Acqua & Mare
Il Blog di OrkaLoca

Riproviamoooo

by admin August 23 io me

Allora, riproviamoci.Si l'ho gia detto duemillemila volte ma stavolta c'è una differenza: Not

Allora, riproviamoci.
Si l'ho gia detto duemillemila volte ma stavolta c'è una differenza:

Notato niente di diverso qua attorno? :p

Il vecchio blog non andava affatto bene, ed era il motivo per cui non lo usavo più.
La piattaforma su cui si basava era oramai obsoleta e presentava più bug che cose che funzionavano. 
Facile rompersi le palle quando non ti si caricano le immagini, i filtri antispam non funzionano, ti si pubblica un post si e uno boh mah chissà.

Aveva di bello la grafica ma che me ne faccio di una grafica che non uso?

Così, scoperto che la piattaforma di base è stata rilasciata in versione aggiornata, ho preso il marito e gli ho detto quella frase che nessun uomo vuol sentire mai:

"DOBBIAMO PARLARE" 

Ho deciso di sacrificare grafica e template (di questo blog ma soprattutto di quello creativo www.orkaloca.com ) pur di avere un sito funzionale. Una cosa che se voglio postare un'immagine, me la posta, per dirne una.

La grafica son confidente che qui riuscirò a ricrearla, con un po' di pazienza. Sul sito creativo è da vedere. 

Vediamo se ora mi viene pure estro di tornare a scrivere qui. Cosa che negli ultimi tempi ho spesso tentato di fare in realtà, soccombendo ai problemi tecnici. 

Vediamo.


tagz:

troppo bello per esser vero

by orkaloca February 17 io me

Al giorno d'oggi ci sono servizi di stampa che ti personalizzano pressochè qualsiasi cosa. Ebbene l'altro giorno mi è venuta l'idea di farmi fare una cosa personalizzata con foto (non posso ancora dire cosa) così ho inziato a cercare qualche servizio che lo facesse. 

Google non si risparmia i suggerimenti ma guardando i servizi italiani vedo che o non hanno l'articolo, o non personalizzano come serve a me, o lo hanno, lo fanno ma devi ordinarne almeno 20000. E se ne puoi ordinare uno costa un rene.

Quasi sto per rinunciare quando incappo in un forum dove in un post, ben nascosto, un utente consigliava e linkava uno stampatore.

In Ammmerica. 

Vado a vedere il sito e non solo fa quello che voglio, come lo voglio, quanti ne voglio, ma costa meno della metà di quanto avessi preventivato di spendere.
Uno normale dice "oh che bello"
Io dico "seee ci sarà la fregatura. Tipo che costa così poco ma poi ogni foto che carichi costa un rene"

E il fatto che io non trovi scritto da nessuna parte riguardo i costi nascosti invece che tranquillizzarmi mi fa sospettare ancora di più.

Ma dato che finchè non ti chiedono la carta di credito non c'è grosso rischio mi dico ok, provo a iscrivermi. Mi iscrivo e... mi danno pure il buono sconto nuovo iscritto. 

No vabbè, c'è SICURAMENTE la fregatura!

Ma oramai son troppo curiosa, così vado avanti e inizio a creare il mio progetto col loro editor, pensando che di certo quando avrò finito e avrò messo il progetto nel carrello mi troverò un costo assurdo per aver caricato X foto.
Finisco, metto nel carrello, guardo il prezzo. Riguardo il prezzo. 

No vabbè questi non han capito niente di economia (o forse han capito tutto)... 

Inserisco il codice sconto "nuovo utente"... riguardo il prezzo... son sempre più perplessa.

Va bene, proviamoci, mi dico.... "COMPRA"

Sulla carta di credito han scalato proprio quello che dicevano.
Ancora mi sto chiedendo dove stia la fregatura :p

Vedremo quando (se) la cosa arriverà  


tagz:

Alla ricerca della felicità

by orkaloca December 4 io me

Essendo iscritta a vari siti di MOOC (massive open online courses, corsi online di carattere universitario, alcuni anche con certificazione) mi arrivano spesso le newsletter.
Settimana scorsa me ne è arrivata una che presentava i corsi in partenza sul sito e ce ne era uno che mi ha attirata.
"La scienza della felicità"
Vai, iscriviamoci.

E' la prima settimana, sono a metà del materiale di "studio"... già sento il mio livello di acidità aumentare

MOLTOBBENE :p 


tagz:

Esperimento social-personale

by orkaloca November 28 io me

Siamo sempre più connessi, più social... diciamolo più cazzeggianti su internet, ove a farla un po' da padrone è FaceBook. 
Piazza telematica che offre la più alta forma di democrazia: parola libera a chiunque.
Ed è una tragedia.
Ieri l'ultima goccia che ha fatto traboccare il mio personalissimo vaso, che andava riempiendosi di bile gia da tempo. Una scemenza, il solito appello strappalacrime che a voler spendere 10 secondi su google si scopre esser una bufala. La scemenza che ti fa urlare "ma possibile che facebook, con la sua filosofia del tutti dicano tutto e condividiamo qualsiasi cosa, mandi così il cervello in pappa?" 

Alla bile traboccata ed al sangue ribollente aggiungete l'ormone dominante ed ecco come è nata l'idea.

SCAPPO DA FACEBOOK

Non per sempre, intanto per 10 giorni. E vediamo che succede.
No non che succede in FaceBook, che nemmeno si accorgerà della mia assenza, ma che succede a me, nella mia vita, senza questo Grande Distrattore foriero più di incazzature che altro.

C'è chi ha fatto l'esperimento "10 giorni senza mettere like a niente" e chi ha fatto "10 giorni mettendo like a qualsiasi cosa". 
Io farò 10 giorni senza il sito. Non senza scrivere o senza interagire con altri ma proprio senza nemmeno digitare l'indirizzo nella barra.

Così ieri ho messo un bell'avviso nella mia paginella e oggi eccomi qui. Non a scrivere per disperazione, ma per liberazione (questo post era gia in previsione appena presa la decisione)

Cosa succederà? Si accettano scommesse :p

Intanto oggi ho combinato più di ieri ed è già qualcosa :)


tagz:

Yeeee il blog semestrale chebbello!!!!

by orkaloca July 27 io me

Ahah prendiamola con ironia, che c'è perfino chi ha organizzato la squadra di ricerca per sapere che fine avessi fatto :) (e grazie chè la cosa mi lusinga)

Volete un resoconto degli ultimi sei mesi? ma sì dai...

- Picasso satanasso ha compiuto un anno con noi ma mi sembra sempre molto meno. Lone dice che è perchè fa il pisquano. Ha scoperto il tetto e ci ha battuto in furbizia, ad ogni piano per non farcelo andare ha risposto con sonore pernacchie e andandoci comunque. Così ora ha libero accesso al tetto, la sera va a trovare i vicini, guardandoli dai lucernari, e passa le ore accucciato appena fuori dal nostro lucernario a contemplare il suo reame.

- Kota è sempre Kota, ma mooooolto più coccolona, dolce, carina... ho il sospetto che gli alieni l'abbiano rapita e sostituita con un altro gatto.

- Nala sta bene, dopo l'expo di Milano finita come avete letto, abbiamo fatto Lodi a marzo, prendendo l'eccellente che serviva e facendo diventare la mamma campione riproduttore. Tutti felici.
Abbiamo continutato i nostri allenamenti scemi da can da circo, giochiamo, ce la spassiamo, abbiamo partecipato a due esposizioni locali in notturna (quelle non ufficiali dove si vince il prosciutto, per capirci) dove abbiamo portato a casa anche buoni risultati e l'ho portata a fare lo show alla sfilata canina paesana, e li ha dato il meglio di se guadagnandosi una supercoppa per essere il cane più simpatico ( a voi il video QUI)

- Giardinaggio... perchè ebbene si mi son data al giardino, cioè al terrazzino, ma ovviamente a modo mio. Niente vasi di terra ma un bel sistema idroponico, in cui, cioè, le piante crescono senza terra ma con le radici direttamente a mollo in una soluzione nutritiva che circola nei vari contenitori. Molto più scientifico che con la terra, e sarà forse proprio per questo che mi riesce. Ho pomodori, pomodorini, peperoni, peperoncini, zucche, melanzane e tante tante fragole, che stan mandando stoloni come delle dannate quindi dalle 12 iniziali penso che per il prossimo anno ne avrò millemila.
Ho anche tentato la germinazione di coste e cavoli, son nati, li ho messi nell'idroponico, vediamo ora se crescono.

- Pesci... la famiglia è aumentata. A marzo l'acquario si è ingrandito e son passata da 30 a 100Lt, con i soliti due pagliacci che ora sono in simbiosi con un corallo e un nuovo pèesciolino. Ho poi preso una nidiata di pesciolini da crescere perchè volevo tentare la cura dei piccoli appena nati e in effetti sta andando bene.

- Lavoro... al solito, vita da atipica, parco e acquario, brrr bambini... annata sottotono comunque, sarà la crisi del 9° anno.

- Quilting... vita piatta, o per meglio dire molto attiva ma per gli altri e per la gloria. Da che son entrata nel direttivo della QI non ho praticamente piu fatto niente per me, è stato un anno di pausa dai lavori vere, per star dietro al sito e alle cose internazionali e a tutto cio che comporta far andare avanti un'associazione. Il mandato scade a gennaio, ancora 6 mesi e poi toccherà rifarsi un lavoro e una immagine. Di buono c'è che ho imparato cose e conosciuto gente. E anche approfondito le mie nozioni riguardo l'animo umano, tutto fa curriculum.

- FB... ahhh il grande distrattore. Come tanti son approdata la e ho abbandonato il blog. La cosa nuova è che inizia a starmi stretto. Ok il microblogging da 3 righe è comodo e è bello poter condividere al volo foto col cell, ma oramai è sempre piu un ricettacolo di puttanate e vetrina della generale intelligenza e capacità critica. Tremendo. E demoralizzante.
Poi ci sono pure volte che vorrei esprimere pensieri in modo più articolato che in 4 righe, ma si sa che non vengono letti e così non lo faccio. Da un lato mi manca il blog per questo, dall'altro sento il bisogno di modalità espressive completamente diverse. Penso sempre più spesso a un videoblog ma gia so che non avrei la pazienza di star li a editare, caricare su youtube etc.

Scriverò sui muri :p





tagz:

tecnologica mio malgrado

by orkaloca December 18 io me

Nel caso non lo sapeste ancora, io sono piuttosto refrattaria ai cambiamenti di un certo tipo.
Posso buttarmi a occhi chiusi in una nuova avventura di vita ma non fatemi cambiare versione dei miei programmi preferiti. No nemmeno gli aggiornamenti scarico.
Perchè su questo sono giurassica, e poi è un dato di fatto, come aggiorni qualcosa che va a meraviglia non ottieni che vada meglio ma solo che abbia più bug.
Se poi cambi la versione apriti cielo, devi praticamente reimparare da capo a usare il programma.

Così io son andata avanti con (credo fosse) windows97 finchè non mi han forzatamente fatta passare a XP... passare al nuovo pacchetto office è stato un calvario. Gia Word non è mai stato collaborativo, doverlo addomesticare da capo m'ha fatto venir le bolle.

Io sono di quelle che il telefono deve telefonare (magari mandare sms, toh), il computer computerare e la macchina fotografica deve fotografare. PUNTO.
Mica come oggi che la macchina fotografica pubblica direttamente su facebook e youtube, il telefono fa foto migliori delle meglio macchine e i computer si usano per telefonare via skype.
Si sono giurassica ve l'ho detto!

L'ultimo telefono che mi son comprata di mia spontanea iniziativa, qualche annetto fa, è stato... un Nokia 3310. A 29€. Quando son entrata in negozio e l'ho chiesto la commessa mi voleva rifilare un modello più avanzato a 39€, non vi dico la faccia quando le ho detto che piuttosto avrei preferito un modello MENO avanzato.

E il 3310 è andato avanti favolosamente... poi però andavo in giro per mercatini con le mappe stampate sui fogli, a Cla serviva il pretesto per cambiare cell, così con un gran sorrisone mi ha detto "prendo il cell nuovo così posso passarti il mio smartphone, che ha il navigatore e non ti perdi per i campi!"
Hai capito!
Così ho ereditato il mio primo smartphone, un htc (bianco).

Che è durato un bel po', finchè Cla, che è omino tecnologgico, non s'è voluto prendere il cell nuovo.
Indovinate chi ha ereditato il suo secondo htc (nero)? ESATTO! Io.
Ma dato che io le cose le cambio solo se costretta, il nero l'ho messo in uso solo quando il bianco ha deciso di esibirsi in un tuffo tonnato carpiato dalla mia tasca al fondo del canale dei Salmerini al Parco Ittico. (comuque funziona ancora)

E ora? Ora che avevo appena iniziato a capire come usare il nero, ora che stavo instaurando con lui un rapporto di fiducia e rispetto... Indovinate un po' ho ereditato, non dal marito stavolta, uno smartphone più figo (e grande, una mattonella assurda) sul quale ammetto ho sbavato non poco perchè fa foto assurdamente belle.

Risultato?

NON CI CAPISCO UNA MAZZAAAAAHHHH
litigo per prendere le telefonate, per trovare le cose e per farlo connettere quando e come voglio io.

Però fa foto fighissime nè, sopratutto perchè tu clicchi e lui scatta! Non come altri che tu clicchi e lui forse... aspetta... finisco il caffè... ok son pronto... sistemata al ciuffo... scatta! XD

Son certa che ci capiremo... prima o poi ^_^


tagz:

La lista di natale svergognata

by orkaloca December 17 io me * cazzeggiando

Quando si è piccoli fare la lista di natale ha un suo magico fascino, non si vede l'ora di farla, non si ha l'imbarazzo della scelta nè la vergogna di metterci l'impossibile, e poi si manda la mamma a spedire la letterina a Babbo Natale e si inzia a sperare.
Per i genitori è un modo per saper cosa commissionare ai parenti e in fondo è anche un modo per far fare esercizio di scrittura ai bimbi in età scolare.

Poi si diventa ragazzini e si relega la lista nel cassetto delle cose da bambini, che non si faranno più.

Almeno fino ai tardi vent'anni.
A quell'età l'arrivo del natale non è preannunciato dai panettoni nei supermercati ad ottobre o dalle luminarie a novembre, NO!, è preannunciato dalla gente che ti chiede "cosa vuoi a natale?
E li vai in crisi perchè per tutto l'anno hai pensato "questo mi servirebbe, devo ricordarmi di chiederlo per natale" ma quando ti fanno la fatidica domanda qualsiasi desiderio si cancella istantaneamente dalla mente.

Allora per evitare l'immancabile faccia da mucca che guarda treno, mentre bofonchi qualcosa tipo "mah hemmm non so, ma niente...", si ricomincia a fare la letterina (a Babbo Nachele stavolta).
Così si è pronti "cosa vuoi per natale?" VOILA' "ho fatto la lista!".
Comodo per tutti, così non rischi, si spera, di vederti arrivare un set di lenzuola matrimoniali firmate Peppa-Pig :p (e se ve lo state chiedendo... sì ESISTE)

E così è che anche quest'anno, come faccio da qualche anno a questa parte, ho scritto la letterina a Babbo Nachele e me la son messa in nota su FB.
All'inizio ci ho messo fondamentalmente solo cose che effettivamente necessiterei, poi ho messo cose a budget ridotto, e poi ho pensato fanculo la dignità, e ci infilato una cosa così svergognata, costosa e impossibile, che mentre la scrivevo sentivo il coro dei bimbi disegnati sul mio calendario dell'avvento (quello coi cioccolatini dentro) cantare "si credici si speraci"

Ci ho messo la Nikon P520

Io sono fondamentalmente una Nikonista, la mia prima Nikon arrivò come regalo di laurea 10 anni fa, una coolpix 4500... una BOMBA! E ha fatto eccezionalmente il suo lavoro fino all'inizio di quest'anno, quando s'è fritto il tasto dello zoom. Ma rendiamoci conto, ha tenuto botta quasi 10 anni, e non è che l'abbia trattata proprio bene, specie quando ho lavorato nei villaggi e me la son portata dietro in spiaggia, in barca, sugli scogli...
A onor del vero funziona ancora e tutt'ora la uso per certe cose, ad esempio per fare le foto al microscopio perchè ha l'attacco giusto, ma lo zoom zoppo è una tragedia.

Per andare in giro, considerando anche il peso, la sostituii con una Xanti, robina, niente a confronto, però dignitosa. In realtà è una telecamerina con funzione di foto, trovata in superofferta, le recensioni eran buone, così è arrivata lei.
E anche lei ha fatto un buon lavoro, certo mai a livello della nikon, per molte cose la 4500 non si batte, finchè SCIAGURA IMMANE, a ottobre mi è caduta. Non da chissà che altezza, da 10cm, dal malefico minicavalletto appoggiato sul tavolo. Solo che quei 10cm son bastati a farla battere sulla lente e a farla rompere.
Nella sfiga la fortuna è che la rottura della lente frontale arriva proprio appena al limite del campo inquadrato e che il sistema di messa a fuoco funziona. Così in realtà la uso ancora ma tra le lenti ci sono le scheggine di vetro, così che, se non sto attenta, nelle foto vengono dei begli aloni a frittella.

Ancora sconvolta per la quasi perdita della 4500, provata dalla quasi perdita della xanti, ho iniziato a guardare in giro per qualcosa di sostitutivo.
Una tragedia!

Con Cla che mi mostrava modelli e io che gli trovavo tutte le mancanze... non ha zoom... non ha lo schermo orientabile... non fa le macro a distanza iperravvicinata... non ha le impostazioni tutte manuali... non fa video... no questa dicono che l'audio registrato fa schifo...

E poi mannaggialiturchi salta fuori la P520.
Eh ma non si gira lo scherm... ops si gira!
Eh ma le macro... ops le fa da 1cm!
Eh ma le manual... sì la puoi usare manuale...

Inutile dire che posso lasciarci il cuore, ma per averla ci si deve lasciare anche un rene e un polmone.

Comunque tranquilli, riesco ancora a fare come la volpe con l'uva, il difetto glielo ho trovato... non ha la funzione di scatto lungo quanto vuoi!
AHAH La 4500 ce l'aveva!

PI'CINQUEVVENTI...... APPPPRRRRRRRR

 

PS: dato che lo so che la genitrice leggerà qua, ci tengo a rpecisare che questo post non vuol essere una richiesta pressante, è solo una storia come un'altra. Se voelte potete pure regalarmi le lenzuola di peppa pig. Ok no, quelle no!


tagz:

E anche quest'anno si avvicinano...

by orkaloca December 13 io me

I TRE GIORNI DEL PANDOR!
Che quest'anno mi sa che diventeranno 5 perchè la vigilia, natale, santo stefano e poi forse il pranzo con le amiche e quello dai suoceri.

Ahh ma quest'anno mi sento bravissima, sto facendo regalini a pieno ritmo, complice il fatto che, chissà com'è, il mio cervello è convinto che sia il 20 dicembre.
Si come quando sei convinto che sia venerdi, che domani non si lavora, e invece è giovedi e preghi qualcuno di spararti che quella giornata, gia lo sai, non paserà mai.
A me invece la cosa va bene perchè m'è presa presto l'ansia da scadenza e son tutta un creare cucire incollare...

Quest'anno, più degli altri anni, si beccano tutti il regalino fatto a mano e guai al primo che si lamenta :p Potrei mordere.

E voi? Cosa state preparando di bello per Natale? ^_^


tagz:

Giudicossi


Forse ve lo ricordate, forse no, lo ridico comunque... due anni fa mi son imbarcata a cuor leggero in un'avventura rivelatasi più impegnativa del previsto: il corso per diventare giudice di quilt certificata.
Programmato dall'associazione inglese, il corso (unico in tutto il mondo non-america) aveva la durata di due anni ed era articolato in 6 "moduli" ognuno dei quali inerente un aspetto del tema. Per superare un modulo dovevo raccogliere dati e bibliografia, fare il lavoro assegnato e comporre una tesi da presentare. Se tutto era ok potevo passare al modulo dopo, altrimenti ciccia, rimboccati le maniche e rifai.
Perchè gli inglesi non lascian niente al caso nè abbuonano niente. Non dicono "ma si vabbè...". Son precisi e vogliono precisione.
E questo è giusto.
E questo ha fatto si che il corso fosse più tosto del previsto ma anche molto più istruttivo.

A maggio andai a edimburgo per la sessione pratica di "jurying" (selezione di quilt) e ad agosto ci eravamo lasciati che ero in partenza per birmingham dove avrei sostenuto la prova pratica di judging (valutazione dei quilt) nonchè esame finale.

Ebbene alla fine l'esame è andato bene bene, con una nota di colore buffa.
L'esame consisteva nel valutare 20 quilt in un'ora. Poi con la propria tutor esaminatrice si doveva discutere un quilt tra quelli gia valutati, giustificando la propria valutazione, e un quilt nuovo.
La cosa buffa è che la mia tutor, senza saperlo, aveva scelto come quilt "nuovo" proprio uno dei due quilt che io avevo mandato al concorso AHAH.
Chiedeva lo stesso quilt a tutti quindi quando è stato il mio turno le ho detto che non potevo valutarlo, essendo mio. E lei "REAAALLYYY?" tutta incredula :)

Tornata a casa mica s'era finito. Restava da scrivere la tesi, un lavorone che alla fine son venute tipo 120-130 pagine (la mia tesi di laurea era di 90, questo dice tutto). E poi dopo l'invio l'attesa del responso.

Ma alla fine è arrivato e... con un'ottima valutazione e tanti complimenti son stata promossa giudice! *_*

In Aprile andrò a ritirare il mio certificato, ma intanto ho gia ricevuto la chiamata per giudicare l'anno prossimo :)
E nel frattempo a ottobre ho fatto esperienza a Bergamo, giudicando i quilt del concorso annuale della QuiltItalia.

Ora vedremo se questa cosa dopo tanto impegno porterà anche qualche frutto, in Italia o all'estero :)


tagz:

spammers birmingham e reiki

by orkaloca August 6 io me * reiki * viaggiare

Non è che mi son scordata di questo spazio, è che sto cavolo di attacco di commenti spammosi perdura.
Ovviamente non su questo blog, ma lo vedo attraverso i commenti spazzatura che arrivano sull'altro blog, che è sulla stessa piattaforma di questo.

Cheppalle!

Taanta pazienza ci vuole.

Invece dopo tanta pazienza ed emossssione è arrivato il fatidico giorno, domani si parte per birmingham. Due giorni di Festival of Quilts, ma sopratutto sessione pratica finale del corso da giudice.
PAURISSIMAAAA

Infine ultimamente, per una serie di sincronicità, ho ripreso in mano in grande stile il reiki, che avevo un po' lasciato sedimentare nell'ultimo anno.
Ma lui è sempre li. Quando ti dicono che una volta iniziato è con te sempre mica scherzano.

Guardando qua e la ho trovato una bella frase e la copio qua perchè non la voglio perdere e penso che ben descriva cio che fa il reiki in ultima analisi.

"L’obbiettivo finale del Reiki è l’assoluta pace interiore. La forza di passare attraverso l’inferno e uscirne indenne e felice. "

Io la pace interiore ancora non so nemmeno dove stia di casa. Però devo dire che quando ho fatto quel famoso incidente il reiki mi ha davvero aiutata ad affrontare la cosa in modo costruttivo. Ok proprio indenne non ne sono uscita. Però felice si. :)
(ma questo non ditelo a mammàche sennò mi fanculizza :p)


tagz: