100 days project

by Admin agosto 21 being artist * lavori in corso

Tanto per fare una cosa che rimetta in moto un po' di creatività sopita, ho deciso di iscrive

organza

Tanto per fare una cosa che rimetta in moto un po' di creatività sopita, ho deciso di iscrivermi al 100 days project.

Di progetti così ve ne sono tanti, questo in particolare parte una volta all'anno e si conclude, volendo, con uno show.
Il concetto è semplice. Scegli un piccolo gesto, ripetilo ogni giorno per 100 giorni e documenta la cosa.
Può essere qualsiasi cosa. Può essere fare un esercizio fisico, una cosa creativa... ho visto una artista scegliere semplicemente di disegnare un cerchio.

Ecco io ho scelto di sperimentare e creare forme tridimensionali con l'organza.

Mi son data delle regole:
- si parte sempre da un quadrato di stoffa 10x10cm
- tempo massimo consentito 20 minuti
- niente progettazione prima
- la stoffa può essere manipolata e fissata in ogni modo... filo, colla... 
- si possono aggiungere "cose" (materiali, abbellimenti)

Lo scopo è arrivare ad avere 100 forme, e aver preso, si spera, confidenza con questa stoffa in vista di un impiego futuro per una idea che ho in mente.
Il difficile sarà esser costante arrivando alla fine dei 20 giorni, fronteggiare la mia incapacità di improvvisare e sospendere l'autocriticismo e l'eccessivo perfezionismo.

E' una sfida, vediamo che ne esce. Intanto ho preso le organze. Ho del blu, del lilla e la meraviglia cangiante che vedere sopra... lilla/verde a seconda di come cade la luce.

Il primo giorno sarà il 24... pronti?


tagz:

A day to dye for


Fabric dyeing is addictive. The problem is that it is a game that requires time but especially space, so I don't do it often.

But last week I realized I'm running out of dyed fabric so, voila, I grabbed my Procion dyes and started a Tray-Dye batch.
This techniques is really nice because allows to use little water, without having buckets full of color around, but only the tray in which the fabric lies.

For the curious on Thursday March 3rd I'll make a demo during the craft fair Bergamo Creattiva, Where there will be also a quilt I've made for the collective show "Quiltomanti"

Ohhh I love this one, who knows how it will be once opened *_* 

Ohhh here I feel the dyeing demon... heeeelp XD 


tagz:

Experiencing Sunprint

by Orkaloca agosto 17 lavori in corso

Two days ago I've found, on "The Quilt Rat" blog, a nice post about sunprint, a technique that allows to paint fabric leaving decorative shadows.

This is a technique I already knew but had never tried. reading that blog post I've thought that I had the right paints in a drawer so yesterday I gave sunprint a try.

The first step is to damp the fabric, then paint it and put on it something that will serve as a mask to develop shadows.
I used cardboard shapes but you can use real leaves, feathers, objects, whatever you have.
I arranged the masks, made them adhere well to the fabric and left everything to dry in the sun.

When the fabric was dry I've removed the cardboard shapes to reveal the magic :)

For the green-violet piece I used Setacolor spray. They give a good result but shadows aren't very sharp.
For the red piece I used Setacolor Soleil, paints made ‚Äč‚Äčespecially for this technique. The result is more beautiful and sharp.

However I've read that the technique should work with any acrylic paint ... :) I should try, but in the meanwhile I am satisfied with this first adventure!


tagz:

Prove Tecniche 01

by Orkaloca novembre 12 lavori in corso

Per il prossimo lavoro mi son messa in testa di dare più volume e movimento allo sfondo del mio quilt.
Il tutto perchè son stata affascinata da questo libro: "Stitch to Dye" di C June Barnes.

Nel libro l'autrice descrive la tecnica che usa per tingere i quilt dopo la quiltatura e per arricciare la stoffa usando un materiale più economico e meno prevedibile dell'apposito stabilizzatore arricciabile: la lana.

Ora, penso che a tutti sia capitato una volta nella vita di infilare un maglione in lavatrice e tirare fuori un vestitino per la barbie. Ovviamente vi sarà capitato col maglione preferito, vostro o del marito :p

Però vi dico la verità, sarebbe troppo facile prendere un maglione, cucirgli addosso un quilt e sbattere il tutto in lavatrice, dato che Murphy ci mette sempre il becco potete stare certe che quel maglione non infeltrirà mai :p

Nel libro l'autrice esplicita il tipo di tessuto che usa per ottenere un buon restringimento, ma ovviamente si tratta di tessuti inglesi che da noi non si trovano. Non in quella specifica marca.

Dunque ieri ho deciso che avrei trovato l'equivalente reperibile in italia dei suoi tessuti.
Son quindi andata dal mio spacciastoffe preferito e, appurato che in effetti i tessuti del libro non li aveva, per una mezz'ora buona l'ho tormentato col ritornello "quella è lana? si? restringe? non sai? beh dammane 20cm" :p
E non vi nascondo che ha fatto una faccia molto perplessa quando gli ho teddo che mi serviva un tessuto di lana che restringesse e che non mi importava il colore. Esattamente il contrario di quello che chiedono tutti :p

Così son tornata a casa col bottino:

Una bella selezione di tessuti di lana: panno, gabardine, mussola, garza, flanella e lana cotta.
Come potete vedere nella foto ad ogni pezzo di stoffa ho pinzato un cartellino col nome della stoffa, il codice e il costo. Una volta spiegato che dovevo fare delle prove rigorose non mi ha più guardata (troppo) male :p
A queste stoffe, prese per fare delle prove di restringimento, ho aggiunto pannolenci e feltro di ignote materie prime.

Arrivata a casa ho iniziato un lavoro certosino.
Da ogni stoffa ho ricavato un quadretto da tenere come campioncino, pinzato a un foglio che finirà nel mio archivio, e due pezzi formato A4.
Di questi due pezzi uno l'ho lasciato intonso, l'altro l'ho trapuntato con del cotone (l'immaginario top di un quilt), includendo anche tra i due strati delle sagome di plastica che in teoria dovrebbero impedire il restringimento in quella zona lasciando le forme liscie.

Ho provato vari tipi di trapunto per vedere l'effetto che fa: cerchi, quadrati più o meno densamente cuciti, linee parallele, linee incrociate, eco, stipple e una piuma.
Non mi importava che fosse un lavoro fatto bene, mi importava solo dare i trapunti di base per vedere l'effetto col restringimento.
Tutti gli 8 campioni sono stati trapuntati allo stesso modo (un pomeriggio per farli -_-)

Oltre ai campioni di tessuto di lana ho voluto provare anche a cucire sul retro di un pezzo di stoffa della lana da ferri fatta apposta per infeltrire. Io ho usato la Cucirini Tre Stelle "Glicine".
Ho fatto una semplice griglia sul retro della stoffa. In due ripetizioni perchè una ha una cucitura dritta, l'altra lo zigzag.

Fatta tutta questa preparazione è arrivato il momento di far fare alla lavatrice il suo sporco lavoro. Ho ficcato tutto dentro e ho fatto partire il programma cotone 60°. Dovrebbe esser sufficiente per maltrattare la lana.

Ora sento la lavatrice che si rimbalza i miei campioncini, i risultati al prossimo post :)


tagz:

ciabattina puntaspilli

by Orkaloca novembre 4 creazioni * lavori in corso

 Dicon che alle donne gravide sia di buon auspicio regalare una ciabattina...

Così mi son messa all'opera per un'amica e ho prodotto questa ciabattina formato mignon (12x6cm) a duplice uso: portafortuna e puntaspilli ^_^

Sia la suola che la tomaia sono costruite attorno a sagome semirigide, leggermente imbottite e ricoperte di stoffa.
Il tutto decorato con nastro e fiocchetti, ed all'interno della punta c'è un cuscinetto imbottito per appuntare gli spilli.

Questo è un progetto facile e veloce, in cui di cucito c'è poco (giusto l'attacco della tomaia alla suola) per il resto ringraziamo l'inventore della colla a caldo.
E' un'idea simpatica come regalino non solo per le amiche in dolce attesa ma anche come pensierino natalizio o, perchè no, come decorazione per l'albero.
Cambiando le stoffe ed accordandole alla stagione è anche possibile fare ciabattine per decorare la casa a tema :)

Dato che il modello mi è venuto particolarmente cuccioloso :) sto mettendo a punto le istruzioni passo passo fotografiche e il pattern, ne verrà fuori un cartamodello :)


tagz:

Un'altro top tradizionale

by orkaloca agosto 20 lavori in corso * traditional

E stavolta è tradizionale che di più non si può :)

Infatti ho deciso di fare un quilt di quelli che sono definibili "imparaticci", con 12 blocchi di complessità crescente, il sashing e tre bordi.

Su questo quilt baserò un corso di patchwork a macchina e dato che mi piace dare più competenze possibile ho disegnato i blocchi in modo che io possa insegnare non solo a tagliare e cucire dritto ma anche a gestire tagli e ritagli, calcoli molto basilari per facilitarsi la vita, incroci di cuciture, stiro dei margini di cucitura, fino alle cuciture a "Y". ^_^

Ecco dunque il top:

Mi spiace solo che il trapunto dovrà aspettare perchè due giorni fa mi son rotta un dito e lavorare mi è difficile e doloroso. :(


tagz:

Heart quilt: top

by orkaloca agosto 12 lavori in corso * traditional

And here is the heart quilt top finished. Now I have to quilt it :)
I think it's really nice, I love it ^_^


tagz:

Work in progress: cuore

by orkaloca agosto 12 lavori in corso

Questo è il medaglione centrale, a domani per il top finito :)
Di questo sarà poi disponibile il pattern.


tagz:

Work in progress: Color Explosion

by orkaloca agosto 8 lavori in corso

Il mese scorso mi è stato chiesto di testare un cartamodello per un quilt.
Ed ecco il top finito :)

Ho usato stoffe che ho tinto per l'occasione :)
Ora sto lavorando al trapunto. Per questo quilt ho anche voluto sperimentare l'utilizzo del pile al posto dell'imbottitura e devo dire per ora mi piace, è sottile, non fa troppo spessore e sopratutto la stoffa vi aderisce bene senza spostarsi. Aspetto di finire il lavoro ma potrebbe anche diventare la mia nuova imbottitura preferita :p


tagz:

Work in progress for friends

by orkaloca luglio 14 lavori in corso

Next week two friends of mine are going to be married, so I've decided to do a quilt for them. Not a big king size, jusr a couch quilt for two ^_^
The design is named "Decadent Victorian" and it's not mine but from the book "Strip Delight".
In the book it's made with a jelly roll in purple, pink and green but I've decided to do it in pink, salmon and red.

This is the finished top:

The desing is very traditional and simple but when I saw it I felt in love. I was just waiting for the right moment. And this wedding is the right event, I've had no doubt :)

Usually I like to do bed/couch quilt with thick batting. This mean that the quilt will be hot but it will not fit under my sewing machine.
I've tried with bad results so I've decided to hand quilt it, with a simple linear pattern.

This is the quilt on my frame. (colours are more true in the first photo)

I've got few days yet to finish the quilt but I'm at a good point and the quilting is going fast.

I hope they will like it. I like it a lot!
Mmmm I'm tempted to buy a silver frame for them and to keep the quilt for me :p


tagz: