Acqua & Mare
Il Blog di OrkaLoca

l'erba del vicino ovvero della sfida patch

by orkaloca September 24 io me * orka con ago e filo

Ed eccomi qua, reduce da una giornata lunga, stancante, decisamente impegnativa, ma piuttosto carina.

Stamane mi sarei dovuta alzare alle 6 per partire per le 6.40, ma ero tanto agitata che mi son svegliata alle 4. Ho tirato avanti pensando alle cose che a mantova mi sarebbero potute servire e che non avevo messo nella borsa. Dopo un po' di tempo ed una lista mentale piuttosto lunga ho deciso di alzarmi, tanto che ci facevo a letto?
Così alla fine son partita di casa alle 6.15. ViaMichelin ed il navigatore litigavano riguardo il tempo di arrivo, il primo diceva due ore, il secondo diceva tre. Alla fine ha avuto ragione ViaMichelin e son arrivata alle 8.15
Il ritrovo era previsto per le 9, ma io son entrata lo stesso, trovando gia i responsabili in fase di allestimento della sala.

Ho svolto le formalità di base, mi son potuta scegliere le stoffe (e ce ne erano di davvero adatte), e quando son arrivate anche le altre partecipanti alla sfida abbiam preso posto.
Ognuna aveva a disposizione un piano di taglio, con riga e taglierina, ed una macchina per cucire Bernina 440QE. Posso dire la mia? E' tremendamente capricciosa!
Io ci ho messo più di un quarto d'ora per convincerla ad andare bene e a fare quel che io volevo facesse, ma per tutto il giorno, comunque, ogni tanto si sentiva partire una imprecazione rivolta alla macchina.
Non vi dico poi quando altre partecipanti han deciso di trapuntare col bsr. Il bsr è un aggeggino che capta la velocità cui si muove la stoffa sotto al piedino e regola di conseguenza la velocità della macchina permettendo di fare punti tutti uguali.
Questo in teoria.
In pratica punziona quando gli pare a lui, SE gli pare.
Io non ho nemmeno provato ad usarlo, mi son affitada al caro vecchio metodo pigia-il-pedale-e-prega e se non altro mi son fatta meno il fegato acido.

8 ore per fare un quilt son poche, anche se il lavoro è piccolo.
Abbiamo iniziato rilassate, ma man mano che il tempo passava si vedeva la tensione aumentare, fin ad arrivare al manifestarsi dei primi degni di follia... chi parlava tra se e se, chi con la macchina da cucire e perfino chi cantava l'uva fogarina.
E' stato divertente!

E veniamo ai lavori... purtroppo mi son scordata a casa la macchina fotografica, quindi per delle foto dovrete aspettare. Il tema era palazzo te... così alcune han fatto la veduta esterna del palazzo, altre han puntato sui cavalli, una ha fatto un astratto strano ma molto bello, mentre io e un'altra ci siam buttate sul pittorico, io facendo una gorgone, lei la volta della sala dei giganti (lascio a voi la gioia di andar a cercare le foto su google :p)

I lavori degli altri mi son sembrati tutti mooooolto pi+ belli del mio. Il mio non è definibile BELLO, ma di certo è, tutto sommato, simpatico. La gorgone ha uno sguardo incazzereccio, ma ai serpentelli ho fatto gli occhietti con delle perline, il che gli conferisce uno sguardo allucinato, e le linguine penzolanti. Si son buffi.

Eppure si sa, il quilt della vicina è sempre migliore, così per me il mio non è di certo tra i migliori, nè della sfida nè di quelli che ho fatto, mentre per le altre è bellerrimo.

Domani ci sarà il secondo gruppo di partecipanti, poi domenica si svelerà l'arcano.
Un po' ci spero, perchè lo ammetto il primo premio è una supermacchina da cucire strafiga che mi fa taaanta gola (anche perchè ha un pezzo viola! :p) ma son conscia che sarà molto difficile.
Vedremo :)

Dopo una giornata decisamente lunga e intensa e faticosa, sia fisicamente che mentalmente, il viaggio di ritorno è stato la ciliegina sulla torta.
Sotto un nubifragio, con la strada pressochè illuminata a giorno dai lampi, e l'asfalto più schifoso del norditalia.
Ma son arrivata, mi è stato servito un piatterello di pasta, e ora vi mando un bacillo che son distrutta.

notte notte :)


tagz:

La mia giornata

by orkaloca September 22 io me * orka con ago e filo

Ore 7: mi son alzata
Tra le 7 e le 8: mi son svegliata e nutrita
Ore 8: cuci cuci cuci
Ore 10.30: finito di cucire 6 cavallucci marini e 22 minipesciolini portachiavi

PAUSA

Ore 11.30: ho iniziato a trapuntare
Dalle 11.30 alle 20.00: trapunto trapunto guardando film vari e con 2 brevi pause telefono, pausa pranzo di 30 minuti, 1 pausa caffè e 1 pausa the (che ho bevuto a metà perchè scottava, l'ho lasciato raffreddare un pochetto, e me lo sono scordata :p)
Ore 20.00: pappa
Dalle 20.40 alle 22.50: ritrapunto guardando Glee

Ora son le 23.10, son stanca, la schiena pure, volevo finire il pezzo di trapunto che stavo facendo ma ho ceduto, in fondo non scappa.

E a rileggere questa tabella di marcia sto seriamente pensando di andare a cercarmi uno spacciatore di cocaina... o morfina a scelta :p

Buonanotte mondoblog, ci si rilegge domani.

PS Fede ho ricevuto la tua mail ma sono incasinatissima e non voglio scriverti due righe buttate giu a caso. Abbi pazienza :)


tagz:

Cose uniche e meravigliose

by orkaloca September 22 orka con ago e filo

Pensare di aver trapuntato solo due riquadri, e scoprire che invece son 3! che meraviglia!

Tirando le somme mi mancano ancora:

- 6 punte della stella
- 4 angoli
- 5 riquadri

Che volete che sia :p 

Vado a lavorare và! :p


tagz:

Lavori in corso

by orkaloca September 20 orka con ago e filo

Per una grande parete ci vuole un grande pennello...

E per un grande progetto ci vuole un grande telaio...

... ed una grande sala (con condizionatore nuovo e muro da ripitturare, ma ci sarà tempo) ...

Ed ecco qui perle più curiose un dettaglio del grande progetto in corso. Trapunto a mano, dita martoriate, ma viene d'un bene... :)


tagz:

racconti horror

by orkaloca September 13 orka con ago e filo * cazzeggiando

Volete far rabbrividire una quilter / ricamatrice / sarta o similia in 3 comodi passi???

Fate come me:

1) comprate almeno una decina di forbici di varia dimensione, marca pincopallino. Ideali allo scopo i set di forbici IKEA

2) spargete le forbici in punti strategici di casa: studio, sala, cucina, punto ricamo, e via così. Per far le cose a modo recitate "questa forbice in cucina è solo per le bistecche" o "questa nello studio è solo per la carta" e ancora "questa nel cesto del cucito è solo per la stoffa"

3) Ora tagliate la stoffa con la forbice della bistecca, la bistecca con quella della carta, i gambi dei fiori con la forbice della stoffa, e costinate così, prendendo all'occorrenza non la forbice dedicata ma la più vicina alla vostra zampa.

Ora vi basterà raccontare cio a qualsiasi quilter per vederla diventare verde eheheh


tagz:

foto-stress

by orkaloca August 26 orka con ago e filo

Ho finito il quilt per il concorso dei peccati. Finito ieri in verità, poi ho cercato di rimediare ad una cosa che non mi piaceva, ho passato un pomeriggio in depressione perchè temevo di aver fatto un casino e aver rovinato tutto, per scoprire stamane che non sono riuscita ad eliminare cio che non mi piaceva, ma se non altro non è peggiorato.

Ho deciso allora di scattare le benedette foto.

Dovete sapere che questo quilt ha delle dimensioni stranissime: 15cmx150cm una striscia verticale in pratica.
Ho trovato dove appenderlo provvisoriamente (e ci vuole tanto muro dietro per appendere una cosa alta 150cm) e ho montato il mio set fotografico fai da te, con luci con riflettore (leggasi lampadine montate su tortiere usa/getta cuki) e treppiede alto (leggasi scala).

Il problema maggiore di tutto cio è che per inquadrare tutto il lavoro devo star ad una certa distanza, il che causa dei problemi all'autofocus della macchina fotografica.
Io scatto in manuale, regolando esposizione, sensibilità ed apertura, ma regolare il fuoco a mano, sullo schermino della digitale, è impossibile, così mi affido al caro vecchio metodo punta-scatta-e-prega.

Ho fatto così 60 foto. Salvabili solo 3 del lavoro intero. (che arrivano a 6-7 cercando d'esser meno pignola).

Quel che però ancora non riesco ad ottenere è una foto decente di un particolare.

Oggi quindi il mio compito sarà questo... cercar d'ottenere una buona foto di un particolare del quilt.
Ora mangio, poi tenterò il tutto per tutto andando a fotografare in luce naturale.
La luce fredda con cui fotografo di solito è ottima per catturare i colori il più veri possibile senza dover poi modificare la foto, ma tende ad appiattire la trapuntatura. Forse in luce naturale otterrò qualcosa di meglio.

Incrociamo i diti. E scusatemi se non vi mostro nulla, proprio non posso.

tagz:

Tutorial: come fare il manicotto ai quilt


Lo dico anche di qui, ho fatto un tutorial per spiegare come si fa il manicotto da cucire sul retro dei quilt per appenderli con la sbarra.

Però per non tediarvi troppo vi dico che se lo volete vedere dovete andare DI LA'


tagz:

ecco ci siamo


Vi ricordate di quando vi ho parlato delle fasi del processo creativo secondo me?

Ecco sto lavorando ad un quilt per un concorso e, indovinate un po', son arrivata alla tragica FASE 6, quella del "minchia ma che è sta schifezza inenarrabile che sta venendo fuori??? No no io butto tutto e faccio qualcosa d'altro!"

Solo che non ho tempo di fare altro, quindi domani mi obbligherò a passare attraverso le fasi 7 e 8, confronto e ripresa.
Però mi sa che prima vado a comprarmi una pianta! Ecco!
A volte staccare del tutto il cervello serve :) speriamo serva anche stavolta.


tagz:

Veni, cuci, vici


Ebbene ora che è ufficiale posso dirvelo.... finalmente! ^___^

Vi ricordate a giugno? Che stavo cucendo una cosa, che era per il concorso quilt di Rossano, ma non potevo dirvi nulla di più?
E vi ricordate che pochi giorni fa ho ricevuto una telefonata di cui non potevo dirvi nulla di più?

Ecco finalmente possi dirvi tutto :)

Il lavoro che ho presentato per il concorso di Rossano si intitola ORKA VORTEX, e ha vinto il SECONDO PREMIO nella categoria moderno

Il tema del concorso era "raccontami il tuo sogno" e i miei sogni son sempre popolati da orche, gli altri di norma son incubi.
Le orche fan parte di me e, dato che nei sogni si esprime l'essenza di una persona, nel mio quilt c'è letteralmente l'essenza di me.

Ci sono i blu e i viola, per l'esattezza 9 sfumature di blu, da scuro a chiaro, e 9 sfumature di viola, da scuro a chiaro, per un totale di 18 bagni di tintura fatti a mano!
E il blu ed il viola lo sapete bene sono i miei colori favoriti. E vorticano, come nei migliori sogni, grazie alla lavorazione che è quella di un bargello a spirale.
Ovviamente ci sono le orche, dipinte e con le pinne 3D, orche che saltano, giocano, girano.

Poi c'è il trapunto... penne di pavone, suggerite da Lone, che in effetti ben rappresentano il mio carattere (incazzoso, bello, superbo, orgoglione), fiori perchè in fondo sono pure femmina romantica, ghirigori e piumine per completare il tutto.

 


(foto del retro fatta durante la lavorazione)

Il lavoro in se mi ha lasciata tremendamente soddisfatta, ma scoprire di esser pure vincitrice vi lascio immaginare che gioia sia stata!

La telefonata di pochi giorni fa veniva proprio da Rossano, la responsabile del concorso mi chiedeva di andare per la premiazione, ma avevo tutti i casini del parco che vi ho detto, e tra me e Rossano c'è solo tutta l'italia, che volete che sia. Mi è spiaciuto molto non poter andare, ma mi rifarò.
Si perchè il lavoro ora non torna a me ma va in mostra prima a Tolmezzo, a settembre, e poi a Cervia nell'ambito del quilting weekend nazionale.
E io che al weekend non avevo più che tanta intenzione di andare, indovinate un po', ora son iscritta ahah.

Permettetemi di gongolare, parto per le vacanze davvero felice :)


tagz:

Confettin confettando


Mica tanto tempo fa ricevo una lusinghiera richiesta: una mia compagna dei tempi del liceo, ritrovata su FB, mi ha chiesto di confezionare 40 cofanetti portaconfetti, perchè fa la festa per la nascita della sua piccola erede.
E così mi son messa al lavoro, tra stoffa, cuciture, forbici, e finalmente stamaneho portato a termine la missione.

Ed eccoli qua i miei 40 soldatini tutti ordinati nella loro scatola (in realtà questi son solo la metà, poi c'è un'altra scatola uguale :p). I cofanetti son fatti di damasco di cotone, di un bel lilla, e sopra vi ho dipinto l'iniziale della pargoletta :) 

E questi sono i cofanetti più in libertà, con in mostra anche il pacchettino dei confetti, avvolti nel tulle e chiusi da un fiore di stoffa.

E sotto i confetti c'è ovviamente la targhettina col nome e la data... timbrati a mano e scritti a mano alla vecchia maniera... pennino e calamaio! Un piccolo tocco chic :p

A me piacciono parecchio, ora speriamo piacciano anche alla mia amica :)


tagz: