Sketchbook

by Orkaloca agosto 31 creazioni

It seems that out there, in the world of artists of all kinds and species, a big role is played by the sketchbook.
A sketchbook is a notebook, in a few words, in which the artist write or more often draws the ideas that come in mind and that can evolve into finished works.
I've never had a sketchbook, I rather use to sketch on anything I have in hand, from pieces of paper to the back of dinner bills to bar napkins.
Bad because then I often lose them, but ideas remain in my mind.

I have a project book, where I archive the original patterns and templates I design, after I made the prototype, so these are finished projects not ideas for inspiration.
I've never felt the need for a sketchbook. And even now I would not want it, but to keep a sketchbook it is one of the things that Quilt Judging Course requires. (along with a journal but I will speak later about it)

Obviously since I don't like it I've not made it till now, since last october I procrastinated but now I have to do it. So I decided that at least my sketchbook must "belong to me", "be me and mine", from cover to cover.

So I've decided to make my own sketchbook :)

Few years ago I bought a book about how to make books and in the past I've made several, also with leather cover, with a technique similar to the one shown in  THIS WEBSITE (sorry italian but lot of pics).
This time I took it easy. Easy but not sloppy. Which means that I basically did as shown in the link above but without being too fussy, no details such as the sheets survature, the headband or the joint groove... without the bells and whistles: p

For the interior I did 5 sets of 5 bended sheets, so a total of 50 pages, then I ross-tied them.
In this photo you can see the seam and the clamps I used to help me keep everything still.

I joined to the front and back sheet the pastedown pages (the first and the last pages used to attach the cover) and I glued the back of the sheets with paper. (which you can use as an alternative to gauze)

Then I made the cover. The souls of the upper and lower boards and of the spine are made of cardstock, covered with marbled paper I made some times ago. (in the link I put above you can see how to do the cover)

Made the cover I joined it with the pastedowns, carefully leaving a small space between the pastedowns and the boards edges, all around. we call this space "nail".

I was careful to don't glue the spine to the back of the sheets, the spine must not be glued and must be curvy.
Ok, I made a couple of bells and whistles :p

So here it is, after a night under weight, my reallymine allmine sketchbook :)
I've also used my best marbled papers :)

Now I only have to put my mind in this challenge, find the technique, the inner skerching voice, to fill the pages :)

I am comforted by the fact that, apparently, have a sketchbook is one of the most complex and less spontaneous tasks that there are, not only for me but also for other artists :)

And what's about you? Do you have a sketchbook? It is easy to you to make it? Was it always been so? Is useful for you? Would you give me some hints? :)


tagz:

Orkaloca il ritorno

by Orkaloca luglio 24 bed quilt * creazioni

Qualche mese di assenza e riparto con un sito dalla grafica rinnovata completamente.
Ha richiesto più del previsto per esser modificato (e ancora manca molto da fare sigh) e questo ha avuto buona parte nella mia assenza ma la realtà è che son stata impegnata anche in millemila altri progetti.
Ripartiamo da qui :)

In questo periodo son fioccate le richieste di copertine per bimbi, sembra che i parenti si siano messi d'accordo per figliare tutti insieme.

Riprendo in mano questo blog mostrandovi la copertina che ho fatto per la figlia di mio cugino, commissionatami dalla nonna. Voleva qualcosa di vivace, non il solito rosa confetto.
Accontentata così:

(click on img to enlarge)

Ho scelto di rimanere sui toni del rosso, rosa, gialloe  viola e ai fiori in applicazione ho accostato dei blocchi a strisce orizzontali e verticali che trovano unione nel motivo a losanghe della trapuntatura.
Ho usato una imbottitura gia trapuntata così la trapuntatura esterna è ridotta al minimo senza rischio per la qualità del lavoro.


tagz:

quilting frame finished

by Orkaloca gennaio 30 creazioni

And finally here's my handmade quilting frame, painted and assembled. :)

Now I'm going to make another one to record the video tutorial and to refine something here and there :)


tagz:

Home-made quilting frame

by Orkaloca gennaio 23 creazioni

In October, when I went in London to attend the "quilting judge course", I met Sara Casol, a wonderful hand-quilter. She Is so skilled in hand-quilting that I only can dream to reach her level. Luckily she's also a teacher and when I've heard that she was invited near my city to teach hand-quilting I booked for the class in seconds :)

But a problem arose: I don't have a portable quilting frame. I have my big frame that I use for queen and king size quilts but I can't go to a class with it.
And I didn't want to buy a simple quilting hoop cause I think they aren't comfortable without a pedestal.

I would love a quilting frame with pedestal, one of those that tilts, twists and folds for portability. But they are too pricey for me.

And that was the moment my carpenter neuron woke up so I thought:
Drill: got it
Saw: got it
Dremel: got it
Screws, bolts and so on: got them
Screwdriver, pliers, wrench: got them all!

And I had got also the wood, from a previous project.

So it was simple to decide: I can make My own quilting frame!

The first evening I've drawn the project, then I've spent the two next days making, unmaking, modifying till I've had... THIS:

My home-made quilting frame with pedestal!
The frame itself is a square 50x50cm (19x19inch) and it's on a wood joint that allow it to tilt and twist of 360°.
This is mounted on a 60cm (23inch) tall pedestal that has a cross-shaped foot.
I've made also an heigh extension but there isn't in the photo and I don't think I'll ever need it.

And the most wonderful thing is that twisting here and folding there the frame can be reduced to this:

Folded in this way the frame is portable and much less bulky. It is only 8cm (about 3inch) deep.

Now I only have to paint it, I usually like natural wood but in this case it's too much impersonal.
Today I've bought the paint, soon my new toy will be painted ... dark red!


tagz:

slipper pincushion

by Orkaloca dicembre 1 creazioni

Yes, I've to admit it, I suffer from a severe form of slipper addiction. One follow the other, like cherries...

After the first, made for a friend, I've mado another... and another... and another...

I've had fun with, flowers, ribbons and beads

And I've used all those fabric scraps...too big to toss in the bin, too little for every project, too nice to forget in a drawer.

Finally I've made 15 more slippers, and I've also proposed them as wednesday project at Lodi :p
Now I've got only one doubt... where I'll put them?

This year, dear friends, slipper pincushions for all of you ! :p


tagz:

ciabattina puntaspilli

by Orkaloca novembre 4 creazioni * lavori in corso

 Dicon che alle donne gravide sia di buon auspicio regalare una ciabattina...

Così mi son messa all'opera per un'amica e ho prodotto questa ciabattina formato mignon (12x6cm) a duplice uso: portafortuna e puntaspilli ^_^

Sia la suola che la tomaia sono costruite attorno a sagome semirigide, leggermente imbottite e ricoperte di stoffa.
Il tutto decorato con nastro e fiocchetti, ed all'interno della punta c'è un cuscinetto imbottito per appuntare gli spilli.

Questo è un progetto facile e veloce, in cui di cucito c'è poco (giusto l'attacco della tomaia alla suola) per il resto ringraziamo l'inventore della colla a caldo.
E' un'idea simpatica come regalino non solo per le amiche in dolce attesa ma anche come pensierino natalizio o, perchè no, come decorazione per l'albero.
Cambiando le stoffe ed accordandole alla stagione è anche possibile fare ciabattine per decorare la casa a tema :)

Dato che il modello mi è venuto particolarmente cuccioloso :) sto mettendo a punto le istruzioni passo passo fotografiche e il pattern, ne verrà fuori un cartamodello :)


tagz:

Halloween


Halloween è passato e non sono mancate le occasioni per il fai da te :) Che poi, va bene la mia passione per il quilting, ma ogni tanto bisogna prendere una pausa ^_^

Avevo gia mostrato la corona fuoriporta e l'orrido pagliaccio in un post precedente, ecco ora la foto dell'allestimento dell'ingresso, con la corona, l'albero di halloween con il pagliaccetto in cima e sul campanello un disegno (selvaggiamente scaricato dalla rete :p) di Frankie e gentil signora :)

Frankie e gentil signora ci sono perchè quest'anno questo è stato il tema del travestimento mio e di mio marito.

Niente costosi costumi, studiando un po' di immagini dal film "la moglie di Frankenstein" ho visto che la sposa ha, a parte i caratteristici capelli, una tunica bianca e le braccia bendate. Tunica e bende tenuti assieme da spille da balia!
Quindi ho tagliato un rettangolo di una stoffaccia bianca, buco in mezzo, piega a metà, cucitura ai lati, e fatta la tunica. Due strisce di stoffa tagliate a strappo ed ecco le bende. Il tutto appuntato su una maglia con spille da balia.

Frankie invece ha di tipico la testa quadra, per il resto indossa un abito scuro. Per Lone quindi ho deciso di fare la testa quadra ma... scalottata, cioè col cervello a vista.
Il cervello l'ho fatto con una calotta di feltro, sigillante acrilico (quello per fessure e finestre) e colori acrilici opportunamente dosati, seguendo questo tutorial.

Ed eccovi il risultato dopo un'ora di trucco e parrucco (fatto seguendo questo altro tutorial) ^_^

E qua con un mio amico, come notate la serietà non è di casa qua :p CERVEEEEELLOOOOO

Abbiamo fatto una festicciola tranquilla in casa, il tutto sotto la ligia sorveglianza dei fantasmini turbinanti che ci guardavano dalla zucca:

E ora... ora si torna al quilting intenso che si avvicinano un po' di scadenze di concorsi.


tagz:

Halloween wreath and hell clown

by Orkaloca ottobre 24 creazioni

I ude to organize halloween party since years before halloween became a trend also here.
Usually I organize a small party with few friends, and every year I add something to my handmade decorations.

This year I've made the door wreath.

The base is a styrofoam ring I painted black

then I've bought:
- black feathers tuft (you can see one in the pic above)
- glittered fabric roses; one black two burgundy 
- a glittered butterfly

With the hot glue I've glued the feather tufts on the ring (I've used 3 tufts) then I?ve added the butterfly on the top-right and the three roses on the bottom-left.
And obviously a ribbon on the back

Here's the finished wreath:

But that's not all, I've found also a small clown decoration... ugly, so ugly that it is perfect for halloween.
Here's the original decoration:

Really ugly, isn't it? But it can be better (or worse ^_*)... 10 minutes and some acrylics after the clown was turned totally evil :)

I think I'll put him in the honor place, on top of the halloween tree ^_*


tagz:

RedShift

by Orkaloca ottobre 19 art * creazioni

Ok, stavolta metto a nudo il mio profondo essere nerd :p avete mai sentito parlare del RedShift?
Parto con lo spiegone... il Red-Shift, in italiano letteralmente "spostamento al rosso" è un parametro che viene misurato ed utilizzato sopratutto in astronomia per stabilire la distanza di una fonte di luce dall'osservatore (cioè di una qualsiasi stella/galassia/nebulosa dalla terra). Come conseguenza di questo si usa anche per calcolare se un corpo celeste si sta allontanando o avvicinando alla terra e nientepopodimenoche l'età dell'universo (prego fate pure WOW) :p

Detta così pare difficile ma non lo è, ve lo dimostro.
Rispolverate i ricordi d'infanzia, quando tiravate i sassi nel laghetto, affascinati dagli schizzi e dalle onde... Se si tira un sasso nell'acqua si formano delle onde che si allontanano dal punto di impatto in modo circolare. Le onde appena si formano sono vicine tra loro ma man mano che si allontanano dal centro si fanno più distanziate tra di loro, aumenta cioè la lunghezza d'onda.

Ecco, la luce è (in parte) un'onda e come tale si comporta. Quando la luce nasce, ad esempio da una stella, ha una certa lunghezza d'onda. Allontanandosi dalla stella, però, l'onda si fa più lunga. E quando si parla di luce cambiare la lunghezza dell'onda vuol dire cambiare il colore della luce.
Man mano che la lunghezza d'onda aumenta la luce diventa sempre più rossa.
Quindi se so che colore dovrebbe avere la luce emessa dalla stella in teoria, e vedo invece una luce più rossa, posso calcolare (in base all'entità del cambiamento) a quanle distanza e quanto tempo fa è stata emessa.
Il cambiamento di colore della luce verso il rosso è detto, appunto, RedShift

FICHISSIMO VERO?

Ma cosa c'entra questo con quel che faccio di solito? Eh c'entra eccome perchè è proprio a questo fenomeno che ho dedicato la mia ultima creazione, una cosa un po' diversa dal solito.
Stavolta mi son mossa ne campo della pittura mista a tessuto ed ho ottenuto questo:

Prima di tutto ho preso una tela da pittore bianca (40x50cm) e usando pennelli larghi ho steso i colori, rosso al centro, blu ai lati e tra questi colori tre sfumature di viola.

Ottenuta una buona copertura ho lasciato asciugare e quindi ho spruzzato il tutto di giallo usando il vecchio trucco dello spazzolino da denti :)

Fatta la base son passata alla parte tessile. Su una base di organza e imbottitura sottile ho arricciato pezzi di seta dai colori abbinati alle pitture usate. Notate che le stoffe non sono cucite a macchina sulla base di imbottitura, non sono propriamente trapuntate, ma tenute in sede e forma da piccoli punti nascosti che prendono e fissano la stoffa qua e la.

Solo in un secondo tempo ho trapuntato a macchina la linea diagonale di bolle gialle, messe li per dare più movimento e un punto focale.

Infine per dare luce al tutto ho applicato paiette e perline a iosa sulla stoffa.
La parte tessile è stata quindi applicata alla tela (colla a caldo, che affare!). Gancetto et voilà opera concettuale un po' da nerd fatta e finita ^_^

Questo quadretto ha partecipato ad una esposizione di pittura tenutasi domenica scorsa durante la sagra di Montanaso. ^_^


tagz:

Pantaloni neri

by Orkaloca settembre 15 creazioni * wearable

No, non sto nullafacendo, anzi, sono al lavoro matto e disperatissimo per finire tutto cio che devo prima di partire per la tanto sospirata inghilterra, luogo dove mi attende una bella vacanza di 12 giorni seguita da 3 giorni intensi di corso... si perchè vado anche e sopratutto per il corso d'abilitazione a giudice di quilt organizzato dalla Quilters' Guild of British Islands. :)

Facendo la valigia mi son resa conto di quanti pochi pantaloni io abbia... cioè ne ho un bel po' ma che mi vadano ancora bene solo 3. Così ho tirato fuori quella pezza di jeans che avevo preso apposta mesi fa e mi son messa al lavoro per farmi... questi:

Si ok stavo giocando a far la fotomodella :p Eccoveli in visione migliore da davanti e dietro...

Ed ecco due dettagli, il mio logo ricamato a zigzag sulle tasche posteriori e una foto dello sprone dietro, che stavolta mi è venuto proprio bene, con tutte le cuciture dei vari pezzi e delle pences che combaciano :)

Bene ora sono pronta per partire :)


tagz: