Acqua & Mare
Il Blog di OrkaLoca

Aggiornadito

by orkaloca August 22 salute

Stasera son andata dalla dott per il controllo del dito.
Si è sonfiato ma c'è un bel lividone sulla nocca, sopra sotto e a lato.

Sicuramente non ci sono lesioni tendinee, dato che lo piego (ma che male!) e non "pende" in nessuna parte, ma la dott mi è parsa piuttosto convinta, la fratturina c'è.
Non ho fatto lastre, è inutile, mi farei ore di pronto soccorso per finire steccata esattamente come sono ora, quindi tanto vale steccare e via, dato che non ci sono complicazioni di sorta.

Però.... ehhh però ho vinto altri 20 giorni di stecca e benda e anti-infiammatorio fino a venerdi. Poi venerdi altro controllo.

Alle dita non mi ero mai fatta male prima d'ora. Eh beh è un'esperienza che una volta nella vita s'ha da fare.
Oh universo, una volta sola però, ok? :p


tagz:

Rotta ma contenta

by orkaloca August 19 salute * io me * amicici * viaggiare

L'altroieri m'è venuta la voglia virulenta di fuga, così mi son detta "chiamo Ric e andiamo a genova all'acquario e se arriviamo per tempo andiamo anche ad avvistare delfini".
Solo che Ric non mi ha risposto quindi la cosa non s'è fatta.
Ben lungi dal desistere mi è venuta un'altra idea, dopo un paio d'ore son riuscita a sentire Ric e ad accordarmi "ric domani ti porto in montagna!"
Lui "bello dove?"
Io "eh non te lo dico!"

:p

Così ieri mattina son passata a prenderlo e siamo andati, io e lui, soli soletti, su ai Piani d'Erna (sito). Un altopiano sopra Lecco; si arriva a Lecco in auto poi si prende la funivia e si arriva in questo posto meraviglioso che per fortuna negli anni è stato ben conservato, curato, e pur se ha subito ammodernamenti non è stato rovinato.

Arrivati lassu non abbiamo resistito e ci siam fatti tentare dal Parco Avventura (sito). Si arriva, si viene imbragati e agghindati con caschetto e cuffietta da salumiere (sai l'igiene...), ti danno le nozioni utili per saper come muoversi e quindi ci si lancia nel percorso. Lo scopo è passare di albero in albero superando i vari passaggi, ponti sospesi, tronchi, funi, corde, anelle, scivolate con le carrucole, elastici e ogni altra cosa una mente sadica ha partorito in un giornoche ce l'aveva su col mondo :p

Ci sono 3 percorsi, uno facile per i bimbi, uno medio e uno difficile. Abbiamo cominciato col medio e ovviamente, inutile dirlo, scesi da li abbiamo voluto fare il difficile.
La cosa di per se pare facile ma ci vuole una notevole agilità e prestanza, non pensavo. E pure un po' di coraggio :p
Però ci siamo tanto divertiti. Ora aspetto che Ric mi mandi le foto eheh. 

Il risultato di tutta questa cosa avventurosa è che ora sono piena di acido lattico, di lividi, e ho pure un dito rotto ahah.
Si perchè scesa dal percorso avventura avevo le mani un po' doloranti, ma chi non le avrebbe! Dopo un po' le mani stavano gia bene, tranne un dito che invece ha cominciato a gonfiarsi... e gonfiarsi... e illividirsi.

Ehhh vabbè cose che capitano :p abbiamo passato il resto della giornata tra prati e grilli e poi siamo rientrati.

Ieri sera sul dito mi son messa ghiaccio e lasonil, come suggerito anche dalla farmacista, e stamane son andata dalla mia dott storica, la quale ha sentenziato che, dato il lividone, potrei anche avere una fratturina.
Le ho chiesto "ma non dovrebbe far più male?" e lei "eh ma quello è molto soggettivo"
Io so di avere una soglia del dolore alta e una buona sopportazione. E questo frega perchè porta a sottovalutare le cose.
Comunque la sentenza della dott è stata "il livido può aumentare. Devi tenere fermo il dito... mangia un ghiacciolo e col bastoncino steccalo dritto, prendi un antiinfiammatorio e ci rivediamo lunedi"
Poi mi ha chiesto "ma come hai fatto?"
Al che le ho detto che di preciso non sapevo, ma che me lo ero fatto appunto in questo parco avventura.
E lei che è sempre una grande "insomma stavi giocando? Allora va bene così ^___^" (d'altra parte da una sfegatata motociclista non possiamo aspettarci diversamente ^_^)

Adesso quindi son qui col dito steccato (ma non con la palettina del ghiacciolo, ho preso la stecca apposita in farmacia).
Quale dito? Ma che domande sono, OVVIAMENTE IL FOTTIDITO perchè queste cose non capitano MAI a un dito non imbarazzante! XD

Almeno è il sinistro... posso cucire :p

 


tagz:

mattinata intensa e dolorosa e vendicativa


La nonna acquisita abbisogna grande fornitura di pannoloni essendo, porella, in un letto, con la stessa vitalità di un funghetto sott'olio. Tali pannoloni arrivano in farmacia il venerdi, per 4 venerdi al mese. Così i miei vanno a prenderli e li portano alla nonna badantemunita.
Avrebbero fatto così anche a luglio, se non che l'ultimo venerdi di luglio non era il 4° bensì il 5° venerdi del mese. Ergo niente consegna dei pannoloni.
Tralasciando le parolacce che han tirato dietro al sistema che, si sa, per definizione è lacunoso e fa acqua da tutte le parti, han chiesto a me di andare a prenderli quando la farmacia avesse chiamato per dar conferma del pacco pronto.
La farmacia ha chiamato venerdi o sabato passati, non rammento.

In contempo all'altra nonna si scamazza il cordless, e gia sapete come è andata che alla fine si è deciso che le prendessi il cordless nuovo.

Ieri, stufa di star in casa e desiderosa di veder due vetrine, sono andata al centro commerciale con la scusa di prendere il cordless. C'è voluto un po' ma alla fine l'ho trovato, perfetto, col vivavoce, coi tasti che fanno provincia, lo schermino che è un 50pollici e perfino una funzioneche alza l'altoparlante, apposta per chi indossa apparecchi acustici come nonna. Eh meglio di così cosa, una fettina di culo? (come direbbe Lone :p )

Stamattina presa dal sacro fuoco della brava nipote son uscita di casa alle 9 e son andata subito in farmacia a ritirare il pacco patelli.
Caricato il pacco son andata dalla badante, e qui il dramma... faccio per tirar giu la scatola dall'auto quand'ecco che la schiena fa CRICK... no non si è sentito all'esterno, ma vi garantisco che i miei muscoletti lo han sentito proprio bene e poi... poi boh son rimasta li.
Così.
Incriccata.
A via di respironi mi son raddrizzata e sacramentando contro tutta la congrega di streghe che aveva deciso di saltarmi addosso ho portato a termine la missione pannolone.

Potevo quindi forse ritirarmi a casa a leccarmi le ferite? GIAMMAI!
Mi son messa in auto e son andata a milano dall'altra nonna a portarle il telefono, montarglielo e sopratutto la cosa più terrificante: SPIEGARLE COME FUNZIONA
Tutto sommato è andata bene, il nuovo telefono ha meno funzioni del vecchio, meno memorie e così via quindi non c'ho messo troppo e non abbiamo litigato. (Diluvierà, me lo sento)

In cambio la gentil nonnetta dalla farmacia casalinga molto munita mi ha elargito un cerotto anti-fattucchiera e ha tentato l'impossibile "certo se ti facessi fare una puntura di muscoril...."
O____O "no nonna guarda piuttosto vado a casa strisciando sulla lingua ma la puntura no!"
(hai detto orkafifona? no dippiù!)

E dopo il cerotto ovviamente è venuto il caffè, le chiacchiere, e "perchè non stai a pranzo?"
Così lei ha fatto le tagliatelle col sugo e io son stata messa ai fornelli per il secondo: code di gamberi al rhum (che il brandy da ricetta noi non l'avevamo)
Gia perchè a nonna il pesce piace ma come la maggior parte delle persone ne è intimorita quando si tratta di cucinarlo oltre le 4 cose che di solito fa. Così poteva mai farsi scappare l'opportunità di farlo cucinare alla nipotina? Giammai!
E secondo voi la nipotina rinuncerebbe mai alla possibilità di metter mano su del pesce, fresco o congelato che sia? GIAMMAI! :p

Così ci siamo fatti questo secondo facile facile e gustoso... scaldate la padella con un po' d'olio e fate rosolare uno spicchio d'aglio e una foglia d'alloro. Mettete a rosolare le code di gamberi (le nostre erano 300gr con guscio) poi annaffiate con succo di mezzo limone e mezzo bicchiere di rhum, quindi aggiungete prezzemolo, timo, 3 bacche di ginepro e sale. Lasciate cuocere ed asciugare rigirando ogni tanto ed è fatta. ^_*
Il pesce... basta poco che ce vò ^_^

E mentre mangiavamo nonna mi ha raccontato di aver dato libero sfogo alla sua fine bastardaggine :p
Dovete sapere che nonna ha un fratello, e questo fratello ha una moglie e due figli che sono quindi miei cugini di 2° grado. Specialmente da piccola li vedevopiù o meno di frequente, a parte natale e feste comandate, spesso venivano dove facevamo le vacanze in estate. Nonna ha delle belle foto della mia bisnonna con me e questi miei due cugini tutti assieme.
Questa sorta di frequentazione ha fatto si che io ritenessi loro miei cugini a tutti gli effetti (e poi diamine li vedevo più dei miei cugini di 1° grado!). A circa 13 anni ho ben compreso, però, che la cosa non era ricambiata. Se loro per me erano i cugini, io per loro rimanevo solo la figlia della figlia della sorella di papà.
Veniamo ora al fatto: uno di questi si sposa a fine agosto.
Ha invitato al matrimonio mia nonna e mia mamma.
A me non è arrivato l'invito, ma nemmeno la partecipazione. Come a dire papale papale che per loro nemmeno faccio parte della famiglia.
Io me lo aspettavo e in fondo mi toglie anche dall'imbarazzo di dover A) trovare una scusa per non andare che non avevo molta voglia / B) trovare un regalo.
I miei e sopratutto mia nonna ci sono rimasti davvero molto molto male.

E nonna che per certe cose è un mastino ha preso su il telefono e ha chiamato suo fratello e deve avergli fatto una tale lavata di testa che non oso immaginare.
Così è successo che la scorsa settimana si è vista arrivare in casa il futuro sposo, con la fidanzata, per "una visita".
E qui nonna si è scatenata all'ennesima potenza, furba come una faina, subdola come una mantide, li ha amabilmente intrattenuti con due chiacchiere e dopo averli messi ben a loro agio ha sfoderato l'arma segeta "cara vuoi vedere due foto del tuo fidanzato da piccolo?"
E TRAC gli ha rifilato le due foto in cui ci sono anche io da bimba con tanto di "guarda guarda nipote, ti ricordi di quando venivate a carenno e giocavate con l'orketta? eh? eh? ti ricordi quanto tempo avete passato assieme?"
Si perchè nonna è una professionista del senso di colpa.

Ma non pensiate che sia finita, perchè il vero colpo da maestra l'ha sfoderato poco dopo.
Arrivato il momento di accomiatarsi gli sposi han cercato di darle l'invito per me, e qui lei con un gran colpo di classe gli ha detto "no guarda lascia stare, la faccenda l'ho gia chiarita con mio fratello non è il caso di riaprirla, va bene così" (ovviamente io non c'ero, e nonna non mi ha detto queste esatte parole, ma la conosco e so che avrà detto esattamente così)

Ora ditemi se non è una maestra di ventimillesimo dan della sacra tecnica del senso di colpa della scuola di okuto!
La stimo!

Dice nonna che un paio di giorni dopo questo cugino futuro sposo è andato a trovarla anche l'altro mio cugino, il fratello dello sposo, forse mandati per lisciarla un po', non so, ma suo fratello non s'è più fatto sentire.
E a me vien solo da ridere per tutta questa situazione surreale piuttosto e anzichenò.

Insomma, finito il pranzo con queste chicche me ne sono tornata a casa e ora cerco di rilassarmi aspettando che le malefiche fattucchiere decidano di sloggiare dai miei lombi.

PACE E P... HEMMM... BENE !


tagz:

medicina fai da te

by orkaloca March 28 salute * ammore * animali

Peda ha il cervello infiammato, prende cortisone.

Io da un paio di giorni ho febbre e, specie la sera, sto uno schifo.

Stasera mi vien da informarmi sul perchè la febbre salga di sera, e trovo che è per via del ritmo circadiano, la sera il corpo produce meno cortisolo e la febbre di alza.

Lo dico a Lone, e lui da bravo marito premuroso ha subito la soluzione:

PERCHE' NON PRENDI LA PASTIGLIA DEL GATTO? 

XD

 


tagz:

3 in 1

by orkaloca August 5 salute

Come parte integrante della mia terapia per la bronchite dovrei:

- bere molto... perchè fluidifica
- fare i fumenti... perchè liberano
- prender latte caldo e miele... perchè fa bene alla tosse

MA

- bere tanto non riesco... io di norma bevo pochissima acqua e mi rifaccio con the e tisane
- i fumenti sono noiosi e fan sudare (anche se poi hai la pelle tutta bella pulita :p )
- il latte caldo mi fa un tantinello schifo (e mi causa indesiderabile squarauss)

ALLORA... ecco la geniale soluzione dell'orka vostra:

tazze e tazze di the con abbondante miele. Così bevo, prendo il miele e, dato che mi tengo la tazza sotto il naso, faccio pure i fumenti!

Sono o non sono un piccolo genio di male? :p


tagz:

COFF COFF

by orkaloca August 3 salute

Che io non sia una ipocondriaca penso lo abbian capito anche i sassi.
Di norma le mie visite dalla dottora son giusto per le ricette della pillola, nulla di più.

Però stamane, dopo un'altra notte insonne e con un sacco di tosse, dopo 3 giorni di vicks-medinait senza miglioramenti, mi son detta "ora basta, stasera vado dalla dottora (ma solo se c'è lei che coi sostituti non ci parlo :p)"

Così son andata ed il verdetto, dopo una bella serie di respira-tossisci-respira, è stato che io decisamente sottovaluto le cose :p e quello che liquidavo come "un colpetto di freddo preso in aeroporto" è invece "una bella bronchite e speriamo non altro, che voi in famiglia le cose o le fate bene o non le fate" testuali parole.

Son tornata a casa con i compiti delle vacanze: sedativo della tosse, antibiotico e fumenti (si perchè io da curare sono particolarmente rognosa, prendo praticamente solo pillole e non faccio aerosol)
E venerdi mattina devo tornare per un controllo.

Sgrunt, e io che volevo cominciare ad andare in bici a farmi qualche giro per muovere i coscioni cellulitici! sgrunt!


tagz:

Aria condizionata

by orkaloca August 2 salute * cose di casa

Eccomi a iniziare il lungo racconto... in verità non so se raccontarvi tutto in ordine cronologico, o raggruppare le varie cose per argomenti... forse la seconda ma intanto bisogna rompere il ghiaccio.
E quindi eccomi a raccontarvi come è cominciata la mia vacanza :)

La vacanza è cominciata il 15 luglio di mattina presto quando alla porta han suonato... i muratori!
Gia perchè non potevamo certo partire "normalmente"... no! Noi siamo partiti proprio il giorno che ci han montato l'aria condizionata.
I muratori son arrivati presto ed han cominciato a martellare e spaccare per installare l'impianto, nel nostro appartamento mansardato che non era nemmeno predisposto (e non è che sia vecchio!)

Io sapevo bene a cosa saremmo andati incontro, Lone non tanto, quindi ci è rimasto un po' male quando si è ritrovato la sua cara casetta così ridotta:

 

Questo era lo stato dei lavori all'ora di pranzo, poi siamo partiti, lasciando la direzione dei lavori alla genitrice, ma comunque tranquilli perchè i muratori che c'eran han dato prova di essere molto accurati e attenti, e sopratutto puliti. Per dirvi, se appena cascava il calcinaccio fuori dai teli per terra passavano a raccoglierlo subito con lo scopettino.
Poi a lavoro terminato, mi ha detto mammà, han ripulito bene dai calcinacci e lavato loro gli zoccolini.

Insomma, siam tornati ritrovandoci la casa condizionata, il che è cosa buona e giusta, e quella voragine che vedete è ora tutta a posto, livellata e a finitura gesso, così che non si vede nemmeno troppo. Certo dovremo far ridipingere ma possiamo prendercela con calma.

In tutto cio chi par apprezzare di più è la gatta, la quale ha gia messo in chiaro di chi è il condizionatore: 

Ma se l'aria condizionata è cosa buona e giusta usata intelligentemente, diventa malefica quando sparata a millemila come era nell'aeroporto di londra al ritorno.
Faceva un freddo becco ed io, pur ben vestita e coperta, non ne son passata indenne.
Siam tornati venerdi e gia sabato mattina ero febbricitante. Ho passato sabato, dopo i mestieri e le spese, e domenica in stato quasi larvale con febbre e tosse, mentre oggi va gia molto meglio. Sempre febbre e tosse, sia chiaro, ma un po' meno ossa rotte, così mi son potuta rimettere alla macchina per cucire.

Certo che è una rogna ammalarsi così al rientro però!

 


tagz:

Termometro felino

by orkaloca December 15 salute * io me * animali

Ciao a tutti miei fidi lettori! Vi ringrazio per i commenti agli ultimi post, scusate se non ho risposto ma negli ultimi giorni son stata presa dai mercatini prima, e da una bella febbre ieri. Mi rifarò ^_*

Domenica sera, dopo esser rientrata dal mercatino, cotta non solo metaforicamente a veder la mia faccia, ho dichiarato "domani mi spalmo sul divano e non mi muovo!"
E così ho fatto.
Mi son messa in divano e ho ricamato praticamente tutto il giorno. Mi sentivo un po' di febbre, ma non tanta. I gatti da canto loro stavano una in cesta, l'altro davanti a me impegnato in un amplesso amoroso con il suo cuscinetto.
Verso metà mattinata la febbre mi si è alzata, non so a quanto, ma credo un po' oltre i 38, e lo posso dire con certezza per due motivi:
1) pur sentendomi la febbre e gli occhi brucianti non stavo più troppo male (io ho il picco di malessere a 37,5, se supero i 38 per assurdo sto meglio)
2) all'improvviso entrambi i gatti, di norma selvatica e scostante lei, estraniato dal mondo lui, son venuti sul divano di loro spontanea volontà e si son messi a dormire... lui accanto a me, lei sulle gambe. 

Si decisamente avevo febbre alta... che sia stata tutta una allucinazione? :p

Oggi è un nuovo giorno e ho gia fatto due lavatrici, stirato un po', e son andata a far compere e poi dai miei a mangiare. Ora devo mettermi al lavoro.
O quasi mi do all'alpinismo e abbatto monte roba.
Vi farò sapere ^_*


tagz:

sgruntissimo

by orkaloca December 7 salute * sgrunt

Due giorni fa, il marito "c'ho mal di gola...."
Ieri il marito "vai tu dalla nonna io non me la sento" (ma qui faceva la piattola nè)

Stamattina mi sveglio, decisamente anzitempo, e.... indvinate un po'... MAL DI GOLA!
YUPPY!!!
Ma cercando di far tesoro dell'ottimismo indsito nel marito mi dico "avrò solo la gola secca, avrò respirato a bocca aperta!"

Si certo le palle! Il mal di gola sta ancora li e non si schioda.

E io domani non ho alcuna intenzione di perdermi il mercatino (Opera, per chi fosse nei dintorni)!

Sono un po' incazzosa col marito che si prende le pestilenze in giro, perchè non si copre bene, lui, e poi le porta a me, che fin'ora, nonostante le vagonate di freddo nei fine settimana, stavo ben facendo muso duro all'influenza!

SGRUNT


tagz:

Suina e Abbracci

by orkaloca November 6 salute * emozioni * io me * reiki * amicici

Lone grugnisce ahah

Da canto mio con tutta l'umanità che mi son presa oggi, se non grugnisco nei prossimi giorni, me la sono schivata del tutto eheh.
Oggi infatti son andata con Ric al Palasesto a far questa nuova esperienza, che me ne parlavan tanto bene che ho detto "beh almeno una volta s'ha da provare".
Parlo dell'abbraccio (darshan in indi) che la Mahatma Amma viene a dare, una volta all'anno, in Italia... e infatti c'era gente da mezza Italia e anche di più, nonchè stranieri a iosa, americani compresi, e non vi dico i camper parcheggiati li fuori.

Son andata incuriosita, avevo gia sentito parlare tempo addietro di questa donna indiana attivissima nel sociale (la sua fondazione si occupa ad esempio di costruire scuole, ospedali e case per i bambini indiani e così via). La sua missione è "diffondere l'amore nel mondo un abbraccio alla volta". Letteralmente.
Lei arriva, guida una meditazione, poi si siede sul suo scranno e via, uno alla volta, da un abbraccio e una piccola offerta simbolica a tutti.
C'è chi la definisce gia santa, più in generale dandole l'appellativo Mahatma viene definita come una persona molto elevata spiritualmente (come il Gandhi ad esempio).

Ebbene, a sentir parlare chi gia c'è stato l'abbraccio è un qualcosa di speciale, per la grande energia che ha questa donna, che sprizzerebbe "pace e maternità da tutti i pori" (e infatti il soprannome Amma vuol dire madre in indi), si sentono poi storie al limite dell'esagerazione pura.... pace e comunione col mondo, risvegli spirituali, folgorazioni sulla via di damasco, eccetera eccetera.
Chi mi conosce sa che sono un essere sicuramente spirituale ma anche pragmatico, bado a cio che sperimento direttamente, ma sopratutto son donna e in quanto tale dannatamente curiosa, quindi quando due settimane fa ho visto il depliant dell'evento al centro dove vado a far Reiki, mi son detta "se trovo un complice ci vado".
E ho chiesto a Ric, andando a botta sicura, perchè è un curioso anche lui ^_^

Così oggi sveglia presta per entrambi, e ci siam trovati al Palasesto che albeggiava... e meno male o non ce la saremmo cavata in breve :)
Appena entrati ci han accolto, appiccicato addosso un bollino bianco (indica le persone che vanno per la prima volta), indicato dove lasciare cappotto e scarpe, e poi siam potuti entrare nel luogo adibito, in pratica la pista di pattinaggio debitamente coperta e arredata.
C'è il palco coi megaschermi che tasmettono filmati e musica, sotto lo scranno di Amma e le sedie per la fila... e poi i vari stand che andavano dalla vendita dei sari ai libri su Amma, e merchandising correlato.
Riusciamo a trovare praticamente subito la fila per il numerino, e a metterci li bel belli seduti.

La cosa infatti funziona a numeri... Un paio d'ore prima dell'arrivo della donna vengono distribuiti questi numeretti, che indicano il gruppo. Quando poi comincia il Darshan vengono chiamati man mano i vari gruppi in modo che si possa fare tutto con ordine... che è importante quando si tratta di gestire anche qualche migliaio di persone.
Per dirvi, c'è gente che magari ha numeri alti, che si fa ore e ore di attesa. Per passare il tempo al limite ci si puo offrire volontari per aiutare l'organizzazione.

Ebbene io e Ric, fortunelli avevamo un numero bassissimo, così che eravamo li in poleposition quando è arrivata Amma, s'è seduta innanzi a noi, ed è cominciata la meditazione.
Non vi dirò che è stata un'esperienza fantastica, meravigliosa, da trombe degli angeli che suonano. Anzi. Ho semplicemente avuto la riprova che la meditazione in chiave "ascolta il tuo respiro" non fa proprio per me.
Però è sempre una bella esperienza l'ohm corale. Peccato che sia così raro riuscire a farla.
E' bella perchè ci si sente singolo individuo ma in comunione con gli altri, se si fa attenzione si distinguono le singole voci ma si sente una sola voce che fa questo ohm... come succede in una orchestra o, per essere meno romantici, ad un concerto di Ligabue quando si canta tutti assieme "urlando contro il cielo"... insomma è una cosa molto particolare.

Finita la meditazione Amma ha cominciato ad abbracciare, e noi saremo stati tipo 10° e 11^, quindi abbiam fatto proprio in fretta. Per di più quando andiamo in giro assieme io e Ric c'è sempre questa ambiguità, tutti ci credono fidanzati... poi magari capita come oggi che ci  han chiesto "siete assieme?" e noi "si" intendendo si siamo qua assieme... poi abbiamo realizzato che probabilmente loro intendevano assieme in senso fidanzati.
Cio ci ha portati ad avere doppio abbraccio, perchè lei ha prima abbracciato lui, poi me, e poi assieme.
Non ho sentito musica celestiale o campane a festa, non ho visto tutto il mondo più rosa, e non mi sono sentita pervasa da un supremo amore universale. Forse quella prima di me si, perchè piangeva come un vitello, io no.

Sicuramente c'era una bella atmosfera, sicuramente Amma ha una grande personalità, ma per me non è stata chissà quale esperienza. Credo che magari lo sia per quelle persone che vivono con grande partecipazione e ansia l'attesa di quel momento, persone che han problemi emotivi, o personali, che sono in una fasse della vita in cui magari si sentono sole. Allora in quel momento ricevere l'abbraccio di una sconosciuta che per quei secondi si dedica solo a te puo avere un grande impatto emotivo... Ma se sei una persona contenta, soddisfatta, e in pace col mondo, come io mi sento al momento, quell'abbraccio non aggiunge nulla alla "pace interiore" che gia si ha.
Per quanto resta una esperienza particolare.

E poi per concludere in belleza la mattinata spirituale... siam andati a mangiare al centro sociale degli AreKrishna :)
Buono.

E questa è stata la mia giornata... e ora torno a fare portaocchiali di pelle.
Buonanotte! :)


tagz: