccio ecco arrivata la tanto attesa domenica, attesa perchè non vedevo l'ora di andar in fiera, di vedere i quilt del concorso "siete pronte a peccare" (più di 80 quilt!), e di assistere alla premiazione.

Ma andiamo per ordine... i ragazzi di DireFareQuiltare hanno organizzato, in collaborazione con la QuiltItalia, Bernina, Alexandra editrice e altri sponsor, il concorso nazionale "siete pronte a peccare?" a tema, indovina un po', peccati capitali.
Il lavoro doveva aver le misure prestabilite di 15x150cm e ad ogni peccato era stata assegnata una serie di colori che andavan rispettati. Si poteva scegliere il peccato o chiedere una attribuzione casuale.
Io chiesi il peccato a caso e mi arrivò il kit di stoffe per ... la superbia! Colori dominanti blu e viola. non vi nascondo la mia gioia.

E allora via col brainstorming per trovare l'idea... anzitutto ho deciso che avrei fatto una scena unica, non un insieme di 10 piastrelle 15x15, poi ho escluso a priori tutte le idee classiche correlate alla superbia, pavoni, piume e compagnia bella.
Dopo un pensa e ripensa, chiedendomi cosa sia la superbia e chi sia il superbo, ecco che mi rispondo che il superbo è colui che giudica (ok lo ammetto ho fatto anche considerazioni teosofiche religiose ma ve le risparmio :p).
E quindi ho deciso di rappresentare il superbo ma facendo si che l'osservatore sia al contempo l'oggetto della superbia.

Una volta avuta l'idea però arriva il secondo problema: come renderla e realizzarla?
Per questo ho passato un bel po' di tempo a studiarmi l'effetto prospettico per far si di mettere il mio giudice in alto rispetto al'osservatore, e a studiarmi le luci e ombre per far si che, in qualsiasi punto sia l'osservatore, il dito giudicante indichi proprio lui.
In pratica ho ricreato l'effetto del dito che ti "segue" se cammini davanti al quilt. :)
Per la fisicità e la muscolatura invece ho usato un atlante di anatomia che ho nella mia libreria da che ero meno che ragazzina e che mi è stato utile in ogni fase della mia vita... dalle medie al liceo, all'università, e perfino ora :)

Ecco come è nato il mio "il grande giudice", lavoro che mi è valso la vittoria del 3° premio al concorso :) e ora ve lo presento:

Vorrei farvi vedere una foto della premiazione, ma la realtà è che non ne ho perchè ho lasciato la macchina fotografica a Lone, ma lui con la mia macchinetta ci litiga, così l'unica immagine a fuoco è anche la meno significativa. Sigh :(
Anche senza foto comunque son soddisfazioni che restano in mente! :) Anche perchè stavolta ai premiati è stata data possibilità di parlare, e dire due parole sul proprio lavoro. Bello bellissimo *_*

E ora? Ora avanti il prossimo! ^_* Stavolta ci sarà da ridere, si lavora in seta!


tagz:

L'aldilà dei pesci


Ieri c'è stato il Quilting Day lombardo a Monza, al Collegio Guastalla, e io, ancora novella dell'ambiente, ci son andata.
E' stata una giornata stancante ma bella, si è cucito, chiacchierato, ben mangiato, assistito a dimostrazioni e perfino... cantato!

In contemporanea al QD,e per tutta la settimana precedente, al collegio, è stata allestitia una mostra di quilt a tema "tra fantasia e realtà" e chi voleva poteva inviare il suo lavoro. Niente giurie, solo un voto popolare.
E io potevo farmi scappare l'occasione? GIAMMAI! Ma cosa fare?
Ho escluso a priori tutta la plettora di creature più o meno mitologiche e fantastiche, troppo scontate dai ^_*
Poi l'epifania m'è giunta mentre friggevo dei finticini (come i sofficini, ma di sottomarca del supermercato :p)... chissà come mi è venuto di pensare ai pesci volanti. I pesci volanti esistono, non volano però, in realtà fanno solo dei lunghissimi salti fuori dall'acqua. Saltan a pelo d'acqua e riescono ad uscite in un punto e rientrare in acqua 50/60mt più in là. Non han nulla dimagico, sfruttano delle materialissime leggi fisiche, ma vederli far questa cosa lascia incantati.
E allora ho pensato che magari i pesci volanti nel loro paradiso volan davvero e han davvero le ali. Come le farfalle.

Trovato il soggetto è stata la volta della tecnica. Come farlo? Beh, c'era una cosa che mi frullava in testa da un po', e così ho giocato. Ho realizzato il lavoro su un singolo pezzo di cotone nero, componendo il disegno col solo trapunto, utilizzando fili di cotone e fili metallizzati.

Nel mio aldilà dei pesci i pesci saltan fuori dall'acqua, dotati di bellissime ali, e finalmente svolazzano felici, insieme gli altri pesci volanti.

Ecco a voi allora "l'aldilà dei pesci (volanti)"

dettaglio:

Devo dire che è stato molto apprezzato da chi l'ha notato. Peccato che l'abbian notato in pochi perchè la mostra è stata allestita in un salone con illuminazine non proprio ottimale, e ovviamente un quilt prevalentemente nero muore.
Pensate che i pesci di sfondo, che con una bella illuminazione si vedono benissimo, li eran praticamente invisibili. Ma pazienza, ho ricevto comunque mille complimenti per i trapunto :) e cio mi rende molto felice.

E nemmeno questo lavoretto è tornato a casa con me. Andrà in esposizione anche lui a bergamo, credo allo stand della quilt-italia. Così a bergamo avrò 3 lavori: questo, quello del concorso "foglie funghi e frutti di bosco" e quello del concorso "siete pronte a peccare?"

Comunque ieri la cosa più buffa è stata che tutte quelle a cui venivo presentata, che eran curiose di sapere chi fosse questa sconosciuta vincitrice di Rossano e Mantova, mi dicevano "ah ma sei così giovane???"

ghgh


tagz:

in barba alle poste!

by orkaloca October 1 io me * soddisfazioni

Le poste e l'efficienza han litigato tanto tempo fa. Poi si sa, han dichiarato guerra anche alla cortesia, alla gentilezza, agli sportellisti preparati e in ultimo anche ai prezzo abbordabili.

Quando mi son ritrovata a spedire un paccocelere3 ed a pagare 11.40€ invece dei soliti 9.10€ mi son girate un pochetto a elica, così mi son attivata per cercare un modo alternativo.
Ma l'alternativa alla fine son solo i corrieri, che costano ancora tanto per un privato... finchè...

Finchè non son incappata nel sito www.spedire.com
E' un sito che offre un servizio di spedizione in 24 ore, appoggiandosi a corrieri noti (TNT) e facendo prezzi più bassi delle poste!

E allora mi son detta "devo provare" e l'occasione è capitata l'altroieri.
Ho fatto il pacco col lavoro che ho fatto per il concorso di bergamo, l'ho misurato e pesato.
I passi successivi son facili: si va sul sito, si fa la procedura per la prenotazione del corriere, con misure del pacco e destinazione, si paga.
In pochi secondi mi è arrivata la mail coi documenti da stampare, uno da dare a mano al corriere, l'altro da appiccicare sulla scatola.
Questo il 29 sera. Il 30 pomeriggio è arrivato il corriere e si è preso il pacco.
Ora mi è appena arrivato uno sms "siamo lieti di informarla che il suo pacco è stato recapitato".

In definitiva ho potuto spedire un pacco spendendo 13€, contro i 16€ che mi avrebbero chiesto le poste a parità di servizio (paccocelere1) e:
- non mi sono mossa da casa
- non ho fatto file nè ho dovuto aver a che fare con sportellisti ottusi
- ho potuto tracciare il pacco
- il pacco è arrivato davvero in 24 ore

Ovviamente prima di lanciarmi avevo fatto le mie ricerche, e chi aveva gia usato questo servizio si diceva molto soddisfatto. Io confermo l'opinione.

Certo se dovete spedire lettere non conviene (il prezzo minimo è 9€) ma per spedire pacchetti, swap, regalucci eccetera conviene. Conviene anche per spedizioni che potreste spedire come raccomandata1 ma pesano più di 250gr. :)

Care le mie poste, mò non mi beccate più! :p


tagz:

Foto gorgonesche


E poi giuro che la pianto :p

Ecco la gorgonica gorgone:

Anzitutto una foto un po' di sghimbescio così si vede meglio la puffosità dei viperini capelli (han lo stesso umore dei miei capelli la mattina :p).
Notate l'occhio stupido e la lingua penzola? :)

Ed eccolo qua il SerBiss più anarchico che se ne va per i fatti suoi.
La stoffa di partenza era verde, le scagliette verde scuro le ho fatte io usando una placca da embossing della fiskars e dei vecchissimi (non scherzo han più anni di me) pastelli a cera.
La linguetta è applicata sotto al muso perchè è stata un'aggiunta non pianificata dell'ultimo minuto, e era oramai troppo tardi per riaprire le cuciture e inserire per benino le linguette.

Ed ecco un dettaglio dello sguardo incazzoso, con tanto di lingua bavosa e dente marcio :p

Qui sotto invece il momento della premiazione.
Non sapevo cosa fare, dove guardare, da che parte girarmi, ed ero pure nervosa! Ecco!
Potete vedere sullo sfondo i quiltini appesi. Il secondo premio è stato vinto da quello in diagonale rispetto al mio (basso-sinistra) mentre il primo premio (a mio avviso meritatissimo) è stato vinto dall'astratto sotto il mio. Il quarto premio invece dal quiltino, che però si vede solo a metà nascosto dietro il mio braccio destro.

La cosa bella è stata che la giuria ha compilato delle schedeper ogni lavoro, così ognuna ha il suo giudizio e la motivazione per cui è stato premiato o no il lavoro.
La mia pagella diceva:
Buono per: rispetto del tema, originalità contenuto, struttura composizione e colore, assemblaggio, trapuntatura, bordi.
Eccellente per: impatto visivo ed emotivo, applique progettazione ed esecuzione.
Il commento è stato: "Il soggetto viene reso con grande forza espressiva e con rilevanza plastica che ne accentua l'impatto visivo. La tecnica usata evidenzia una buona maestria ed una vivace creatività.

AOH SO' VIVACE!

Ed ecco il contenuto del magico cesto... imbottitura, stoffe a volontà, attrezzini vari, tela cerata, modelli, e pure l'angelina fiber che casca a fagiolo :)

Ecco ora giuro non vi stresso più... fino al prossimo premio AHAH (me modesta :p)


tagz:

La trilogia mantovana


Venerdi:
Lei "la premiazione è domenica, venite tutte mi raccomando"
Io "senti, io vengo da milano, non vorrei far due ore d'auto per nulla..."
Lei "allora domenica mattina, quando la giuria ha giudicato, se vinci qualcosa ti chiamo per dirti di venire"

Sabato sera:
DRIIIINNNN
Io "si?"
Lei "ciao! ti chiamo per dirti che è il caso che t'organizzi per venire a mantova.Non ti dico altro"

Che ve lo dico a fare, ghigno stampato e non ho dormito una cippa, pregando che fosse la macchina per cucire strafiga, ma ancor più che non fosse la stirella. :p

Domenica sera, dopo una giornata mercatinesca e una corsa a mantova:
"Per il terzo premio the winner is.... Orkaloca col suo 'la gorgone invidiosa' ! "

E così non avrò preso la macchina, ma nemmeno la stirella :p Invece son tornata a casa con un bellissimo cesto pieno zeppo di stoffe, modelli, e altre cosine stuzzichevoli. :)))

Me feliceeee

PS:

non potevo aspettare domani :p così vi metto al volo una foto del lavoro. E' una foto datta col cellulare in condizioni luce non ottimali, quindi non è il massimo, ma accontentatevi per ora. ^_* Domani spero qualcosa di meglio, se la macchina fotografica ha fatto il suo dovere. 


tagz:

la leggerezza dell'essere

by orkaloca September 17 io me * soddisfazioni

Quella sensazione che provo ogni volta che finisco un lavoro impegnativo.

Stamane ho terminato il lavoro per la mostra che si terrà al collegio guastalla di monza, dal 27 settembre al 3 ottobre. Terminato praticamente all'ultimo momento, come sempre, l'ho imbustato e via in posta a spedirlo.

Tornata a casa mi son guardata attorno... la cucina da sistemare... il pavimento da pulire... il monte roba da spianare...
Ho tirato un sospiro di sollievo e mi son sentita bene.
Sollevata, libera, leggera.
Il lavoro era finito, partito, ora non è più faccenda mia e la mia testa si è trovata improvvisamente svuotata di ogni contenuto.

Badate, non che non abbia da fare, a fine mese c'è la scadenza per un'altra mostra, e poi c'è il supermegalavoro che sto facendo e non posso farvi vedere, poi due tutorial da fare, e un po' di cose pesciolose da metter assieme per la giornata al parco ittico... però oggi, solo per oggi, ho deciso... oggi cervello in ferie, si sfacchina e basta.

E' liberatorio, quasi quanto riordinare la scrivania dopo un progetto finito, quanto metter via i libri e gli appunti dopo aver superato un esame (o meglio ancora bruciarli in spiaggia... si lo ammetto, una volta l'ho fatto! :p )

Così ho gia stirato un bel po', ora vado a continuare, ma prima mi faccio un the, così perchè mi va, anche se è presto.

Stasera pulirò casa. Con calma. C'è tempo.
Che oggi è la mia giornata di leggerezza mentale :) 


tagz:

vendetta tremenda vendetta

by orkaloca August 15 io me * soddisfazioni * parentado

Dopo un'infanzia passata a sorbirmi i "filmini del viaggio" di questo o quell'amico di nonna...
Dopo un'adolescenza passata a tritarmi i sentimenti davanti alle foto delle vacanze di nonna...
Dopo una vita passata con nonna che a ogni costo voleva farmi foto naturali (però un po' più a destra, no gira la testa, sorridi, di più, di meno, di mezzo)...

Finalmente l'ora della vendetta è giunta, ed oggi ho propinato a nonna TUTTE le foto dell'inghilterra. Tutte 1558!
Con spiegazione per ognuna.
Anche le doppie.
Anche le storte.
E pure le sfuocate!!!!

E non posso descrivere il mio livello di godimento quando lei ha capitolato "beh dai ora vado, così riposate, magari finiamo di vederle la prossima volta" e io implacabile ho potuto rispondere "no nonna, non ci sarà una prossima volta, non avrò altrettanta voglia... e poi sono ancora poche!" (e non eravamo nemmeno alla fine di Londra ahah)

Ohhh si la vendetta si serve fredda eheh :p


tagz:

Veni, cuci, vici


Ebbene ora che è ufficiale posso dirvelo.... finalmente! ^___^

Vi ricordate a giugno? Che stavo cucendo una cosa, che era per il concorso quilt di Rossano, ma non potevo dirvi nulla di più?
E vi ricordate che pochi giorni fa ho ricevuto una telefonata di cui non potevo dirvi nulla di più?

Ecco finalmente possi dirvi tutto :)

Il lavoro che ho presentato per il concorso di Rossano si intitola ORKA VORTEX, e ha vinto il SECONDO PREMIO nella categoria moderno

Il tema del concorso era "raccontami il tuo sogno" e i miei sogni son sempre popolati da orche, gli altri di norma son incubi.
Le orche fan parte di me e, dato che nei sogni si esprime l'essenza di una persona, nel mio quilt c'è letteralmente l'essenza di me.

Ci sono i blu e i viola, per l'esattezza 9 sfumature di blu, da scuro a chiaro, e 9 sfumature di viola, da scuro a chiaro, per un totale di 18 bagni di tintura fatti a mano!
E il blu ed il viola lo sapete bene sono i miei colori favoriti. E vorticano, come nei migliori sogni, grazie alla lavorazione che è quella di un bargello a spirale.
Ovviamente ci sono le orche, dipinte e con le pinne 3D, orche che saltano, giocano, girano.

Poi c'è il trapunto... penne di pavone, suggerite da Lone, che in effetti ben rappresentano il mio carattere (incazzoso, bello, superbo, orgoglione), fiori perchè in fondo sono pure femmina romantica, ghirigori e piumine per completare il tutto.

 


(foto del retro fatta durante la lavorazione)

Il lavoro in se mi ha lasciata tremendamente soddisfatta, ma scoprire di esser pure vincitrice vi lascio immaginare che gioia sia stata!

La telefonata di pochi giorni fa veniva proprio da Rossano, la responsabile del concorso mi chiedeva di andare per la premiazione, ma avevo tutti i casini del parco che vi ho detto, e tra me e Rossano c'è solo tutta l'italia, che volete che sia. Mi è spiaciuto molto non poter andare, ma mi rifarò.
Si perchè il lavoro ora non torna a me ma va in mostra prima a Tolmezzo, a settembre, e poi a Cervia nell'ambito del quilting weekend nazionale.
E io che al weekend non avevo più che tanta intenzione di andare, indovinate un po', ora son iscritta ahah.

Permettetemi di gongolare, parto per le vacanze davvero felice :)


tagz:

Blu


Buongiorno mie fide lettrici! Come la va?
Io presa, solo che son presa con progetti che non posso mostrarvi, così oggi rimedio con qualche foto di progetti più o meno nuovi.

Anzitutto il nostro QAL... pian piano procedo, e giusto la settimana scorsa ho terminato il trapunto della parte centrale. Alla fine ho deciso di farlo a cerchi, come se stesse piovendo :) ed è fatto tutto a mano.

Un lavorone, il trapunto, ma facendolo a rate ai mercatini è andato via senza pesare troppo... e poi volete mettere la soddisfazione di arrivare alla fatidica soglia dei 7 punti per pollice?
Solo che ora mi si pone il problema... impegnarmi per arrivare agli 8 punti per pollice (che è il numero magico della maggior parte delle quilter Amish) o rimanere ai 7 perchè a me piace di più? Ci penseremo al prossimo lavoro :p

Però fa la sua porca scena... e le altre partecipanti al QAL continuano o han mollato?

Invece per farvi vedere qualcosa di nuovo nuovo ecco una coperta che ha visto la luce la scorsa settimana...
Inizialmente doveva esser una copertina da lettino, poi non so, devo aver fatto male i conti, perchè tra i blocchi, i bordi e tutto ne èvenuto un singolo... e mi son avanzati due blocchi!
Farla è stato divertente, in pratica per fare i blocchi così si fan prima i blocchi con 3 cornici concentriche, poi si tagliano in 4, si mischiano i quarti e si ricuce tutto.

Gia i blocchi in se fan scena, ma il tocco finale lo da il batik usato per i bordi.
Da tempo avevo li questa stoffa e me la coccolavo in attesa del "giusto progetto"... e finivo per non usarla mai.
Ora mi son messa in testa di usare stoffe che ho gia, così ho preso coraggio e l'ho usata. Mi è bastata a pelo, ed al primo taglio ho tremato, ma ne è valsa proprio la pena.

Perquanto riguarda il trapunto al momento è trapuntata il "minimo sindacale" attorno ai blocchi ed alla cornice blu, ma vorrei fare un trapunto a piume, appena avrò un pomeriggio libero per sgranare un po' di santi. :)

Ora vado a far la mia penultima guida al parco ittico... respiri zen... OOHHHHMMMMM SARANNO EDUCATI E TRANQUILLI OOHHHHHMMMMMMMM


tagz:

Mani che lavorano


Ciao a tutte mie fide 12 lettrici.... heyyy ma ci siete sempre o siete fuggite verso altri lidi?
Ehhh lo so è un po' che non posto, è che sono presa da un turbine di mercatini, di domenica, di sabato, di venerdi, e da questa settimana anche di mercoledi (la sera a pandino)... vi lascio immaginare quanto tempo libero resti eheh.

Insomma ieri son andata a far mercatino a Lodi. Già perchè la sezione per le pari opportunità del comune organizza questo mercato bello bello che si chiama "i talenti delle donne" e lo fa in estate e in inverno. E ieri c'eran davvero tantissime bancabelle, anche molto belle alcune.
E stranamente molte avevano articoli stoffinosi, ma si sa, in queste cose alla fine chi sceglie è la gente :)

E' stata una giornata bella sia per le conoscenze che ho fatto, e le persone con cui ho parlato, sia per il tempo, sebbene a metà pomeriggio abbia fatto scena tipo "guarda che arriva il diluvio". Ma non ha versato una goccia.

Tra le persone che si son fermate a parlare con me c'è stata anche una ragazza. Si ferma, ciciariamo un bel po'... aveva al collo una macchina fotografica con un obiettivo, ma un obiettivo... che se fosse stata uomo si sarebbe detto "ahh la compensazione" :p
E insomma dopo un po' di chiacchiere mi chiede "posso fare una foto alle mani che lavorano?"
D'OH!
Da brava neo-ex-mangiatrice d'unghie vi lascio immaginare l'imbarazzo, per altro giusto sabato le avevo limate di brutto brutto quindi eran pure molto corte... ma d'altra parte nella vita ci si deve pur buttare, no? Così ho acconsentito.

Ed eccole qui, dunque, le mie mani che lavorano, immortalate dalla fotografa (mica per scherzo, proprio di professione) Monica Assari (non ha un sito purtroppo)



E dato che con me c'era anche la genitrice, ecco anche una bellissima foto di due generazioni... e penso che proprio nessuno potrebbe insinuare che io sia stata adottata! :)
La genitrice come sempre si vede ciospa, ma secondo me in questa foto è proprio bella... e la foto in se è meravigliosa.
GRAZIE MONICA!

(click sulle foto per ingrandire)


tagz: