Acqua & Mare
Il Blog di OrkaLoca

Oramai non m'arrabbio nemmeno più

by orkaloca October 17 incazzereccia * io me * mercatini * sgrunt

tipa: "quanto costa la copertina?"
io: "150 euro"
tipa sconvolta: "ehhhh?"
io: "150 euro"
tipa ironica: "AH HAI I PREZZI COMPETITIVI VEDO!"

Ma di cuore VAFFA! Voglio dire in negozio pagheresti senza batter ciglio. Anche io pago corrente, tasse, riscaldamento, materiali etc etc! E in più hai una cosa artigianale fatta a mano.
Non te la puoi/vuoi comprare? Mi sta benissimo, perchè non sapresti nemmeno capire cosa hai per le mani, il lavoro che c'è dietro, ed il valore che ha!
Gente con questa mentalità si merita solo la cinesata che al primo lavaggio cade a pezzi.

O forse sbaglio io. Forse dovrei vender anche io le copertine da bimbo a 300 euro, come fan altri, e farne un prodotto del tutto elitario!

SGRUNT

tagz:

I limbagioni rosa


Dopo aver risposto ai commenti sul post dei luoghi comuni, mi son resa conto che forse voi non mi avete mai sentita parlare dei Limbagioni Rosa.

I Limbagioni Rosa sono animali marini, dall'aspetto vermiforme, di colore rosa, che vivono sia su fondali rocciosi che su fondali sabbiosi, bene o male ad ogni profondità, dai 50cm ai vari metri.
I Limbagioni Rosa si scavano delle tane nella sabbia, o si nascondono tra le rocce, ma è quando si rintanano nella sabbia che è più facile scoprir la loro presenza. Si perchè scavando i Limbagioni spostano la sabbia dietro di se, come fanno i lombrichi, e così facendo formano sul fondo delle montagnole sabbiose con un buchetto in cima.
Quel buchetto è l'ingresso della tana del Limbagione.
I Limbagioni Rosa sono animaletti incazzosi. Essendo molto territoriali difendono la loro tana. Solo che non vedono bene, son in grado di distinguere solo ombre e luci, e si scagliano contro ogni ombra che vedono, pronti a mordere con le loro bocche piccole ma dotate di dentini affilati.
In più i Limbagioni Rosa fan gruppo quindi se uno parte all'attacco, in breve si uniscono anche gli altri Limbagioni.
E' per questo che quando si vedono montagnole di sabbia sul fondo è bene non avvicinarvisi a nuoto o in immersione, perchè si potrebbe venir attaccati dai Limbagioni Rosa.

Quando lavoravo come piccola biologa marina in grecia e in mar rosso sul fondo c'erano tantissime di queste montagnole di sabbia, così io avvisavo i turisti di non avvicinarsi troppo al fondo, pinneggiando solo in superficie, in modo da non muover la sabbia e non provocare un attacco dei Limbagioni Rosa.
Era buffo veder le facce spaurite dei turisti, che di norma pensano che in mare l'unica cosa pericolosa sia lo squalo. Era ancor più buffo veder le reazioni delle ragazzine mediamente sedicenni e biondine.
Però il risultato positivo della presenza dei Limbagioni era un ridotto impatto ambientale sul fondo delle pinne dei nuotatori, e un ridotto prelievo di conchiglie.

Il fatto che i Limbagioni Rosa non esistano è un dettaglio :p


tagz:

nonna: meglio a piccole dosi

by orkaloca October 15 io me * parentado

Ieri il mio programma pomeridiano consisteva nell'andare a milano, in centro, alla riunione dell'associazione per i lavori d'ago "la guglia e la guggiada".
Ma dato che a milano ci vado di rado, e che di conseguenza nonna non la vedo spesso, mercoledi sera l'ho chiamata e le ho chiesto se le andava di mangiare assieme, che poi io nel pomeriggio avevo un impegno.
Ecco, anche lei avrebbe avuto un impegno, doveva andare al cinema con una sua amica, ma ha disdetto ed alla velocità della luce si è autoinvitata dicendo "ti accompagno".
GROAN -_-
Per carità, in fondo mi ha fatto piacere, poi è anche lei una creativa, quindi per questo non c'è problema.
Il problema è che conosco la mia pollastra, e che ha due o tre mastodontici difettucci... uno è che è sorda, che non è colpa sua ovvio, ma lei mica dice di non capire, poi capisce male o non capisce proprio, specie in situazioni affollate, e si estrania, o peggio si offende se capisce roma per toma.
Altro difettuccio-uccio-o è che qualsiasi cosa lei l'ha gia fatta e sempre meglio degli altri. Anche se in verità non l'ha mai fatto lei va a insegnare il mestiere ai più esperti. E guai a metterla in dubbio.
E infine ha questa odiosa tendenza a prendersi meriti che non ha ed a dare agli altri colpe che non hanno. Insomma sa girare ottimamente la frittata per risultare sempre lei quella buona caritatevole santa in terra.

Conoscendo il mio pollo avevo gia previsto come sarebbe andato il pomeriggio, ed i fatti non mi han smentita.

Quando una signora ha tirato fuori dei lavori, davvero belli, lei ha cominciato a consigliare ed a chieder più vole le stesse cose perchè non capiva le risposte...
Poi è saltata fuori a dire che "ah signora sapesse io quante di queste cose ho fatto in vita mia".. che per carità lei con ago e filo ci sa davvero fare, ma dal lato sartoriale; patchwork non ne ha mai mai fatto...
Poi son diventata io quella che le ha "rubato" da casa i telai e i bottoni, quando la verità è che appena sente odor di possibilità di sbolognar da casa qualcosa lo fa, e i telai e bottoni me li ha rifilati piantandomi in mano il sacchetto "tieni che ti servono" ... vabbè...
Poi non è stata lei ad autoinvitarsi, son io che, a come la racconta lei, l'ho praticamente implorata di accompagnarmi...
Poi salta su a dire di me "è incredibile che faccia questi lavori considerando che non ha mai preso ago e filo in mano" ... eh gia, e tutti i costumi che mi son fatta fin da che ero ragazzetta, vincendo anche un premio, contano niente no? E non conta che fin da piccola con la mia amica il gioco del pomeriggio fosse "cuciamo i vestiti ai peluche" (si con ago e filo e stoffa)
E allora la questione è cambiata in "le ho insegnato io" si come no.... insegnato, forse, a non chiederle nulla perchè con lei non c'è spazio per la personalità, perchè per lei esistono solo due modi per far le cose, il modo suo e quello sbagliato...

Insomma nonna si è comportata esattamente come ci si può aspettare da lei, ma oramai so che se le si dice qualcosa si finisce a litigare, così mi son limitata ad alzarmi, andar all'altro capo del tavolo, e socializzare con le altre. Lei l'ho lasciata a chiacchierare con due signore, ma penso che dopo un po' o si son rotte loro o si è rotta lei di non capire, quindi si è estraniata dalla lotta e si è messa a legger non so cosa da una parte.

Chiariamoci, io a nonna voglio un gran bene, ma andar d'accordo con lei è una faticaccia, anche perchè lei fa sempre di tutto per render le cose difficili e andar d'accordo con lei o no è questione rimessa alla sola buona volontà della controparte, lei non fa nulla per facilitar la cosa.
Ma chiunque la conosca fugacemente per il tempo di un pomeriggio scarso dice che è tanto cara, gentile, in gamba... incredibile come non sia tutto oro cio che luccica.

Vabbè, capirete che è stato un pomeriggio piuttosto stressante, son tornata a casa con un bel mal di testa, e ancora non me ne sono liberata.
Andrò a dar sfogo ai neuroni creativi, così magari mi passa un po' :)


tagz:

luoghi comuni


Ok sarò acida, ma io non ne posso più delle solite domante, solite risposte, solite reazioni. E di dover dare le solite spiegazioni.
Ma perchè la gente non si fa un piatterello di fatti suoi?

Son stufa che le prime due domande che mi rivolge quasi chiunque debban essere "quanti anni hai" seguita da "hai figli?" o addirittura "quanti figli hai?" e di vedermi guardata come folle quando rispondo "no e non ne voglio" senza contare quando mi chiedono "e allora che ti sei sposata a fare?" come se per far figli si dovesse esser sposati, e se l'unico scopo del matrimonio siafar figli.

Son stufa di "biologia marina? MA CHE BELLO!!!!" e "anche il fratello del cugino del cognato del vicino di casa di uno che conosco ha fatto/voleva fare biologia marina"

Son stufa di "ma come mai non trovi lavoro? ma è mai possibile?" seguita da "ma nemmeno a genova?" come se genova fosse la santa mecca dei biologi marini, solo perchè c'è un acquario famoso.

Son stufa di "ma come sei biologa marina e mangi il pesce?" e di dover rifilare la solita risposta preconfezionata "a me il pesce piace dalla nascita in mare alla morte in padella".

Son stufa di "ohhh poverina hai studiato tanto per niente"... e chi dice che sia stato per niente!

Bah son stufa di un sacco di cose, da un lato capisco che se per me è la centomillesima volta che mi sento dire una cosa, per chi me lo dice è la prima volta, dall'altro lato cio che mi vien voglia di fare è di non dar più alcuna risposta a chi mi dice per l'ennesima volta la solita cosa, il solito luogo comune, per altro ben poco intelligente.

Oppure mi faccio una maglietta con su scritto "SI son biologa marina SI mangio il pesce NO non lavoro a genova... hai domande intelligenti ora?" :p

 


tagz:

Gli altrui giudizi

by orkaloca October 11 io me * cinismi

Una cosa davvero divertente, ieri, è stata mettermi in prossimità del mio quilt, fingendo di osservare assorta i quilt vicini, e intanto allungar l'orecchio ai commenti dei visitatori sul mio quilt :p

Ovviamente ci son stati commenti benevoli e altri molto meno, chi gradiva i colori e chi no, chi apprezzava l'uomo dipinto e chi non reputa il dipinto tecnica degna del quilt... insomma i gusti son tanti quanti son le persone.

Ma il commento che mi ha fatta pù sorridere è stato quello di una ragazza che, indicando il mio nome sul cartellino attaccato al quilt, dice all'amica "lei mica è tanto simpatica nè"

Vi giuro ho faticato a non scoppiare a ridere.

Non me la prendo certo perchè so benissimo che io non sono il tipo di persona che conosci e dici agli amici "oh è una forza della natura, simpaticissima, ti fa sbellicare!"... no io sono più il tipo di persona che o si odia o si ama. Per questo ho pochissimi amici, ma quei pochi che ho, cavolo se son buoni!
Io non sono il tipo che pice a tutti, lo so, e non intendo far nulla per questo, che non reputo un difetto.

Quel che mi ha fatto tanto ridere è stato che il suddetto commento è venuto da una ragazza che mi conosce talmente bene da... non accorgersi nemmeno di avermi li a fianco!

AHAHAH!


tagz:

Il grande giudice


(ci sono post nuovi sotto a questo, che rimarrà primo fino al 13 ^_^)

E dopo il sabato godereccio ecco arrivata la tanto attesa domenica, attesa perchè non vedevo l'ora di andar in fiera, di vedere i quilt del concorso "siete pronte a peccare" (più di 80 quilt!), e di assistere alla premiazione.

Ma andiamo per ordine... i ragazzi di DireFareQuiltare hanno organizzato, in collaborazione con la QuiltItalia, Bernina, Alexandra editrice e altri sponsor, il concorso nazionale "siete pronte a peccare?" a tema, indovina un po', peccati capitali.
Il lavoro doveva aver le misure prestabilite di 15x150cm e ad ogni peccato era stata assegnata una serie di colori che andavan rispettati. Si poteva scegliere il peccato o chiedere una attribuzione casuale.
Io chiesi il peccato a caso e mi arrivò il kit di stoffe per ... la superbia! Colori dominanti blu e viola. non vi nascondo la mia gioia.

E allora via col brainstorming per trovare l'idea... anzitutto ho deciso che avrei fatto una scena unica, non un insieme di 10 piastrelle 15x15, poi ho escluso a priori tutte le idee classiche correlate alla superbia, pavoni, piume e compagnia bella.
Dopo un pensa e ripensa, chiedendomi cosa sia la superbia e chi sia il superbo, ecco che mi rispondo che il superbo è colui che giudica (ok lo ammetto ho fatto anche considerazioni teosofiche religiose ma ve le risparmio :p).
E quindi ho deciso di rappresentare il superbo ma facendo si che l'osservatore sia al contempo l'oggetto della superbia.

Una volta avuta l'idea però arriva il secondo problema: come renderla e realizzarla?
Per questo ho passato un bel po' di tempo a studiarmi l'effetto prospettico per far si di mettere il mio giudice in alto rispetto al'osservatore, e a studiarmi le luci e ombre per far si che, in qualsiasi punto sia l'osservatore, il dito giudicante indichi proprio lui.
In pratica ho ricreato l'effetto del dito che ti "segue" se cammini davanti al quilt. :)
Per la fisicità e la muscolatura invece ho usato un atlante di anatomia che ho nella mia libreria da che ero meno che ragazzina e che mi è stato utile in ogni fase della mia vita... dalle medie al liceo, all'università, e perfino ora :)

Ecco come è nato il mio "il grande giudice", lavoro che mi è valso la vittoria del 3° premio al concorso :) e ora ve lo presento:

Vorrei farvi vedere una foto della premiazione, ma la realtà è che non ne ho perchè ho lasciato la macchina fotografica a Lone, ma lui con la mia macchinetta ci litiga, così l'unica immagine a fuoco è anche la meno significativa. Sigh :(
Anche senza foto comunque son soddisfazioni che restano in mente! :) Anche perchè stavolta ai premiati è stata data possibilità di parlare, e dire due parole sul proprio lavoro. Bello bellissimo *_*

E ora? Ora avanti il prossimo! ^_* Stavolta ci sarà da ridere, si lavora in seta!


tagz:

Cose fatte e da fare

by orkaloca October 7 io me

Post in aggiornamento continuo

FATTE:

Dalle 8.15 alle 10.30:
Comprare scarpe per il vestito
Comprare macchina-mulo nuova
Comprare scatola per trapunta (mi ci vorrebbe un container altro che scatola!)

Ore 11.48: Togliere imbastitura e marche blu
Fare biglietto d'auguri: 18.47 fatto
Farmi pochette (rossa? nera? doubleface rossa E nera ^_*: 20.55 fatto

DA FARE:

Fare (12.44 fatto) e mettere bordino (questi quasi 10mt di bordo da cucire davanti macchina (14-17) e chiudere dietro a mano!)
Fare (14.20 fatto) e cucire l'etichetta

Ovviamente con tutto questo correre il malefico brufolo da agitazione ha gia fatto capolino -_-


tagz:

L'aldilà dei pesci


Ieri c'è stato il Quilting Day lombardo a Monza, al Collegio Guastalla, e io, ancora novella dell'ambiente, ci son andata.
E' stata una giornata stancante ma bella, si è cucito, chiacchierato, ben mangiato, assistito a dimostrazioni e perfino... cantato!

In contemporanea al QD,e per tutta la settimana precedente, al collegio, è stata allestitia una mostra di quilt a tema "tra fantasia e realtà" e chi voleva poteva inviare il suo lavoro. Niente giurie, solo un voto popolare.
E io potevo farmi scappare l'occasione? GIAMMAI! Ma cosa fare?
Ho escluso a priori tutta la plettora di creature più o meno mitologiche e fantastiche, troppo scontate dai ^_*
Poi l'epifania m'è giunta mentre friggevo dei finticini (come i sofficini, ma di sottomarca del supermercato :p)... chissà come mi è venuto di pensare ai pesci volanti. I pesci volanti esistono, non volano però, in realtà fanno solo dei lunghissimi salti fuori dall'acqua. Saltan a pelo d'acqua e riescono ad uscite in un punto e rientrare in acqua 50/60mt più in là. Non han nulla dimagico, sfruttano delle materialissime leggi fisiche, ma vederli far questa cosa lascia incantati.
E allora ho pensato che magari i pesci volanti nel loro paradiso volan davvero e han davvero le ali. Come le farfalle.

Trovato il soggetto è stata la volta della tecnica. Come farlo? Beh, c'era una cosa che mi frullava in testa da un po', e così ho giocato. Ho realizzato il lavoro su un singolo pezzo di cotone nero, componendo il disegno col solo trapunto, utilizzando fili di cotone e fili metallizzati.

Nel mio aldilà dei pesci i pesci saltan fuori dall'acqua, dotati di bellissime ali, e finalmente svolazzano felici, insieme gli altri pesci volanti.

Ecco a voi allora "l'aldilà dei pesci (volanti)"

dettaglio:

Devo dire che è stato molto apprezzato da chi l'ha notato. Peccato che l'abbian notato in pochi perchè la mostra è stata allestita in un salone con illuminazine non proprio ottimale, e ovviamente un quilt prevalentemente nero muore.
Pensate che i pesci di sfondo, che con una bella illuminazione si vedono benissimo, li eran praticamente invisibili. Ma pazienza, ho ricevto comunque mille complimenti per i trapunto :) e cio mi rende molto felice.

E nemmeno questo lavoretto è tornato a casa con me. Andrà in esposizione anche lui a bergamo, credo allo stand della quilt-italia. Così a bergamo avrò 3 lavori: questo, quello del concorso "foglie funghi e frutti di bosco" e quello del concorso "siete pronte a peccare?"

Comunque ieri la cosa più buffa è stata che tutte quelle a cui venivo presentata, che eran curiose di sapere chi fosse questa sconosciuta vincitrice di Rossano e Mantova, mi dicevano "ah ma sei così giovane???"

ghgh


tagz:

in barba alle poste!

by orkaloca October 1 io me * soddisfazioni

Le poste e l'efficienza han litigato tanto tempo fa. Poi si sa, han dichiarato guerra anche alla cortesia, alla gentilezza, agli sportellisti preparati e in ultimo anche ai prezzo abbordabili.

Quando mi son ritrovata a spedire un paccocelere3 ed a pagare 11.40€ invece dei soliti 9.10€ mi son girate un pochetto a elica, così mi son attivata per cercare un modo alternativo.
Ma l'alternativa alla fine son solo i corrieri, che costano ancora tanto per un privato... finchè...

Finchè non son incappata nel sito www.spedire.com
E' un sito che offre un servizio di spedizione in 24 ore, appoggiandosi a corrieri noti (TNT) e facendo prezzi più bassi delle poste!

E allora mi son detta "devo provare" e l'occasione è capitata l'altroieri.
Ho fatto il pacco col lavoro che ho fatto per il concorso di bergamo, l'ho misurato e pesato.
I passi successivi son facili: si va sul sito, si fa la procedura per la prenotazione del corriere, con misure del pacco e destinazione, si paga.
In pochi secondi mi è arrivata la mail coi documenti da stampare, uno da dare a mano al corriere, l'altro da appiccicare sulla scatola.
Questo il 29 sera. Il 30 pomeriggio è arrivato il corriere e si è preso il pacco.
Ora mi è appena arrivato uno sms "siamo lieti di informarla che il suo pacco è stato recapitato".

In definitiva ho potuto spedire un pacco spendendo 13€, contro i 16€ che mi avrebbero chiesto le poste a parità di servizio (paccocelere1) e:
- non mi sono mossa da casa
- non ho fatto file nè ho dovuto aver a che fare con sportellisti ottusi
- ho potuto tracciare il pacco
- il pacco è arrivato davvero in 24 ore

Ovviamente prima di lanciarmi avevo fatto le mie ricerche, e chi aveva gia usato questo servizio si diceva molto soddisfatto. Io confermo l'opinione.

Certo se dovete spedire lettere non conviene (il prezzo minimo è 9€) ma per spedire pacchetti, swap, regalucci eccetera conviene. Conviene anche per spedizioni che potreste spedire come raccomandata1 ma pesano più di 250gr. :)

Care le mie poste, mò non mi beccate più! :p


tagz:

Buoni propositi

by orkaloca September 30 io me

La mia trapuntina di guerre stellari, che fa fare tante belle nanne, è vecchia e lisa ma ci sono affezionata, e me la tengo sul letto.
Però vorrei una copertina dedicata al divano, un poco più grande di quella di guerre stellari, in modo che mi ci possa avvolgere meglio.

Ed ecco allora il buon proposito: MI FACCIO UN TRAPUNTINO PER ME!

siii certo come no :p forse per quando avrò 80 anni...


tagz: