Acqua & Mare
Il Blog di OrkaLoca

Le case sono come gli uomini

by orkaloca September 11 cercare casa * emozioni * io me * cose di casa

Quando ti immagini l'uomo della tua vita fai una lista di requisiti che ritieni indispensabile... bello, alto, fisico asciutto ma muscoloso, tartaruga, biondo, occhi blu...
Poi incontri effettivamente l'uomo della tua vita, te ne innamori in 3 nanosecondi, e tipicamente questo uomo vero non ha nulla a che vedere con il quadretto mentale che ti eri fatta.
Però è quello giusto e lo sai.

Ecco le case sono uguali, ti fai tutta una serie di film mentali. Il mio film mentale è: vicino a dove sono ora, su un piano solo, con tantissimo giardino, un portico verandato, box doppio in larghezza...
Ma oggi ho visto una casa, ci son passata davanti in auto ed è bastata l'occhiata di mezzo secondo per sapere immediatamente che quella è la casa perfetta per me.
E non ha un giardino enormissimo, non è su un piano solo, non so se abbia il box, è in un'altra regione e magari dentro è orribile... ma da fuori, oh da fuori ha scritto sopra il mio nome.

L'ho vista mentre s'andava a mangiare coi suoceri in un ristorante, e all'uscita ho chiesto a Lone di portarmi indietro un pezzetto perchè almeno una foto gliela volevo fare.

E così ve la presento... per questa potrei vendere un rene, mezzo fegato, e sarei perfino disposta a convivere con tutte le cimiciacchie e le altre bestie a 6 zampe che inevitabilmente tutta quell'edera comporta:

Potete cliccare sull'immagine per vederla bene in grande ed apprezzare le due varietà di rampicanti sulla facciata, che nascondono 3 colpi di stile, una finestra tonda, una trifora in diagonale e una finestra a quarto di cerchio.
E vogliamo parlare di quel tetto a cappello di strega?
Ecco, ora immaginatevela anche con la cancellata coperta di un roseto rampicanti a rose grandi e arancioni e al posto dei cespuglioni di ortensie dei cespugli altrettanto grandi di datura (le trombe degli angeli, quelle grandi bianche che si aprono di notte).

Immaginatevela in autunno coi rami delle piante spogli... immaginatevi le feste di halloween.
Immaginatevela in inverno con la neve sul prato e sui tetti... immaginatevi che atmosfera da natale
Pensatela a primavera curando il giardino e mettendo tulipani e altre bulbose, senza dimenticare un cespuglio di lavanda e uno di rosmarino accanto all'ingresso...
E immaginatela in estate, come ora, ma con un roseto arancione fiorito e il bianco della datura a darle una perfetta aria da castello de "la bella e la bestia".

Immaginate nel giardino un paio di cespigli tagliati in stile "edward mani di forbice"... e a metà del vialetto una statua di angelo piangente (chi vede Doctor Who capirà a fondo, gli altri prendano per buono)

E insomma, se si deve sognare conviene farlo in grande, no? Quindi stamperò questa foto e la infilerò nella scatola dei desideri. E chi può saperlo, magari un giorno, nei miei prossimi 60 anni di vita, sarà mia.
^_^


tagz:

facciam musina (e autoconvincimento)

by orkaloca August 1 cercare casa * io me * animali

Anzitutto io NON HO voglia di cane.
ASSOLUTAMENTE

Io NON VOGLIO un Bernese, NON mi sono letta tutto il leggibile in italiano e inglese sull'argomento, NON ho guardato siti su siti di educazione canina, NON ho fatto di Tipresentoilcane appuntamento fisso della giornata, peggio che Eriadan, e NON ho comprato un libro sull'intelligenza canina.

Ora, io vivo in appartamento. E questo non è mica un problema, dato che io NON voglio un cane, no?

Vabbè ok, lo ammetto, l'autoconvincimento e la psicologia inversa non funzionano. Io il cane lo voglio eccome :p Si QUEL cane, il Bernese, ma appunto sto in appartamento. Il che badate non è poi questo dramma, ho letto decine e decine di esperienze di padroni di bernesi con e senza giardino e pressochè tutti concordano: il giardino diventa al massimo il comodo WC per evitare le passeggiate. Cosa che comunque io non gradirei.

Quello che davvero mi dissuade dal prender l'animalo è che il mio appartamento sta al secondo piano senza ascensore.
Hello displasia!

Così dato che io NON ho voglia di cane, i casi sono due:
- mi cerco un'altra razza più adeguata alla casa.
- mi cerco un'altra casa più adeguata al Bernese.

La prima soluzione non avuto buon esito, ho letto e cercato ma mi pare che non vi sia altra razza così meravigliosa (globalmente, non parlo di estetica) e adatta a me.

Così è scattato il piano B... ed un ferreo piano di risparmio famigliare che ci porterà a fare quello che da tempo abbiamo in mente anche per altri motivi... cambiare magione ^_^

E così "facciam musina" cioè salvadanaio (sia in senso reale che figurato) e intanto sognamo spulciando i giornali di annunci immobiliari eheh.

Ah vi chiedo una cortesia, lasciate da parte i commenti tipo "eh ma ci sono tanti bei cagnolini nei canili che aspettano un padrone".
Vero, ma per il mio primo cane non ho intenzione di affidarmi ad un canile ma solo ed esclusivamente ad un allevatore di quelli seri che lavori con la razza (e solo quella) da anni, che abbia selezionato il cane da varie generazioni non solo per la salute ma anche per il carattere.
Che abbia dato ai cuccioli le basi per un buono sviluppo caratteriale futuro.
Insomma che mi dia quante più certezze possibile di avere un cane ben disposto, che poi a "rovinarlo" (ma spero proprio di no) ci penserò io con i miei errori da neofita.
No non credo che ci siano cani così anche in canile (i rari casi di cuccioli nati in canile, rimasti con la mamma e socializzati hanno comunque il problema di una incerta eredità genetica).

I cani di canile hanno un vissuto che nel migliore dei casi è "solo" infelice, si passa poi ai maltrattati, abbandonati, separati presto dalla mamma, reclusi, picchiati, torturati, tenuti a catena... tutti casi che in un modo o nell'altro si portano dietro delle problematiche con le quali, al mio primo cane, non mi sento di aver a che fare.
Ho ampia esperienza in merito con tutti i gatti avuti, tutti trovatelli o presi da enpa o canili e tutti hanno avuto i loro problemi, fisici o psicologici.
Peda è epilettico e ce lo han dato per sano.
Dakota è stata pochissimo con la mamma ed ha sviluppato una vera e propria sindrome ansiosa con eccessiva insicurezza da un lato e troppa irruenza dall'altro. Ed è mordace.
Silvestro? terrorizzato dai bambini e fifonissimo.
Marcellino? Un fifone patentato che passa la giornata sotto il copriletto.

Ora, questi sono "solo" gatti. Il gatto che ha paura dei bambini non è un problema, lo tieni in casa, tanto. Idem il gatto ansioso e mordace, e Peda con le convulsioni pesa pur sempre solo 4kg.
Immaginatevi invece le stesse cose applicate a un cane magari di 20-30kg che almeno 4 volte al giorno è fuori dalle mura domestiche e che magari il padrone vorrebbe anche potersi portare in giro, in viaggio, in vacanza.

Al cane del canile potrò pensare in futuro quando avrò gia esperienza in merito, ma al primo cane voglio un animale dal background "vergine" che sia solo da educare e non uno potenzialmente problematico da RIeducare.

So che questo discorso scatenerà l'appoggio di alcuni, lo sdegno di altri.
In fondo è esattamente lo stesso discorso che faccio riguardo i bambini, non mi sento pronta per avere figli quindi scelgo di non farne e non sfido nemmeno lontanamente la fortuna... non mi sento pronta per recuperare un cane problematico quindi non sfido la sorte prendendolo da un serbatoio di animali problematici.
Poi è chiaro... la sfiga ci vede sempre bene e una può restare gravida pur avendo preso molte precauzioni, così come un cane ben selezionato e allevato può presentare problemi, ma si parla di eccezioni sfigate, non impossibili, ma improbabili.

Detto cio, torno alla mia stanza del casino che non sono nemmeno a metà lavoro :) baci baci


tagz: