Acqua & Mare
Il Blog di OrkaLoca

E per oggi dico solo.....


 

BRRRRRRRRRRRR

 

BAMBINI!!!!!!

 


tagz:

Paranoiaaaa

by orkaloca March 11 emozioni * io me * paure

Sono a Palazzo Forti e c'è il mio quilt esposto con gli altri quilt del concorso.
E' tutto bellissimo se non che proprio davanti ai quilt hanno messo il tavolo del rinfresco. E' strano perchè l'unica cibaria presente, in molte ciotole, è tonno sott'olio. In mille varietà diverse, a tocchetti, a filetti, ma solo tonno sott'olio non sgocciolato.
Vedo arrivare una sciura, vecchia, con la pelliccia. guarda i quilt... quindi decide che un pezzetto di tonno ci starebbe proprio bene, affonda le sue crespose dita nella ciotola più vicina e prende un filetto di tonno sgocciolante oliume.
Lo mangia con gusto quindi, non trovando un tovagliolino..... SI PULISCE LE MANI SUL MIO QUILT!!!!!!!!!

Inutile dire che mi son svegliata in un bagno di sudore -_- 

A me vincere premi fa male! -_-


tagz:

la risposta a tutto

by orkaloca February 10 io me

NO

tagz:

c'è sempre chi sta peggio

by orkaloca February 4 io me * animali

Se anche mi sento come una medusa, 99% acqua, incapace di spostarsi di propria volontà, in balia delle correnti, sul menu di parecchie altre bestie...


(foto by Cheryl Ames)

Almeno non mi sento come uno ctenoforo, 99% acqua, incapace di spostarsi di propria volontà, in balia delle correnti, sul menu di parecchie altre bestie... e basta muovergli una mano davanti per farlo disgregare e morire. (però è bellissimo! La foto non rende, visto vivo e dal vero gli arcobaleni che lo percorrono si muovono su e giu!)


(image by Edith Widder)

Sempre essere ottimisti! :)


tagz:

equilibrismi

by orkaloca February 3 emozioni * io me

Oggi mi sento come una medusa nella burrasca in un mare infestato di tartarughe marine.

Passerà


tagz:

Memorie: orka e l'inglese

by orkaloca January 8 io me * amarcord

Credo di non aver mai raccontato di come ho imparato l'inglese, e di come l'odio palese e dichiarato si sia trasformato in amore sfegatato.

Tutto cominciò nel lontano '91. 20 anni fa, mamma mia se fa effetto.
All'epoca avevo 11 anni e mi trovavo ad affrontare le medie. Quando ero giovane io non si studiava lingua alle elementari, il primo approccio con le lingue avveniva alle medie.
All'epoca eravamo anche sull'orlo di un trasloco. Io avrei fatto il primo anno nella scuola milanese, ma poi avrei fatto seconda e terza nella scuola di campagna.
Dato che non si sapeva bene quale lingua avrei trovato nella scuola nuova, e dato che la scuola milanese ne dava l'opportunità, il primo anno ho fatto una classe bilingue: inglese e francese.

Col francese non litigavo granchè, ma con l'inglese... uhhh che dolori.

Anzitutto la prof, me la ricorderò finchè campo, vecchia arcigna (probabilmente 50enne ma a me pareva una mummia e così me la ricordo), con la vocetta stridula e questo cappotto col collo di "penne di fagiano" (la genitrice mi disse che in verità era un qualche mammifero ma io me la figurerò sempre con le penne di fagiano al collo).
Era una fanatica del metodo "full immersion", prendi un pargolo, sbattigli in faccia l'inglese, e vedi che accade.
Così il primo giorno entra e inizia a strepitare "AHHH STENDAP STENDAP! SCIATAP! SCIATAP! SITDDAUN!"

EHHHHH???? O____O

Fu dannatamente traumatico, io che non avevo mai sentito una parola di inglese non ci capivo una mazza!

Poi aveva questo modo assurdo di spiegare la grammatica... esempio: composizione delle frasi affermative ed interogative, e me lo ricorderò a vita dato che fui la sua cavia.
Mi indica, quindi mette davanti a se queste due pile di cartoncini. Una pila conteneva i pronomi personali (I, you, he, she, it, we, they), l'altra pila conteneva le coniugazioni del verbo essere (am, are, is).
Sceglie due cartoncini e li tira su davanti a lei. Capisco che vuole che li legga, ma badate che non ne capivo il perchè. Leggo IT - IS. Cosa vuol dire non lo so, ma forse se glielo leggo poi mi lascia in pace.
Invece no, lei fa una cosa strana... inverte l'ordine dei cartoncini. E io vado in crisi. Che fa? Ma mica si spostan così le parole! Cioè se io affermo dico "lui è alto!" se chiedo dico "lui è alto?" mica si spostano le parole!
Ma cosa vuole questa da me! E perchè urla? Ma che vuole, si spiegasse!
Lei invece no, quel che fece fu iniziare a chiamarmi valentina. Si sapete VA-LENTINA perchè io alle cose non ci arrivavo.
Odiavo lei e quel che è peggio finii quel primo anno odiando con tutte le mie forze l'inglese.

Il francese invece mi era più amico.
Quando mi iscrissi, l'anno dopo, nella scuola nuova, scoprii che c'era la possibilità di fare o inglese o francese. Che ve lo dico a fare, iniziai a impuntarmi, io con l'inglese non volevo aver più nulla a che spartire.
Invece lo sapete come funzionano queste cose, ne seguì un bombardamento da ogni fronte a suon di "ma no fai inglese che con l'inglese vai ovunque" (tranne che in spagna ma questo è un dettaglio :p) così alla fine ho ceduto e fatto inglese.
Nella scuola nuova andò un po' meglio, ma c'è da dire che non ho mai brillato. Me la cavicchiavo. Continuavo a non sopportare i "ricopia il brano 3 volte" ed i "lissen en ripit" ma andava un pelo meglio.

Il periodo del liceo lo potremmo invece definire "nuovo incubo". Fummo sfigatissimi, non siamo riusciti a tenerci una prof di inglese per un anno intero. C'era quella che poi l'han trasferita, quella che è rimasta incinta, quello che se ne è andato, quella incinta che dopo essersi de-cintizzata è tornata, quello che voleva fare il simpaticone ma era un coglione, e per concludere quella il cui unico scopo doveva essere introdurci all'inglese scientifico con letture e discussioni (come previsto dal piano di studi del tecnico biologico) ma di argomenti scientifici non ne sapeva una mazza (tanto che sbagliò a correggere alcune domande nei compiti dell'esame, e quando glielo facemmo presente disse "ehhh oramai sono corretti". Stronza!)

Al termine del mio percorso di studi, dopo 8 anni di inglese, son uscita dal liceo sapendo sì le regole grammaticali, ma con un lessico poverissimo e senza esser in grado di metter assieme una frase più articolata di "de buc is on de teibol". Perfino nelle mie 3 settimane in irlanda son andata avanti quasi solo con "yes please" "no thanks" "how much is it?"

Poi per fortuna è arrivato internet, ed ha fatto il miracolo laddove uno stuolo di insegnanti inetti avevano fatto il disastro.
Perchè se cerchi qualcosa in italiano trovi 10, ma se cerchi in inglese trovi 1000. E così a furia di siti, community e video in inglese, il dizionario l'ho preso in mano sempre meno, ho compreso sempre di più il parlato ed ho scritto con sempre meno timore e più scioltezza.

Ora non posso dire di esser bravissima, e ogni tanto qualche parola la guardo ancora sul dizionario, ma posso comunicare efficacemente in inglese con frasi che siano qualcosa di più che non soggetto-verbo-complemento, posso affrontare senza difficoltà un dialogo (se l'altro non si mangia le parole), sono in grado di comprendere quasi al 100% video e canzoni in inglese.
Questo mi da grande soddisfazione. Mi fa piacere rendermi talvolta conto di aver usato una frase non scontata, un termine non basilare, e sopratutto mi son resa conto, ora che lo parlo scrivo e comprendo, che l'inglese è una lingua stupenda.

Peccato solo che l'ho dovuto scoprire da sola, mi sarebbe piaciuto aver maestri in grado di farmelo capire molto prima.


tagz:

commossione

by orkaloca January 5 emozioni * io me

Ok lo ammetto, mi avete lasciata di stucco, sorpresa e commossa.
Davvero non pensavo di aver ancora così tante lettrici affezionate, e che lettrici poi!

Mi avete lasciato parole bellissime e ve ne ringrazio di cuore.
Ma mi avete anche dato qualche spunto di riflessione. Ed è questo il bello dei blog e commenti.

Ecco qualche risposta che mi preme dare :)

MEM scrive: " 3 volte su 4 non riesco a scrivere in questo quadratino con le lettere colorate qui sotto"
Cara Mem credimi, quel codice, si chiama capcha, sta sulle balle anche a me. Solo che l'ho dovuto mettere perchè il blog, oramai ben indicizzato da google, aveva cominciato ad attirare commenti-spam come il miele attira le api.
Ne ho fatto a mano finchè ho potuto.
Vi dico un trucco, per essere sicure che il captcha funzioni correttamente quando siete nella pagina che vi pernette di commentare il post schiacciate il vostro tasto F5 prima di commentare. In questo modo ricaricate la pagina e siete sicure che il captcha sia corretto.
Non sto a spiegarvi perchè, la cosa è complicata e non del tutto chiara nemmeno a me, ma fidatevi ^_*

Chi dice che non sa cosa commentare su cose di cucito:
A volte si pensa di non poter dir nulla perchè "non del ramo" ma cio non è del tutto vero. Ad esempio se pubblico un lavoro chi non è del ramo non potrà giudicare la precisione di una cucitura, magari, ma potrà dare un parere sull'aspetto estetico ed eventualmente emotivo del lavoro. E questo per una come me che a volte si butta sull'artistico è importantissimo.
Ad esempio i colori usati vi piacciono o no? ne avreste sostituito uno? con cosa? un dato lavoro vi da tranquillità? o angoscia? Queste son cose per me davvero importanti da sapere :)
Questo solo per dire, non serve che siate cime nel cucito, potete commentare su altri aspetti di un lavoro :) non fatevi problemi.

Iagatabù invece ha espresso un pensiero che in verità mi rosica da tanto. Dice che l'altro blog è troppo serioso.
Ecco, ovviamente questo è un blog faceto, l'altro è un blog che vuole esser una vetrina lavorativa quindi troppo faceto non può essere, ma ammetto che di questo soffro anche io.
Era partito con toni estremamente seri, ora mi sto "smollando" e sto pubblicando anche cose di non molta serietà ma a me utili (ad esempio il progetto di "una foto al giorno".
Cio che mi trattiene dal farlo troppo scherzoso è anche, ed ora riderete, la lingua. Scrivo quel blog in italiano ed inglese. La parte in inglese non è tradotta automaticamente da qualcosa ma scritta di mio pugno.
Quando comincio a scrivere un post lo faccio pensando gia a come poi dovrò tradurlo. E se oramai ho confidenza col lessico e con la grammatica, ancora mi sfugge come in inglese funzioni l'umorismo. Non solo cosa sia umoristico per un inglese/americano/australiano (che per altro han un senso dell'umorismo molto diverso tra loro) ma anche, e sopratutto, come in inglese vengano costruite le frasi allo scopo di esser umoristiche o ciniche.
Così se sto scrivendo una cosa divertente in italiano e mi rendo conto che non saprei renderla in inglese, la cancello anche in italiano a favore di qualcosa di più semplice e meno colorito.
Questo mi spiace ma sono convinta che con ancora un po' di frequentazione di mailing list e blog in lingua la cosa migliorerà :)

Detto cio ancora vi ringrazio di cuore avete allontanato l'idea di chiudere dal mio cervellino :)

E state connesse che vi devo raccontare di come son giunta alla conclusione che le tedesche devon avere tutte dei davanzali molto grossi o molto bassi :p

 


tagz:

si ci sono

by orkaloca January 2 io me * orka con ago e filo

Anzitutto BUON ANNO NUOVO a tutti voi :)

State ancora facendo i serpenti sul divano, intenti a digerire? A me ci vorranno almeno 6 mesi per digerire tutto cio che ho mangiato in questi 10 giorni -_-
Però non mi faccio coglier contropiede dalla pigrizia, mi son gia messa all'opera.

Ieri ho dato il via ad un progetto che mi terrà occupata tutto l'anno. Poco tempo al giorno ma ogni giorno.
Ho dato il via, sull'altro blog, al mio progetto "una foto al giorno". Per quest'anno ogni giorno inserirò una foto. Lo scopo è migliorare la mia mano ed il mio occhio per quanto riguarda le foto, dalla composizione allo scatto alla "postproduzione" (che fa più figo di "come modificarle dopo") :p

sto pensando di avviare anche un altro progetto giornaliero, ma più avanti :)

Ora vi dico ciao, che vado a serpenteggiare ancora un pochino :)

bacione!

 


tagz:

MOVE

by orkaloca December 29 io me

Un anno fa scrivevo:
"In una mailing list che seguo è stata fatta la domanda: quale sarà la vostra parola d'ordine per il 2010?
Io ho scelto "NO LIMIT". Nessun limite... nessun limite a cio che posso fare, alla mia immaginazione, alla creatività, alle possibilità in qualsiasi campo... nessun limite dagli altri ma sopratutto nessun limite da me stessa. Basta con l'autocastrazione!
E tra un anno vedremo se ce l'avrò fatta :)"

In questi giorni nella stessa mailing list si chiede come sia andato l'anno, rispetto alla parola che si era scelta, e quale sarà la nuova parola per il 2011.
Ho scoperto con sorpresa chela maggior parte di chi aveva scelto una parola se l'è poi dimenticata.

Io invece l'ho presa molto sul serio. E cosa ho ottenuto?

Non mi son fatta limitare dalla paura, mi son buttata, ed ho aperto la mia partita iva.
Non mi son fatta limitare dal senso di inadeguatezza ed ho partecipato a un concorsino, poi uno più serio, e poi un altro, e un altro ancora, e in ognuno mi son piazzata, una volta prima, una seconda e due volte terza.
Ho mandato un altro lavoro per un concorso ma ancora aspetto notizie dell'accettazione, che arriveranno per il 10 gennaio.
Non mi son fatta limitare dai dubbi e ho cominciato ad insegnare e lo sto facendo con belle soddisfazioni.

Insomma affrontare ogni cosa col "no limits" in mente mi ha aiutata a far scelte, rivelatesi buone, forse anche solo perchè chi non risica non rosica :)

E ora? Ora è tempo di sceglier la parola d'ordine per il 2011, e questa sarà "MOVE!", letteralmente  MUOVITI.
MUOVITI perchè stando fermi non si combina nulla, quindi meglio poco ma far sempre qualcosa...
MUOVITI QUI E ORA per dare un calcione alla procrastinazione
MUOVITI per prendere qualsiasi buona occasione arrivi, qualsiasi occasione che possa comportare una crescita
MUOVITI perchè se hai un'idea la DEVI realizzare, e prima che sfumi meglio cominciare QUI E ORA.

Questo "move" può parer la stessa cosa del predecessore, "no limits", ma in verità è un concetto diverso, che indubbiamente ne è conseguenza quasi logica.

Ci rivedremo tra un anno per sapere come sarà andata, ma intanto voi che parola scegliete per il 2011?


tagz:

Hai visto l'albero?

by orkaloca December 23 io me * feste * cose di casa

Ebbene si, all'alba del 23 sera anche noi abbiam fatto l'albero!
Mi servono più luci, terremo presente il prossimo anno.
Ora che è finito e acceso Dakota sta facendo il controllo qualità ramo per ramo, pallina per pallina.

PS: la prima foto non è storta, è ARTISTICA! :p


tagz: