l'assalto spammaro

by orkaloca December 3

Avevo chiuso i commenti per un po' perchè arrivava una marea di spam. Speravo che i bot si dimenticassero di me.
Poi li avevo riaperti.

E' da ieri che tento di cancellare i 28000 e passa commenti spammici, ma la cosa si fa lunga e tediosa.
Intanto ho richiuso i commenti perchè arrivano a velocità maggiore di quanto io riesca a cancellarli.
Poi riaprirò ma toccherà rimettere i captcha. GROAN


tagz:

Ne ferisce più la penna della spada

by orkaloca December 2

Nel mio caso ne ferisce più un sms da meno di 160 caratteri... ma non una ferita cattiva, una di quelle punzecchiature che però ti fan riflettere e ti riportano un attimo coi piedi al suolo.
La cosa bella è che questo effetto non era intenzionale, chi mi ha scritto "ciao, visto che ormai il tuo blog è fermo e a me manca il tuo modo di essere, ti ho inviato amicizia su fb..." certo non immaginava di innescare una cascata di pensieri degno delle migliori notti insonni.

Ho dunque avviato un'interrogazione neuronale per tentare di dare una risposta a una singola semplice domanda: Perchè ho smesso di bloggare?

No, non sto a raccontarvi la favola del non ho tempo e dell'invasione di cavallette... c'è qualcosa di più, ma che in effetti fino a ora non avevo ben messo a fuoco. Una serie di eventi di per se piccoli che però sommati han portato a questo.

Anzitutto mi son ritrovata a non sentirmi più libera di scrivere sul mio blog le cose che avrei veramente voluto scriverci. Ogni volta che mi veniva in mente un bel post grondante acidume in pieno orka-style mi ritrovavo a pensare che lo avrebbe potuto leggere tizio o caio, e magari si sarebbero risentiti, cosa che, diciamolo, nella mia acidità non mi tange, ma magari ci sarebbe stato da discutere, e questo nella mia pigrizia non mi va. Non ho più voglia di far discussione per stronzate. Così finivo per rinunciare al post acido.

Poi mi son allontanata dai blog che seguivo, per un motivo molto semplice e stupido: mi è morto il feedreader. E non sono riuscita a trovare un degno sostituto. Così son passata dal seguire decine di blog a non seguirne più nemmeno uno. I blog vivono di scambio, io visito te, tu visiti me, e questo è stato un ulteriore passetto.

Poi ci si è messo facebook. Facebook è una trappola e nemmeno ce ne si accorge. Dopo i primi momenti di disorientamento si cade nella maglia del microblogging. Post rapidi ed essenziali, tre righe in croce, facile e veloce. Mooolto più facile che aprire l'editor del blog, scrivere un post, pubblicarlo... FB sta ai blog come le digitali punta-e-scatta stan alle reflex. Comode, carine, ma la reflex (il blog) è tutta un'altra cosa.
FB è anche un ammazza-neuroni e ammazza-personalità. Alla fine ci si ritrova a condividere le stesse immaginine che condividono gli altri, e a subire le condivisioni più o meno idiote delle conoscenze in comune. E' praticamente una piattaforma da catena di sant'antonio, dove tutti condividono di tutto in attesa del commentino o del "like"
In un colpo FB ha scalzato blog e forum con profili, pagine e gruppi (molti dei quali assai litigiosi)
Direte allora "perchè ci stai?" ... in effetti ho realizzato che ci sto perchè è comodo, e basta. Ti passa un pensiero per il neurone, lo digiti al volo e lo pubblichi in un mordi e fuggi compulsivo.

Il blog richiede invece una forma di comunicazione molto più articolata che richiede più attenzione per esser fatto bene, così spesso mi son trovata a pensare "dovrei scriverci un post... ma no ora no, magari dopo, intanto scrivo uno status"..... e poi ciao al post.

Insomma mica posso dare la colpa agli altri, il blog è fermo per colpa della mia incapacità di gestire questi eventi.

Però poi è arrivato quello sms e boh, è stato come se il neurone si fosse acceso all'improvviso. Sapete quando avete un'illuminazione e pensate "no, così prorpio non va!"
Ecco io al momento sono così.
Ora nei prossimi giorni vorrei rifare un po' il punto della situazione, un aggiornamento da agosto a oggi, e poi chissà, spero ripartire.

Incrociamo le dita, anzi no, limitiamoci a rimboccarci le maniche che le dita servono per digitare :)


tagz:

Tutorial: how to make bib with poket

by Orkaloca August 30 tutorial * tutorial

Few days ago, on facebook, someone asked me how to make a bib with a poket sewing the fabrics right sides together.

So I've made a video-tutorial to show the technique.

It's in Italian but I think that the images will speak by themselves :)

If you don't see the embedded video, here's the direct LINK


tagz:

Hunting Song

by Orkaloca August 16 orkaloca world * art * show

Hunting Song is a miniature quilt (11"x8") I've made as entry for this year Festival of Quilts in Birmingam.
I decided to make a miniature thinking that a smaller quilt would have required less time to complete. Can you say that was my first miniature and I was really naive :)
At the end I think this quilt took more than a full size quilt, Sometimes I got stuck in the process, you know when you don't know what to do next, but I?m happy I overcomed that falls.
Also because with this quilt I won the 3rd prize in the miniature category. It has been a great success :)

And here's how I made it.

First of all a miniature is defined as a quilt not larger than 30cm (12") on each side and that must seems a large quilt when photographed without any scale.

Given that the first phase was to make the design. I wanted to depict orcas jumping out of the water. So I did the design on paper trying to add lot of details so that the small quilt will seems bigger in photo.

Than I had to decide about the colours, so I did a copy and made a coloured version

 

Here you can see also letters in the colour fields... those are the letters I've assigned to my fabrics. The further step was to audit for the fabrics in my hand-dyed and commercial fabric stash

Now comes the fun... I started to translate my design in applique using heat-n-bond lite on a thin layer of white cotton, printed with the design in my own inkjet printer.

Problem was that after having made the colour test I was unsure about colours placement. where to put light or dark tones. So I thought "why make one when you can do two with only the double of time and fabric?" :)
So I started working on two quilts for the price of one.

Luckily I had my little helper!

After doing all this work I had time left to finish only one of the two versions, so I asked for help to decide which one carry on. And on this I have to thank all the nice quilters on QuiltArt and SAQA lists that helped me putting their two cents in :) THANK YOU!

So I decided to go on with the darker one that was told to be more artistical and dark in mood.
Considering this comment I decided that my orcas were jumping due to an hunting session. So I needed blood in the water.

I started to quilt the piece and I made an heavy work of thread painting.

The last thing I did was the embellishment on the upper part. The first idea was to add tons of french knots to give a foamy look, but after having added some hundreds of them I saw they didn't work well on this piece. So I spent one day ripping off them and I decided to go for a simple thread painting.

And this is the final result, with binding on :)

And here a superhappy me :) at Birmingham


tagz:

Birmingham 2013... double prize

by Orkaloca August 11 art * Art Quilt * show

The Festival of Quilts in Birmingham is the biggest show of Europe in the field. Surely one of those that has the largest number of quilts in exhibition and competition.
This year we had 700 quilts, in various categories, from all over the world.

After having heard so much about this show, I went there for my first time, also because there was my final practice session of the Quilt Judge Course.

Besides visit the show, I had also sent two quilts for the contest. One, "the great judge" for the "pictorial" section, the other "hunting song" for the "miniature" section.

And oh my, still I don't believe it, they both have had a prize!

"Hunting Song" has had 3rd prize and the "great judge" has been Highly Commended

The highly commended is a qualification that is given to those quilts who have not entered in the top 3 for a whiff, like 4th, 5th and 6th in practice. Can be assigned to a maximum of 3 quilt but is not required to be give. Son I'm very happy because it means that it is well deserved :)

So here there are a couple of pictures (click to enlarge) ... the Great Judge with his plate:

 

And a really happy me with the small, great, "hunting song"

And if you don't recognise the small quilt with orcas, don0t worry, there will be a backstage post for you ^_*


tagz:

spammers birmingham e reiki

by orkaloca August 6

Non è che mi son scordata di questo spazio, è che sto cavolo di attacco di commenti spammosi perdura.
Ovviamente non su questo blog, ma lo vedo attraverso i commenti spazzatura che arrivano sull'altro blog, che è sulla stessa piattaforma di questo.

Cheppalle!

Taanta pazienza ci vuole.

Invece dopo tanta pazienza ed emossssione è arrivato il fatidico giorno, domani si parte per birmingham. Due giorni di Festival of Quilts, ma sopratutto sessione pratica finale del corso da giudice.
PAURISSIMAAAA

Infine ultimamente, per una serie di sincronicità, ho ripreso in mano in grande stile il reiki, che avevo un po' lasciato sedimentare nell'ultimo anno.
Ma lui è sempre li. Quando ti dicono che una volta iniziato è con te sempre mica scherzano.

Guardando qua e la ho trovato una bella frase e la copio qua perchè non la voglio perdere e penso che ben descriva cio che fa il reiki in ultima analisi.

"L’obbiettivo finale del Reiki è l’assoluta pace interiore. La forza di passare attraverso l’inferno e uscirne indenne e felice. "

Io la pace interiore ancora non so nemmeno dove stia di casa. Però devo dire che quando ho fatto quel famoso incidente il reiki mi ha davvero aiutata ad affrontare la cosa in modo costruttivo. Ok proprio indenne non ne sono uscita. Però felice si. :)
(ma questo non ditelo a mammàche sennò mi fanculizza :p)


tagz:

Commenti chiusi

by orkaloca July 22

Come avrete notato il blog è nel mezzo di un massiccio attacco spam.

Ci sono i periodi buoni, poi improvvisamente pare che tutti i programmi di spam del mondo si sveglino e si accaniscano sul blog.
La rimozione dei commenti spam devo farla manualmente e in questi giorni non ci sto dietro, arrivano più in fretta di quanto non li riesca a cancellare.
Per dire, li ho cancellati ieri e stasera ne avevo li in agguato gia 1200 e passa.

Quindi ho deciso di chiudere i commenti per qualche giorno. vediamo se aiuta.

Scusatemi per il disagio ^_^


tagz:

Il pesce con la penna

by orkaloca July 11

Oggi al parco...
Io "guardate, quello è il pesce siluro!"
Bimbo "ma ce ne è uno biancooo"
Io "si quello è un siluro ALBINO"

Bimbo 1 " ma che pesce è?"
Bimbo 2 stizzito "ma l'ha appena detto... il siluro ALPINO!"

-_-

Apposto.

Ora, sono al secondo giorno di una tornata da 12 guide tutte di fila, weekend esclusi.
Al dodicesimo venite a protarmi le arance a san vittore? :p


tagz:

La biologa marina che è in me scalpita

by orkaloca July 9

Arriva l'estate, la gente va al mare, ed ecco che l'idiozia della gente si scatena e fiorisce la disinformazione terroristica.
La vittima preferita degli ignoranti da spiaggia e dei giornalisti da un tanto al chilo è, tipicamente, la medusa.

Ieri mi si son ribaltate le budella leggendo della "pericolosissima medusa gigante da più di 50 cm di diametro" che stazionava vicino alla spiaggia di montepaone, seminando terrorpanico tra i bagnanti.
Finchè un CORAGGIOSO bagnante l'ha presa e sotterrata, uccidendola.

Ora, io quel che posso fare, oltre che indignarmi, è cercare di diffondere un minimo di cultura marina spicciola... quindi sopportatemi :p

Punto primo: Le meduse non vanno vicino riva per ciucciare via i cervelli alle persone (morirebbero di fame ... uh come son acida)
Ogni volta scrivono delle meduse come se queste attivamente andassero a cercarsi i bagnanti. La verità è che poche meduse sono in grado di nuotare... pulsano, è vero, ma quasi tutte vanno solo dove le porta la corrente. Quindi se vi capita vicino una medusa, no, non sta cercando di attaccarvi. Spostatevi e finisce tutto li.

Punto secondo: Non tutte le meduse pungono.
Si, tutte sono armate di cellule urticanti, ma non tutte sono problematiche per l'uomo. Così se è vero che se vi punge una cubomedusa finite in ospedale (se ci arrivate), è anche vero che tante delle meduse di grosse dimensioni sono praticamente innoqcue per l'uomo.
Dite "eh ma se non le riconosco?" eh ciccio se non le riconosci allontanati o esci dall'acqua, ricorda che sei tu a casa della medusa, non il contrario!

Punto terzo: Non è coraggio...
No, prender fuori la medusa e ucciderla sotto la sabbia non è coraggio, è imbecillità! Punto! Senza appello!

Per la cronaca la medusa in questione era, a veder la foto, un così detto "polmone di mare", una medusa che può diventare molto grossa (fino a 60cm di diametro) ma che per l'uomo è INNOQCUA. Può causare irritazione e serio prurito solo nei soggetti molto molto sensibili. E no non ustioni e cicatrici.
E allora che bisogno c'era di ucciderla?
Pigliala e portala al largo piuttosto. Vuoi dirmi che non c'era nessuno col pedalò li vicino? Dai!

Comunque sia, io so che voi miei fidi lettori non fareste mai una cosa del genere :) Vi indico anzi come sfruttare l'avvistamento della medusa in modo positivo... Ci sono molte ricerche in corso sulle meduse e un modo per aiutare i ricercatori è segnalare le meduse, singole o in banchi.

Eccovi due modi per farlo... o tramite il centro studi italiano, il CIESM ... CLICCA QUA per la locandina dell'iniziativa con le istruzioni
O tramite il progetto americano JELLYWATCH che è in inglese ma ha di bello che c'è anche l'app per il telefonino.

Fatemelo sto favore personale, non uccidete le meduse, segnalatele :)


tagz:

Cream and red table runner

by Orkaloca July 9 creazioni * traditional

Few week ago I was commissioned to make a table runner that will be placed in a living room that's mainly red and brown.
I was left free to chose the style but I knew that the customer likes traditional and "country" style, so I decided to make a classic gradation runner.

I've decided for a colour progression from white to red via yellow :)
The construction went fast, but deciding how to quilt it was another story. I didn't want to rely on the usual stipples, but decide which quilting design sew took a while.

Being the fabric placement very geometric, I decided that the quilting had to be curvy, to balance the straight lines. So I made feathers.

The feathers on the center and on the border are made in freemotion, improvising. The feathered circle in the center of the table runner and the feathered motives on the corners are made in freemotion following a path copied on the fabric as I showed in my previous tutorial post.

And so here it is, the completed table runner.


tagz: