Acqua & Mare
Il Blog di OrkaLoca

Mai dire mai


I miei "mai" son piuttosto relativi, come forse quelli di tutti.
Basta aver pazienza, aspettare, e poi un bel giorno il mio "mai" di turno crolla come una pera bella matura.

L'ultimo "mai" caduto riguarda gli esagoni.

Mesi fa zig-zago postò questo sul suo blog... l'argomento era il recupero dei ritagli di stoffa, e lei li recupera così, facendo esagoni su esagoni, che poi vengono uniti. Lei credo ne farà una coperta.
Ecco, io che non sono per i lavori mastodontici, lunghissimi, ripetitivi, le ho dato ironicamente della "pazza" dichiarando "io questa cosa con gli esagoni non la farò MAI!"

Oggi però ero li a cercar di tirar fuori dal cilindro una tecnica facilmente dimostrabile durante i mercatini. E va da se deve esser qualcosa per cui non serva la macchina per cucire, e che non sia complicata.
Mi son tornati in mente gli esagoni, e così mi son detta "cià proviamo vediamo come è..."

Il risultato è che in meno di mezz'ora m'ha preso la tremenda sindrome dell'esagonite!
Perchè far esagoni e attaccarli non è il lavoro lungo, ripetitivo, alienante che avevo pensato, ma è piacevole, rilassante... e porprio perchè il lavoro è semplice semplice si puo fare senza pensarci troppo su.... e intanto la mente può farsi i suoi voli pindarici.

Che dire... un altro MAI è caduto... Renata si può fare una grandissima risata... e io torno a far esagoni ^_^


tagz:

cuci e inchioda


Ciao a tutti ^_^
Come è andata la vostra giornata scatenata?

Io come prima cosa voglio segnalarvi il link dove ho trovato il tutorial per farsi il telaio da trapunto a mano.
Io ho fatto un po' di variazioni sul tema, ma devo dire che il risultato è proprio figo.
Ora voglio vedere se riesce ad incuriosire le persone ai mercatini. L'unico problema è che dovrò ripensare l'arredamento della bancarella. E' un po' come a casa propria, quando si spostano i mobili. All'inizio pare non esserci spazio, poi di colpo tutto scivola al suo posto ed è fatta.

Oggi ho dunque finito il telaio e fatto il poggiapiedi per lo sgabello d'occasione ikea.

Poi però si è posto un problema... a che serve un telaio mastodontico se non si ha nulla da trapuntare?
Così indovinate un po', ho rispolverato nientepopòdimenoche... la coperta doi pesci!

Era stata accantonata per grande indecisione su come trapuntarla, ma ora mi sa che ho deciso (forse, speriamo). Così ho cucito i quadrotti tra loro, e domani la monterò sui rulli del telaio *_*
Dopo questo ho anche avviato il lavoro per una copertina con cagniolini di cui mi è arrivato il kit come premio per il quiltino col pupazzo di neve ^_^ Domani dovrei riuscire a terminarne il top, e poi dovrei cercare una stoffa per il retro.

Ora son qui con l'occhietto pesante, quindi auguro a tutte voi una buonissima notte, e io vado a crollare :) 

notte notte


tagz:

Cucire Ricevere Ritoccare


Cucire.... una pochette con un gatto e il bordo tondo. Ma che delirio!
Lo scorso anno presi a vicenza un cartamodello di una borsa coi gatti, la borsa è ancora in lavorazione, ma ieri ho finito la bustina in coordinato. Il micio è del cartamodello, ma la fattura della bustina è un mio parto mentale... E' stata lunga e laboriosa, più che altro perchè non avevo ancora mai messo cerniere in tondo, ma alla fine ce l'ho fatta! (si lo so che ci sono in giro millemila tutorial per fare questo tipo di pochette, ma io son de coccio e ho voluto far di testa mia :p)
C'è anche l'etichetta col logo. Anche se non l'ho ancora definito bene mi piaceva l'idea di iniziare a usarlo e vedere l'effetto su un prodotto finito. Cio per dire... continuate a darmi i vostri pareri a riguardo, che non c'è ancora nulla di definitivo!
Che ne dite? 

Ricevere.... un regalo nataloso, che poi è diventato befanoso, che poi è arrivato dopo ma tanto il natale quando arriva arriva, e l'attesa è stata ben ripagata ^_^
Dovete sapere che Zig-Zago tempo fa fece un post sulle idee, che come biglie sembrano rotolare via in ogni direzione. Lei da donna ingegnosa quale è cosa ha fatto? Dei sacchettini per catturare biglie e idee.
Io le dissi che mi piacevan molto e mi sarebbe stato utile un sacchetto raccogli BiglIdee e così lei me lo promise.
Ebbene è arrivato il sacchettino, ma cavoli, questa ragazza s'è superata... non solo ha mandato il sacchettino, ma anche un portafazzoletti coordinato, una stoffa batik meravigliosa, i lindt (perchè il maitre chocolatier era impegnato) e ovviamente.... le biglie! (che forse lei non lo sa ma a me piacciono tanto)
Grazie ancora!

Ritoccare.... cosa?
I capelli!
Ancoooora?
Si, ma era tutto gia deciso fin dall'inizio!
Come?
Beh... notate nulla di strano? :p

Ebbene si son viola! In realtà avrei voluto in viola più "finto" più chiaro, ma tanto con un po' di lavaggi scoloriranno e potrò sbizzarrirmi con colori improbabili :p
Questa è la crisi dei 30anni che si avvicinano!


tagz:

E noi che aghi abbiam... cuciam cuciam cuciam

by orkaloca February 22 orka con ago e filo

Ebbene oggi giornata di intenso cucin-cucinis (come dice Lone)... Stamattina (e son pure andata a controllare che si scrivesse tutto attaccato) mi son fiondata su un modello di borsa che mi coccolavo dalla scorsa fiera di vicenza... e ovviamente dato che la borsa non bastava ho usato gli stessi motivi per fare una pochette.

Però non posso mostrarvi nulla perchè in verità è ancora li tutto da cucire, dato che (lo ammetto mi son trattenuta dal scrivere "giacchè") non avevo stoffe che mi ispirassero la foderatura. Così ho atteso il pomeriggio e son andata a far razzia dal mio spacciatore di tessuti preferito.
Inutile dire che ora ho tessuti per far cose da bimbi da qui alla fine del mondo. D'altra parte si avvicinano i mercatini, ed il pupo tira. 

E ora un the, e poi vado a rimettermi al lavoro, e perchè Lone non abbia a ridire, sto anchesì cucendo con la taglia-e-cuci. Che ti fa dannare ad infilarla e a regolare le tensioni, ma poi... che goduriaaaaahhhh!
(Ovviamente ora che è infilata e regolata mi guardo bene dal modificare punto eheh)

A domani con qualche foto ^_^


tagz:

Ed ecco a cosa lavoravo

by orkaloca January 28 orka con ago e filo

In questi giorni ho postato poco perchè presa dal demone creativo.

C'era in ballo il quilt per il 41° fast friday fabric challenge ^_^. FFFC è un gruppo nel quale ogni mese viene proposta una sfida e si deve realizzare un quilt in tema.

Per questo challenge le linee guida erano:
- usare 3 dei 6 colori primari e complementari (blu, rosso, giallo, verde, arancio, viola)
- usare come tecnica la "frattura"
- tema del quilt: cose con le ali.

A me piace moltissimo l'arte "fratturata", per intenderci è la tecnica che viene usata dai pittori cubisti, in cui forme e linee si confondono (guardate ad esempio i dipinti cubisti di franz marc). Inutile dire che questo challenge mi è piaciuto subito, ma devo ammettere che ho fatto un errore di traduzione dalle linee guida inglesi, così avevo capito che il motivo della quiltatura dovesse essere con cose con le ali.
Quando ho realizzato l'errore avevo gia progettato il quilt e mi piaceva un sacco, così ho continuato per la mia strada :p

Come colori ho scelto verde, giallo e viola ma poi mi son fatta prender la mano e ho messo anche arancione e rosa (che io vedo più che altro come toni del giallo e del viola :p)
Il disegno mi è saltato in mente guardando una foto di un mazzo di fiori che sembrava proprio un gatto seduto. Folle nè?
Per fare il modello ho prima disegnato un ovale, poi dentro un gatto stilizzato fatto di due cerchi e 3 curve, poi ho aggiunto al tutto altri cerchi e curve per proseguire le linee di contorno del gatto.
Infine ho aggiunto 3 linee dritte che dovrebbero rappresentare raggi di luce, e che ho usato come delimitatori per le aree con vari toni di colore.
Ho messo colori chiari nella zona centrale, medi nelle due ai lati, e scuri nella zona più in basso/a destra.

Devo ancora finire il trapunto dello sfondo e chiudere col binding.
Il tutto misura 60x40cm
(click sulla foto per ingrandire)

PS: la vedete la farfallina? ^_*
PPS: non ho trapuntato l'area attorno alla farfallina perchè son indecisa su come farlo, lo farò alla fine.

Allora? Che ne dite? ^_^


tagz:

Giornate così... intense


La giornata di oggi è cominciata letteralmente di merda... Perchè svegliarsi, uscire di camera, e scoprire che il felino cretino ha fatto la pupù spruzzolona in sala non è bello. Rendersi conto che poi ci ha anche pucciato le zampe per poi correre beato per tutta casa in preda ad un orgasmo prostatico, spargendo spruzzolosità in giro, non ha prezzo!
Quindi ovviamente pulisci e lava tutto.

Poi mi son messa a paciolare un po' su zooworld di facebook. Ho iniziato ieri sera... stamane mi son rotta le scatole. quasi un record.
Quando ben l'uomo s'è svegliato indovinate un po'... mi son messa a tingere le stoffe ^_^ Ora sono in ammollo per far scaricare il colore in eccesso, ho fatto dei rossi, degli arancio/salmone e dei blu. Dovevo provare le scale di colore :p
Il risultato promette bene, pare, per ora ^_^

Dopo pranzo l'uomo è andato a far un colloquio (gia perchè è in caccia) e io ho sciacquato le stoffe e scoperto che...

HO VINTO IL CONTEST ^___^

Vi ringrazio tuttissimi, voi che avete votato il mio pupazzetto di neve!
Sappiate che per ringraziarvi, metterò in libero scarico il pattern del quadretto così potrete farlo. Devo solo finire di sistemarlo ^_^

Infine stasera il ragazzo del piano di sotto ha suonato per portarci su la posta... Spiego, il postino di prima se aveva un paccheto che non entrana nella casella citofonava. Evidentemente è cambiato perchè oggi non ha suonato nessuno, ma giu il ragazzo ha trovato appoggiati sulla cassetta della pubblicità due pacchietti indirizzati a me, e ha pensato di portarli su prima che qualcuno li fregasse.
E così mi son arrivati i timbri nuovi, con due acquerelli fantasmagorci (credo dedicherò un post) e udite udite... il secondo libro su come fare i binding alle trapunte (altro post in arrivo).
Son contenta! ^__^


tagz:

pupazzo di neve

by orkaloca January 14 orka con ago e filo

Vi avevo detto che stavo pasticciando con EQ, no? Ecco, ieri ho partorito il mio primo schema per applique, e ho cominciato a tagliare i pezzi.
Oggi c'ho dato dentro per finire il quiltino.
E' di 43x43cm, trapuntato a macchina con movimento amano libera :)

PErchè l'omino di neve, vi chiederete... beh perchè su Quilting Gallery è il tema della sfida della settimana, così mi son lanciata. Era un po' che volevo provare l'EQ, e poi una notte mi è venuto questo flash del pupazzo di neve che guarda il gatto delle nevi, quindi eccolo qua.
I bottoni del pupazzo sono veri bottoni, mentre la sciarpina è fatta di fili di lana.

Domani si aprono le votazioni su Quilting Gallery... se domani vi do il link mi votate? :p
Io ricambio col pattern se vi piace.

I told you I was trying EQ? Well, yesterday I gave birth to my first applique pattern, and I started cutting the pieces.
Today I've finished the miniquilt.
it's 17x17", machine free hand quilted :)

Why thesnowman, you ask? Well because on Quilting Gallery is the theme of the challenge of the week. I wanted to try the EQ, and one night I had in my mind the image of the snowman that looks at the snowcat, so here it is.
The buttons are real buttons; the scarf is made of strands of wool.

Tomorrow will open the contest on Quilting Gallery ... If I give you the link tomorrow will you vote for me? 


tagz:

EQ

by orkaloca January 13 orka con ago e filo

E' ufficiale, ho messo mano all'Electric Quilt, un programma che serve per fare pattern per quilt sia ad applique che no. ^_^
Ci sto litigando un poco ma son gia a buon punto col mio primo blocco... se viene bene ve lo lascio come eredità free ^_*

It's officiale, I've started practicing with Electric Quilt, a program that allow pattern design. ^_^
I'm fighting a bit with it but I'm ad a good point with my first block... If it will be nice I'll give you as free ^_*


tagz:

Tutorial: l'applique con la Freezer Paper

by orkaloca January 12 tutorial * orka con ago e filo

A gentil richiesta, gentilmente rispondo :p Ed eccovi qua un tutorial su come usare la freezer paper per fare l'applique... come lo faccio io almeno.

La Freezer Paper è una carta per alimenti plastificata da un lato, che in america si usa per congelare i cibi. Da loro è come la stagnola da noi, si trova al supermercato.
Da noi non esiste nella vendita al dettaglio ma si puo sostituire, come ho gia spiegato, con la carta del macellaio. Mi dicono anche con la carta che avvolge le risme di carta da fotocopie, ma non ho provato in prima persona.
Nel seguente tutorial io ho usato la carta del macellaio (alla quale ho oscurato le scritte) :p ed ho fatto una semplice applicazione a cuore.

Iniziamo (le immaginine son tutte cliccabili per ingrandirle):

1) Prendete un pezzo di "freezer paper" (da qui in avanti FP), e osservatela. noterete che un lato è di carta, l'altro è plastificato, lucido. Disegnate sul lato di carta la forma che vi interessa. Considerate che se è una forma che ha una direzione dovete invertirla.
Una volta disegnata la forma ritagliatela.

2) Ora prendete la stoffa con cui volete fare l'applicazione. Sul retro della stoffa mettete la vostra forma ritagliata di FP, col lato plastificato, lucido, contro il retro della stoffa. Stirate per qualche secondo col ferro ben caldo (io lo metto su cotone) e senza vapore.
Lasciate raffreddare quindi tagliate l'eccesso di stoffa lasciando attorno alla sagoma di FP un bordo di un mezzo cm o poco più.

3) Adesso fate i taglietti di rilascio nelle curve "a valle" e col ferro da stiro rigirate il bordino contro la FP schiacciando bene la piega. Io dopo aver rigirato il bordino lo fisso alla FP con una passata si colla stick sul bordo della sagoma. Non ne serve mica tanta, solo per tener giu la stoffa.
Vi metto anche due immagini che vi spiegano come faccio le punte (la punta nera che vedete è solo per tener giu l'angolo mentre faccio la foto).

4) Ora si prende la stoffa di sfondo e vi si poggia sopra la sagoma dell'applicazione. si puo spillare in posizione, ma io ancora una volta uso la colla stick. Appena un poco sulla stoffa del bordino ripiegato sotto. Cio permette di mantenere la forma in posizione senza slittamenti, non irrigidisce la stoffa (anche perchè comunque la colla resta nel margine di cucitura) e al primo lavaggio se ne va.

5) E ora si cuce. Ho preso un filo in tinta con l'applicazione, ho infilato l'ago e fatto un nodino alla fine del filo. Passo dal retro del blocco al davanti e prendo il bordo dell'applicazione stando ben sul margine.
Rientro quindi nella stoffa di sfondo, allo stesso livello di dove son uscita, vado avanti un pochino e torno al dritto pizzicando ancora il bordo dell'applicazione.
Continuo così a punticini molto piccoli per tutto il bordo.

6) Finita l'applicazione si deve tirar fuori la FP. Dal retro dell'applicazione si fa entrare la punta delle forbici solo nella stoffa dello sfondo, e si taglia via un tassello di stoffa da dietro l'applicazione. In pratica il retro dell'applicazione resta a vista. (c'è anche chi fa solo un taglio sul retro, l'applicazione resta più ciccetta, è solo questione di gusti)

 

 

7) Dalla finestra fatta si toglie la FP. Dovete far un po' d'attenzione al bordo che avevate incollato alla stoffa, ma è facile ^_* Se riuscite a tirar fuori la sagoma intera potete anche riutilizzarla ^_^

A questo punto il gioco è fatto, avete la vostra applicazione ^_^

 


tagz:

Ugly Flowers

by orkaloca January 11 orka con ago e filo

Mesi fa mi sono iscritta ad una challenge mailing list di patchwork. In questa lista viene proposta una sfida al mese, e lo scopo è rispondere con un miniquilt.
Questo mese siamo alla sfida 40 e il tema è il packaging.
Lo scopo era prendere una scatola di un prodotto, studiarne i colori, capire perchè son stati scelti quei colori, e fare con quei colori un quilt con una natura morta.

Io ho scelto come confezione di partenza la bottiglia della "Nidra Latte Miele"
E' bianca, colore probabilmente scelto per dare una idea di pulito e purezza. Ha la scritta Nidra in rosa, che sullo sfondo bianco attira molto l'occhio ma non da l'idea di "pericolo" del colore rosso.
C'è poi disegnata una goccia gialla/arancione, che richiama il gel all'interno, che ha quello stesso colore, ed è il colore che uno si immagina quando magari pensa al latte col miele.
Infine ci sono le scritte fatte in blu, bello evidente ma meno funereo del nero, ed il logo della palmolive in verde, che mantiene il colore del logo originario.

Some months ago I joined in the Fast Friday Fabric Quilt challenge mailing list.
Here is my quilt for the challenge 40. The challenge was to choose a product packaging and to study the colours and why they are used.
Then use those colours to do a still life quilt.
My inspiration came from the "nidra latte miele" (nidra milk honey) bath gel bottle.
The bottle is all white, I think because it want to give the idea of clean, purity and a product that doesn't set upon the skin. Then there is the "nivea" word in dark pink. I think that the pink is as
readable as the red, on white background, but don't give the "attention" or "danger" message that the red would give. Again the pink may be more attractive for women. There is a yellow/orange drop. The colour is really close to the colour of the gel and wants to refer to the idea of the colour of honey mixed with milk.
The "palmolive" logo is white and green. This is because the storic logo is green, I don't think there is a specific purpose, is just something that "have to be". Finally other words are in blue. The blue is very clear readable on white, but is not as "funereal" as black.


Per fare il mio quilt ho deciso di invertire la predominanza dei colori, la bottiglia ha molto bianco, io ho scelto di usarne invece pochissimo, dando invece molto più spazio agli altri colori: rosa, giallo, blu e verde.
Così ne sono spuntati questi fiori.
Il quilt è di 8x9pollici (20x23cm). Il disegno è fatto con matite acquarellabili su seta bianca pretrattata in un bagno di soda.
Ho quiltato e mi son avventurata nel campo del thread painting per delineare i particolari e le forme. Infine ho abbellito con perline e pajette.
Son ben accette le critiche costruttive ^_^

I've done a little quilt (8x9") with two flowers. I wanted to try what happens reversing the predominance of the colours. The bottle has a lot of white, so I've decided to use very little of it, just for binding and beads, using more the colours that are less used in the bottle: blue, pink, yellow and green.
I've tried to use watersoluble pencils on silk, but I hadn't soy to do the soy milk, so I've tried soaking the silk in a soda solution. It didn't help for colour spreading, but I hope it will help for colour resistance. I've quilted and tried a sort of thread painting (my first time)
Well, this is the first time I do something different from "take the design - follow instructions", this time I've "just done it".
I'd like to hear comments, constructive critics and suggestions.




tagz: