Acqua & Mare
Il Blog di OrkaLoca

inculate

by orkaloca December 9 incazzereccia * io me * lavorare

La mattina quando mi alzo la prima cosa che faccio è guardare la vignetta di eriadan, seguita dal controllo posta, e nella posta guardo gli annunci di lavoro.
Da un po' mi capita di ricevere annunci per "tecnico di laboratorio biomedico" che richiedono la "laurea in tecnico di laboratorio biomedico". Una triennale.
Insomma, mi son incuriosita e son andata a vedere cosa sia questo tecnico di laboratorio biomedico... e sapete che trovo?
Che è un nuovo corso, e che se si vuole fare il tecnico di laboratorio d'analisi serve questo titolo, e non più biologia, che da questo è stata surclassata per la professione.

Ecco, ora si che mi sento presa per il culo... per cosa ho studiato alla fine? Per nulla.
Credetemi, se quel pezzo di carta scritto e decorato a mano non mi fosse costato 300€, e non si intonasse così bene col colore del muro... mi toglierei proprio lo sfizio di bruciarlo!

E Lone ha espresso una grande e amara verità "otterresti di più a presentarti solo come diplomata"
Gia.
Però giran le palle nè.


tagz:

Non sempre va bene

by orkaloca December 5 incazzereccia * io me * mercatini * sgrunt

Per un mercatino che va benone, deve prima o poi essercene uno deprimente di quelli che non ci si tiran su nemmeno le spese.
Ecco, così è stato per me ieri.

Da un lato non avrei detto, dato che la giornata era bella, eravamo nella via principale del paese... insomma le potenzialità c'eran tutte.
Dall'altro lato c'è il fatto che era sabato, quindi la gente la mattina latita perchè va a far spese e simili, e il pomeriggio non so dove stesse... e poi penso che quasi tuttii rappresentanti dell'età di mezzo fossero partiti per il ponte, perchè non mispiego altrimenti il gap generazionale, dato che il 90% di quelli che c'erano erano under-20 o over-70.

E per di più totalmente disinteressati alle bancarelle... del tipo passo e non ti guardo di striscio!
Per dirvi io ho venduto giusto due cose, quella accanto a me ha venduto ma lei aveva le creme per il corpo e le sciure parevano gradire... le altre bancarellare han fatto nulla anche loro. Giusto la ragazza che faceva lavori a maglia ha venduto qualcosa e solo perchè aveva.... i cappottini per cani!
Devo mettermi a farli anche io eheh

La giornata poi è cominciata con un mezzo litigio con la farmacista. Gia perchè a me han dato posto davanti alla vetrina della farmacia, dicendomi di lasciare un passaggio tra gazebo e vetrina. E così io ho fatto, lasciando un 70cm, decisamente sufficienti ai curiosi per veder la vetrina. Tanto di più non potevo scostarmi, o non sarebbero più passate le auto nella via (che era chiusa ma ogni tanto qualcuna ne passava)
Beh la farmacista è arrivata e tutta scocciata mi fa "dopo sposti il gazebo avanti, che si deve vedere anche la mia vetrina! Altrimenti una cosa la fa a fare la vetrina!"
Al che le dico "va bene, però da sola non riesco. Se mi da una mano lo spostiamo subito"
Quella ha sbuffato ed è entrata in farmacia.
Dopo un paio di minuti ne è uscita portando attaccato al guinzaglio un gagnetto isterico rognoso come pochi. Per farvi meglio capire, immaginate il guinzaglio che va dalla mano della tipa al collare del cane, il cane contorto per tenere in bocca il guinzaglio e strattonarlo per tirarlo via dalla padrona. Il tutto con sottofondo di GRRRRGRRRGRRRGRRRGRRR. Lo so che a dirlo uno non ci crede, ma quel cane è andato via facendo questa scena ed è tornato facendo la medesima scena.
Proprio vero, gli animali finiscono per somigliare ai padroni :p
Comunque uscendo dalla farmacia la tipa mi dice ancora, quasi urlando "sposti il gazebo!"
E io le ridico "se mi aiuta lo sposto altrimenti non ce la faccio"
E lei incazzata "TROVI QUALCUN ALTRO PER AIUTARLA!"
Ah si? va bene! le ho urlato dietro "signò non può avere la botte piena e la moglie ubriaca!"
E il gazebo non l'ho spostato di un millimetro!

E figuratevi che tanto copriva la vetrina che perfino un bimbetto sotto il metro, passando davanti alla mia bancarella, ha visto l'albero di natale e i giochi della chicco nella vetrina!

Che poi... ma da quando le farmacie sono giocattolerie?

Certo che sta signora m'ha proprio fatta incazzare, il tipico esempio di persona che si lamenta delle cose della vita ma nemmeno morta alzerebbe il culo per cambiare qualcosa. E allora le cose non cambiano! TIE'

Poi ieri mi è capitata pure la sciura che m'ha chiesto lo sconto -_- over-60, mi chiede un prezzo, dodici le dico... lei mi sorride e fa "facciamo 10". Io le sorrido "no 12".
Perchè mi spiace, gia ho i prezzi all'osso, lo sconto mi rifiuto categoricamente di farlo. Per principio!
Io spendo per i materiali e spendo in tempo, tu gia solo perchè chiedi lo sconto svaluti il mio lavoro e personalmente mi offendi pure un po'. E io non intendo svalutarmi! Tanto più che sto lavorando proprio sul darmi il giusto prezzo.
Ha preso lo stesso la cosa e dandomi i soldi dice "ehhh li vuole proprio tutti"
Ma guarda, e cerca pure di farmi sentire in colpa!

Il peggio è che ci riesce pure.

E la cosa mi fa incazzare... non tanto con la sciura, che probabilmente è di quelle che contrattano pure il costo del pane... ma con me stessa. Perchè lavoro tanto sul non sentirmi in colpa se chiedo il giusto compenso, e poi basta una tizia con una frasetta a distruggermi tutto! ma che cavolo!
E si, ok, mi fa incazzare anche la sciura che non capisce che un mercatino di artigiani non è il mercato settimanale dove contratti 4 paia di mutande al costo di 3 e via così.

Ottimo, come vedete son gia abbastanza nevrotica e calda... son pronta per andare a pranzo dalla nonna e sorbirmi la zia sclerata -_-
Oggi pomeriggio mi servirà una camera iperbarica per decomprimere -_-


tagz:

Cose che ti fan girare le palle

by orkaloca October 29 incazzereccia * sgrunt

"Andare all'estero serve per comprendere nuove mentalità e tornare poi per cambiare il nostro Paese. Il dibattito sulla fuga dei cervelli spesso è falsato in Italia"

Detto da un ricercatore fuggito in America nel 2001 e che ancora sta la e sicuramente non ritornerà!
Ipocrita!


tagz:

Della pubblicità

by orkaloca October 10 incazzereccia

Io scrivo questo blog sopratutto per me.
Come effetto collaterale, piacevole certo, c'è che altri leggono e gli piace cio che scrivo e me ne danno approvazione, e ovviamente cio mi fa piacere.

Però se voglio farmi pubblicità me la faccio DA SOLA, e se voglio che il mio sito sia indicizzato in un aggregatore lo inserisco DA SOLA.

Dico questo perchè di punto in bianco oggi ho trovato il mio sito indicizzato in Bnetwork, così che ho ritrovato li il mio post sulla spagna, per intero, foto comprese, ma ovviamente senza alcuna indicazione dell'autore o del sito originale.
E il buffo è che per inserire un sito in questo network va fornito un nome, una mail, e il link al sito. Cosa che io non ho mai fatto, quindi qualcun altro ha avuto questa geniale idea.
Ovviamente senza chiedermi permesso alcuno.
Ovviamente mi sono incazzata alquanto.

Ho contattato al volo la redazione del network che per fortuna in tempo record ha eliminato dal sito il mio post, e ha messo in lista nera il mio blog così che non possa più essere indicizzato da loro.

Ora, io sono piuttosto sicura che nessuna delle persone che mi seguono e commentano abitualmente abbiano fatto un tiro simile, credo sia stato un tiro mancino di qualcuno che chissà perchè ha voluto fare uno scherzo di cattivo gusto, senza fare i conti con l'oste.

Ecco, caro furbacchione, vedi di volare da un'altra parte per cortesia!


tagz:

L'università mi stressa anche senza cominciare

by orkaloca September 14 incazzereccia * sgrunt

Il fatto è questo: devo pagare la tassa d'iscrizione.
Di solito mi arrivava il MAV a casa, si pagava, e la cosa finiva li, niente giri inutili in segreteria o simili.
Ma quest'anno dato che mi iscrivo da ripetente al 4° il MAV non mi è arrivato. Son dovuta andare in segreteria a prendere il MAV e dovrò tornarci dopo averlo pagato, per dare la ricevuta.
Tutto cio dovrei farlo entro il 30 settembre, ma dal 22 sono via, quindi va da se che devo farlo entro venerdi.

Oggi ho provato a pagare il MAV con l'home banking, grande invenzione, ma dopo 3 tentativi a vuoto, in cui il sito mi diceva che il codice non corrispondeva all'importo, ho sbuffato e mi son rassegnata a dover andare in banca.
Così dopo pranzo son andata in banca, e sapete che succede? Che nemmeno loro riescono a farmi il MAV! ARGH!
Per di più nel loro notiziario interno ci sono varie news riguardo problemi con le tasse universitarie, ma dell'università di milano non dice nulla.
E mo?

E ora devo tornarci domani, e poi magari dopodomani, e così via... sperando di riuscire a farlo in settimana!
In tutto cio la segreteria ovviamente non risponde al telefono -_-

UniSgrunt!

 ADDENDUM

Cioè, ma perchè la gente mi vuol fare incazzare?

Ho richiamato in segreteria, ho spiegato che non riesco a pagare il MAV, nè dall'home banking nè ci riescono in banca, e questa mi dice cosa? NON E' POSSIBILE!

No certo, e secondo te io mi diverto a inventarmi i problemi no?

Come sono incazzaaaaataaaaahhhh


tagz:

Che WeekEnd dimmedda

by orkaloca August 29 incazzereccia * io me * sgrunt

Ehhh gia è solo sabato mattina e gia si profila all'orizzonte un weekend schifo schifo.

Lone va a padova e io resto qua coi gatti. Ergo, ora son nevrotica, stasera sarò depressa, stanotte non dormirò un casso!

Stanotte la bestiaccia rossa m'ha buttato giu dal tavolo la scatoletta degli spilli. Spilli per tutta la sala ovviamente.

Son su dalle 7.30, gia che era presto mi son detta "cià che stampo quell'immagine che mi serve". Questione: l'immagine è grande e mi serve divisa su 4 fogli. Problema: non c'è verso di farlo fare nè a ACDsee, nè a PSP, nè alla stampante in se. Mooolto incassataparto alla ricerca di qualcosa che mi permetta di fare questa cosa. Sto provando ora il terzo programma, vediamo se è la volta buona!

E' iniziato il periodo delle cimici. Io ODIO le cimici.

Pessimismo e Fastidio!


tagz:

riflettendo sulle mamme

by orkaloca August 9 Privato * incazzereccia * cinismi

Usando internet da anni, e non essendomi risparmiata in fatto di comunity, forum, chat, blog, si può dire che acqua sotto i ponti ne ho vista passare tanta.
Quando si inizia a frequentare assiduamente un forum, o una chat, o un circuito di blog, si finisce per il fare la conoscenza di un sacco di persone, e con queste si va avanti, un po' come quando si era ragazzi e si aveva "la compagnia". Si è legati legati a pochi, ma poi si socializza con tutti quelli della compagnia e si va avanti assieme.

Quando gli anni passano la gente cresce, ha dei successi di studio o lavoro, si sposa, fa dei figli, e questo succede sia nelle compagnie che alle persone che si conoscono via internet.
Se poi si frequentano persone di età omogenea ci sono i periodi... il periodo che tutti si laureano, il periodo che tutti si sposano, il periodo che tutti figliano.
Ecco io penso che da un paio di anni il mio "giro" sia nel periodo che "tutti figliano"
E questo mi ha portato ad elaborare una riflessione un po' acidella :p

Mi riferirò al mondo dei blog perchè è quello che al momento frequento maggiormente... nei diari la gente ci scrive, chi più chi meno, i fatti propri, cose di vita quotidiana, insomma dai blog si vede che la persona li dietro è reale, e vive.
Le ragazze ci scrivono che han fatto shopping, o son state dal parucchiere, o dell'ultimo film visto o libro letto, delle rogne sul lavoro, dell'ultima discussione in casa, di ricette e hobby... insomma parliamo di tutto!

Questo almeno finchè non arriva un figlio.

Nel preciso momento in cui una scopre di essere gravida ecco che cambia, subisce una trasformazione in una notte.... e qui le donne si dividono in due categorie.
Ci sono donne che diventano DonneAncheMamme e altre che diventano DonneSoloMamme.

Quelle del primo sono quelle che pur gravide, e poi madri, non dimenticano di essere individui autonomi pensanti, separati dal pargolo. Pertanto nei loro blog si posson continuare a legger le solite cose, con l'aggiunta di argomenti riguardo la gravidanza od bebè.
C'è chi continua con un solo blog, chi se ne fa anche uno a parte per parlare della gravidanza e poi si finisce comunque a parlare di vestitini con le piegoline... insomma ci sono donne che non perdono la loro essenza ed individualità per una gravidanza/figlio ma che ne traggono arrichimento.

E meno male che ci sono queste donne perchè dall'altra parte ci sono le tragiche DonneSoloMamme.

Queste quando scoprono di essere gravide immediatamente perdono qualsiasi individualità, si fondono col loro feto, e da li finchè il bimbo non uscirà di casa per sposarsi loro si riterranno parte integrante del figlio, e peggio, riterranno il figlio parte integrante di se in un binomio inscindibile.
Queste madri si riconoscono al volo perchè appena restano gravide il loro blog (e quindi il modo di rapportarsi col mondo) muta incredibilmente.
Smettono di parlare di qualsiasi cosa non sia in argomento col loro pargolo nato o meno, per loro esistono ora solo ed esclusivamente dieteanti-gestosi, esami, ecografie.
Nei casi più gravi iniziano ad aggiornare una sola volta al mese per copiare il bollettino di sviluppo, lo conoscerete tutte, quello che dice "sei al terzo mese, il tuo bambino è lungo 7cm, pesa 14gr, e iniziano a formarsi glande o utero" e via così. Oramai ce lo siamo visto talmente tante volte nei blog che lo sappiamo a memoria!


Quando poi il pupo nasce, Dio o chi per esso ci salvi, ecco l'apoteosi delle donne annullate! Non esiste più lei come entità donna, e spesso nemmeno come entità madre... esiste solo un'entità figlio.
Così ci troviamo blog che nel migliore dei casi sono un racconto dettagliato di cosa la madre ha fatto per suo figlio quel giorno, quanti gr di latte gli ha dato, quante volte lo ha allattato e cambiato, quante poche ore ha dormito...
Nei casi peggiori ci si ritrova davanti a blog in cui la neo-madre si rivolge solo ed esclusivamente al figlio e non c'è verso di trovare un post diverso da "oggi hai aperto gli occhi e mi hai sorriso e mi si è sciolto il cuore, e hai scoperto i tuoi piedini e le tue manine e sei felice"
Per carità, non discuto sul fatto che alla madre si apra il cuore al sorriso del figlio, io mi sciolgo a vedere la mia gatta panzallaria, però diamine, donna, ritrova una tua individualità, cavolo!
Poi ci sono i casi senza speranza, quelli in cui un blog prima normalissimo diventa il blog di un lattante con post del tipo "Oggi ho avuto mal di pancia, ma poi la mamma mi ha coccolato e mi ha dato il lattino e ora sono felice... come profuma la mia mammina"

Ecco io queste cose proprio non le sopporto!

Ma dico io che vuol dire? Ma poi, se lo vuoi fare ok, ma apriti almeno un altro blog e chiamalo il blog di tuo figlio, come io avevo fatto il blog di pedalino, no che uno arriva al tuo blog per leggere di te, come stai, e si trova a leggere ste fregnacce! 

Donna! Renditi conto che pure con un figlio sei una Donna! Cavolo!
Capisco che la gravidanza ti scombini i neuroni, che il pargolo sia la cosa più bella che ti è mai capitata e che vivi solo per lui e che non sai come hai fatto prima senza, e via così via discorrendo, però renditi conto che TU sei una entità a parte! Anche perchè se non lo realizzi fin da subito, quando tuo figlio uscirà di casa che farai? ti sentirai privata di un braccio e renderai impossibile la vita a tua nuora ecco che farai!

Ecco come è possibile che ci siano madri morbosamente attaccate ai propri figli, cavolo, quelle il cordone ombelicale se lo tengono ben caro altro che tagliarlo!

Vabbè tutta questa pappardella giusto per dire che trovo tristissimo entrare in blog che pre-parto erano gioiosi, solari, allegri, e trovarci invece solo dei piatti resoconti della vita di un infante.
Ecco.

 


tagz:

Anatema ai ciclisti

by orkaloca August 5 incazzereccia * cinismi * sgrunt

No non a tutti, solo ad una categoria, purtroppo la più rappresentata... quelli che non han capito che:

IL CICLISTA NON E' UN PEDONE A RUOTE!

Cari signori ciclisti, vediamo di capirci, stelline belle, siete conducenti di veicoli a due ruote... VEICOLI, pertanto, che vi piaccia o no, siete soggetti al codice della strada e dovete rispettarlo, esattamente come auto e moto, specialmente quando non siete nella vostra bella pista ciclabile ma per strada.

Cari signori ciclisti, vi spiego una cosetta... avete presente quel cartello rosso ottagonale (cioè con 8 lati)? Che di norma è accompagnato da una bella strisciona bianca per terra? Ecco quello è un segnale di STOP.
STOP!

Non avanti,
non rallenta,
STOP!
FERMO!
IMMOBILE!

E' li apposta per i veicoli, auto, moto, e si, anche voi signori ciclisti!

No perchè poi hai magari anche il coraggio di lamentarti, stordita nonna in bici, se io passando (per tua fortuna assai piano) rischio di tirarti sotto quando tu, venendo da una strada secondaria con STOP, non rallenti, nè guardi, ma ti immetti spigliatamente e assai poco simpaticamente nella strada principale, proprio davanti a me!

Io sono sinceramente stufa diquesti ciclisti che si credono pedoni, in città sono dei pericoli per i marciapiedi, e fuori son dei pericoli per strada!
Basta!
Almeno facciamo come in svizzera, quelli a 12 anni fanno scuola guida e prendono il patentino per andare in bici per strada. Almeno imparano il codice stradale, checcazzo, mica come le nonne qua che non han la più pallida idea di cosa voglian dire i cartelli, e nemmeno arrivano a capire che se c'è scritto STOP forse, ma forse nè, vorrà dire STOP!

SGRUNT!


tagz:

Son d'un incazaaaaato...

by orkaloca July 7 incazzereccia

Stava andando tutto bene, nonostante la pioggia di stamane ero di buon umore, son andata in palestra, poi a casa, pappa, e poi ancora fuori per andare a fare gpl e benzina in previsione dello sciopero.
Ero soddisfatta, l'auto con tanta pappa era contenta, io pure... poi son arrivata a casa e mi son detta "cia che faccio partire la lavatrice.

Gia ieri avevo notato le spie accese, ma non mi son posta il problema, pensavo di essermela scordata accesa... la lavatrice fino al giorno prima era aperta e con varie cose dentro (perchè se il cesto si riempie la lavatrice funge da succursale) ma pensavo che cla l'avesse chiusa per poggiarci sopra qualcosa (abbiamo quella con carica dall'alto)...

Così oggi la apro con l'intenzione di tirare fuori tutto e selezionare i colori, perchè dentro eran misti, quand'ecco che mi avvedo che son bagnati!
Mi viene il tragico dubbio, tiro fuori, ed eccoli li, i panni neri coi bianchi! Chiappo il telefono al volo e chiamo l'uomo "more che per caso tu hai fatto la lavatrice?" lui "eh si"

Ora, vi risparmio il resoconto della cazziata che gli ho fatto.... ma dico io, porco mondo, perchè devi fare ste stronzate?
E' così difficile da pensare che prima di far partire la lavatrice si deve fare la cernita di cosa c'è dentro, e non solo cacciarci dentro il detersivo chiudere e via? Specialmente considerando che non è la prima volta, NO, l'aveva gia fatto, e gia gli avevo gia spiegato che non era cosa buona e giusta!
E poi, perchè devi aprire il detersivo nuovo se c'è quello vecchio ancora da finire? (e diciamola tutta, perchè questa cosa la devi fare anche coi bagnoschiuma, in modo che per il bagno restano poi svariate confezioni con un dito di bagno schiuma dentro, e per la pietà che ho per quelle bottiglie io uso sempre gli avanzi?)
E ancora, se lavi, stendi pure, o per lo meno mi dici che fai partire la lavatrice, perchè non è affatto ovvio che tu uomo faccia la lavatrice, e poi i panni restan li dentro umidi per due giorni!
E ancora, ma possibile che non gli entri in testa che le camicie non si lavano con le maniche arrotolate???

E sapete quale è la cosa che più mi fa incazzare? Che io posso spiegarglielo con calma, o urlando come un'aquila, lui mi dice sempre "va bene hai ragione, la prossima volta sto attento" e poi dopo qualche mese ci risiamo.

E allora per lo meno mi tolgo lo sfizio di urlare, checcazzo!

Son proprio nera!


tagz:

PosteSgrunt MelegnanoSgrunt

by orkaloca July 2 incazzereccia

No dico io ma perchè una deve uscire di casa allegra la mattina, e andare a farsi girare le palle in posta?

Che dico "vabbè vado alle poste all'altro paese" tanto gia ci dovevo andare per portare in ambulatorio delle richieste per alcune ricette ... allora vado sperando che sia più libera, essendo loro in media più efficienti, invece inutile dirlo, era piena. Periodo di bollettini e pensioni.
Certo che poi se la tipa che deve fare il vaglia si fa dare il foglione e lo compila li allo sportello bloccando tutti, ti ruga.
certo che se poi il ragazzo ventenne casca dal pero e non sa compilare un bollettino per un versamento su un CCP, e la sportellista glielo compila lei, ti giran le palle, sia perchè si ferma la fila, sia perchè ti verrebbe da prender a ceffoni il ventenne che ancora non è sceso dal pero. E poi ci si chiede perchè rimangano sotto le gonne di mammà fino ai 40 anni!
Che poi voglio dire, non è che ci vuole una scienza a compilare un bollettino, dico io leggi.... se c'è la dicitura "nome" non è che ti chiede di scriverci il sistema a 12 equazioni e 12 incognite per il calcolo delle correnti oceaniche, nooooo???

Vabbè, gia mi sale l'odio facendo la fila (20minuti no bubbole) poi arrivo alo sportello, porgo i miei pacchetti, ei quali una raccomandata, e il tipo mi dice "sa che sono aumentate?" E io "si lo so" lui "ah informatissima" io, ancora tranquilla "eh si.... tra quanto ci obbligheranno a fare solo la raccomandata1?"
Al che lui alza le spalle e allarga le braccia, facendo intuire chiaramente che tanto è li che si va a parare. Lo guardo, e si vede che capisce di aver fatto un po' una cappella quindi che fa? invece di star zitto salta su a dire "beh ma così ha un ottimo servizio paragonabile solo ai corrieri"

ecco ora immaginate come mi sia sentita presa per il culo da sta frase, tutti coloro che spediscono assiduamente come me sanno benissimo che cio non è vero... al che mi son girate e gli ho detto "un buon servizio? ma se le buste spessissimo non arrivano o arrivano aperte e svuotate!!!!"
E lui "ma no non è vero"
Ho iniziato a snocciolargli esempi... al che si è intromessa la collega sua, a dirmi che allora le dovevo assicurare, e a farmi la maestrina a spiegarmi la differenza tra raccomandata e assicurata.
E mi son girate ancor più le palle perchè non accetto lezioncine su cose che so perfettamente proprio da quella con la quale devo sempre discutere se voglio una scatola "formato libro" (e lei puntualmente mi tira fuori il "formato piccolo" che è un'altra cosa, dicendomi che più piccole non ci sono) ed alla quale devo sempre ricordare che posso perfettamente fare una raccomandata con una scatola purchè non superi i 5cm di spessore!

Vabbè inutile dire che ne sono uscita incazzata come una iena. SGRUNT!

In più sarei dovuta andare a melegnano centro... oggi c'è il mercato quindi il centro è chiuso alle macchine e tutto il traffico si riversa sulla via Emilia.
Ora, la via emilia è trafficatissima anche di mezzi pesanti, dato che raccoglie tutti quelli che da milano vanno verso sud, se poi considerate che a melegnano c'è l'uscita dell'autostrada MI-BO vi lascio immaginare come possa esser congestionato (leggasi immobile) il traffico li.
Ecco, io penso allora di non prendere l'immobile emilia, ma di tagliare per una strada che passa dietro al cimitero, e porta ad un incrocio con l'emilia, superato il quale si entra in paese. Insomma lo scopo è incrociare il traffico, non ficcarcisi dentro.

Ebbene sapete la novità? La strada dietro il cimitero è chiusa! Per un mese! Per lavori!
Ma sopratutto secondo voi il cartello di avviso dove lo han messo? All'inizio della strada forse, così la gente proprio non ci entra? GIAMMAI!
A META'!!!!
Così c'è la fila di auto che entrano, arrivano a metà, e poi devono fare inversione e tornare indietro, il tutto in una stradella da poco più che una corsia, tra i campi!

MA SI PUO' ESSERE PIU' IMBECILLI????

Son tornata a casa nera... per fortuna che c'è la genitrice che mi porta a fare un giro al centro commerciale, va :p


tagz: