Tutorial: how to draw quilting pattern on fabric

by Orkaloca luglio 6 tutorial

Yesterday I did a nice job of quilting, and while tracing the pattern on the corners of my quilt I thought I could do an interesting tutorial :)

If you machine quilt freehand you can do a lot of things without having a path to follow, not just the random patterns as stipple, but also the feathers are doable improvising. And in fact usually I do so.
But if the design is complex, structured, symmetrical, I prefer to draw the pattern on the fabric. But how?

With the blue pens that disappear when wet I had a bad experience so I will only use them in few situations, moreover they are good for light fabrics, not for a dark red / orange ones, and that was my case.

So here is my method :)

STEP 1:

print on paper the pattern and makes holes all around the design with a big needle.

STEP 2:

Place the pattern on the quilt, pin it down, and spread on it some baby powder, not too much.

STEP 3:

With a brush, applying a circular motion, make the powder fill the holes.

STEP 4:

Gently take off the sheet of paper with all the baby powder leftover. Now on the fabric I have a series of powder dots that show me the path. But they are extremely ephemeral (don't breathe above and never ever sneeze!) So I use them as a guide to trace the design. I use a normal white pencil, is the thing I prefer.

STEP 5:

Quilt following the design :) Almost everything will come off while you work (so do not rub too much with your hands the parts that have not been quilted yet).
If some signs remain on the fabric, as in the photo below, just rub a with the hands and everything disappears.

Happy quilting!


tagz:

Installation site-specific

by Orkaloca giugno 24 art

5 weeks ago I discovered the MOOCs world and I enrolled an art class.
In this class every week an artistic theme is debated, then we have to take a quis and to make a work of art.
After the surrealism, the mail art, the portrais study, this week is the turn of the land art and environment installations.

So here I am, I have to deal for the first time with a site-specific installation

Title: "Koi carp is not a rainbow fish"

The place I've chosen to make my installation is the "parco Ittico" (fish park), a park dedicated to fishes species. In the park there are artificial rivers where several fish specie are located. On the rivers there are bridges, to pass from one side to the other, and observatory windows under the ground level that allow to see the fishes from behind the water level.
I know well this park because I work here as environmental guide, I teach to children about fish ecology and biology.
When, during the park tour, I bring children to see the Koi carps, they always sentence "ohhh the rainbow fish!", because they are colorful.
This sentence gave me the idea for my installation.

I decided to make something on the carp bridge. But what? I wanted something that could remember the rainbow and at a time it had to be related to childhood. I thought it could be a nice idea to use what I can have in hands being a guide, so I went to our materials room and I looked for something.
I came up with balloons and a rope.

I choose the balloons in the rainbow colours and inflated them with water. Then I hung my baloon rainbow to the carp river.

To take photos with the carps, and enhance the contrast between the childish artificial material and the living fish, I attracted the animals throwing their food right under the balloons.

Who knows what this carp has thought about my art? :p


tagz:

Qualcosa di piccolo e tradizionale

by Orkaloca giugno 19 WIP

Lavori in corso per una commissione: un banner verticale col nome di una bimba.


tagz:

Happy Dance for Floral Symphony

by Orkaloca giugno 14 art * Art Quilt * quilter life * show

Since when I started to make patchwork, quilts and shows, my great ambition has been to have a quilt accepted in Houston show, in the contest or in one of the special exhibits.

I made it :)))

There's an annual special exhibit named "in full bloom". Since it's in memory of a flower lover, the quilts has to be with flowers.
I tried last year to submit a quilt but it wasn't accepted.

But this year I have been selected and my quilt  "Floral Symphony" will be one of the 32 chosen to be part of the exhibit.
Inauguration will be in october, then the exhibit will travel for une year.

And now here it is, a photo and a detail of my quilt :)
I made it last year for the Birmingham quilt show, and now it will go overseas... I have to makeit  a millemiglia card :p


tagz:

Tutorial: Cucitura doppia piatta

by Orkaloca giugno 12 tutorial

Oggi tutorial più sartoriale che patchworkaro, ma senza le basi della sartoria non si va da nessuna parte, quindi beccatevelo :p

Il tutto nasce perchè mia nonna ha preso un bel tessuto per far tende ma poi ha cambiato idea e mi ha chiesto di ricavare dalla pezza un copriletto.
Il che richiedeva di tagliare la pezza a metà e giuntarla nel mezzo in modo da ottenere, da una striscia di 140x400 un rettangolo da 280x200. La cosa pur banale pone un problema: il copriletto è a singolo strato e la giunta è proprio in mezzo. mi sarei potuta limitare a rifinire i bordi del margine di cucitura con la taglia e cuci, ma sarebbero rimasti a vista.

Ho allora deciso di fare una cucitura doppia piatta, che è un tipo di cucitura più resistente di una normale, piatta, e rifinita sia sul fronte che sul retro.

Ecco come ho fatto...

STEP 1: cucire i due pezzi di stoffa, dritto su dritto, lasciando un generoso margine di cucitura

 

STEP 2: Tagliare solo uno dei due margini accorciandolo. Deve essere un po' meno della metà dell'altro margine.

 

STEP 3: Aprire i due strati di stoffa, piegare il margine lungo su quello corto, appiattire la cucitura sullo strato di stoffa, in modo da nascondere il ripiego, e cucire vicino alla piega.
Un'immagine fa capire meglio:

Per appiattire ancora di più io ho anche fatto una cucitura vicino al ripiego della prima cucitura fatta.

Il risultato è una cucitura bella a vedersi e anche un po' decorativa perchè lievemente cicciotta, quindi volendo si può eseguire sul dritto di vestiti e simili (in questo caso allo step 1 si lavorerà rovescio contro rovescio).


tagz:

Work in progress

by Orkaloca maggio 22 creazioni * WIP

Today I'm playing on the edge between quilting and thread painting

I'm working on two mini quilts that are giving me some interesting problems to solve, that I've never had with bigger works.
Minimal dimension made me compress all the design so every piece is very small and difficult to cut and work with. And also the quilting is giving some problems.

This quilt is almost monochromatic in blue so to give some light spots I'm making a dense threadwork in pink. It's more than quilting buy not thread-painting yet. Half way.

Today I have to go on, after having spent 2 days to rip the quilting in two small areas that took 5 minutes to be sewn and 2 days to get rid of the thread. -_-

This post is in the blogroll of
FreeMotion Quilting and
Nina-Marie


tagz:

Tutorial: Applique con Freezer Paper

by Orkaloca maggio 20 tutorial

A gentil richiesta, gentilmente rispondo :p Ed eccovi qua un tutorial su come usare la freezer paper per fare l'applique... come lo faccio io almeno.

La Freezer Paper è una carta per alimenti plastificata da un lato, che in america si usa per congelare i cibi. Da loro è come la stagnola da noi, si trova al supermercato.
Da noi non esiste nella vendita al dettaglio ma si puo sostituire, con la carta del macellaio. Mi dicono anche con la carta che avvolge le risme di carta da fotocopie, ma non ho provato in prima persona.
Nel seguente tutorial io ho usato la carta del macellaio (alla quale ho oscurato le scritte) :p ed ho fatto una semplice applicazione a cuore.

Iniziamo (le immaginine son tutte cliccabili per ingrandirle):

1) Prendete un pezzo di "freezer paper" (da qui in avanti FP), e osservatela. noterete che un lato è di carta, l'altro è plastificato, lucido. Disegnate sul lato di carta la forma che vi interessa. Considerate che se è una forma che ha una direzione dovete invertirla.
Una volta disegnata la forma ritagliatela.

2) Ora prendete la stoffa con cui volete fare l'applicazione. Sul retro della stoffa mettete la vostra forma ritagliata di FP, col lato plastificato, lucido, contro il retro della stoffa. Stirate per qualche secondo col ferro ben caldo (io lo metto su cotone) e senza vapore.
Lasciate raffreddare quindi tagliate l'eccesso di stoffa lasciando attorno alla sagoma di FP un bordo di un mezzo cm o poco più.

3) Adesso fate i taglietti di rilascio nelle curve "a valle" e col ferro da stiro rigirate il bordino contro la FP schiacciando bene la piega. Io dopo aver rigirato il bordino lo fisso alla FP con una passata si colla stick sul bordo della sagoma. Non ne serve mica tanta, solo per tener giu la stoffa.
Vi metto anche due immagini che vi spiegano come faccio le punte (la punta nera che vedete è solo per tener giu l'angolo mentre faccio la foto).

4) Ora si prende la stoffa di sfondo e vi si poggia sopra la sagoma dell'applicazione. si puo spillare in posizione, ma io ancora una volta uso la colla stick. Appena un poco sulla stoffa del bordino ripiegato sotto. Cio permette di mantenere la forma in posizione senza slittamenti, non irrigidisce la stoffa (anche perchè comunque la colla resta nel margine di cucitura) e al primo lavaggio se ne va.

5) E ora si cuce. Ho preso un filo in tinta con l'applicazione, ho infilato l'ago e fatto un nodino alla fine del filo. Passo dal retro del blocco al davanti e prendo il bordo dell'applicazione stando ben sul margine.
Rientro quindi nella stoffa di sfondo, allo stesso livello di dove son uscita, vado avanti un pochino e torno al dritto pizzicando ancora il bordo dell'applicazione.
Continuo così a punticini molto piccoli per tutto il bordo.

6) Finita l'applicazione si deve tirar fuori la FP. Dal retro dell'applicazione si fa entrare la punta delle forbici solo nella stoffa dello sfondo, e si taglia via un tassello di stoffa da dietro l'applicazione. In pratica il retro dell'applicazione resta a vista. (c'è anche chi fa solo un taglio sul retro, l'applicazione resta più ciccetta, è solo questione di gusti)

 

 

7) Dalla finestra fatta si toglie la FP. Dovete far un po' d'attenzione al bordo che avevate incollato alla stoffa, ma è facile ^_* Se riuscite a tirar fuori la sagoma intera potete anche riutilizzarla ^_^

A questo punto il gioco è fatto, avete la vostra applicazione ^_^

 


tagz:

Inspired to Design

by Orkaloca maggio 20 being artist

Dato che a fine anno la QuiltUniversity (sito famoso per i suoi corsi online di alto livello) chiuderà, mi son decisa a fare ora i corsi sui quali nicchiavo da un po' :)
In queste settimane sto partecipando al corso "inspired to design" tenuto da Elizabeth Barton. Il corso ha lo scopo di guidare i partecipanti attraverso il processo di elaborazione, selezione e realizzazione di unquilt dal design non casuale, partendo da una prima ispirazione.

Al momento stiamo giocando con la manipolazione delle linee di schizzi e bozze.

Senza pensarci troppo su

Col solo scopo di avere un sacco di campioncini tra cui poi scegliere

Io non sono tanto per l'astratto e le manipolazioni che stiamo tentando attualmente portano in quella direzione, ma son curiosa di vedere cosa ne uscirà alla fine :)


tagz:

Foto vs sketch

by Orkaloca maggio 19 being artist

Quando vedo qualcosa di ispirevole di solito scatto una foto.

Se uso solo la macchina fotografica sento che mi perdo qualcosa, ma la maggior parte delle volte quando vedo qualcosa che mi ispira sono impegnata a fare altro.
Ho sempre con me sia la macchina che lo sketchbook ma di solito capita che le cose interessanti io le veda quando sto correndo da un posto all'altro e non ho tempo di fermarmi a fare uno schizzo.
Oppure sono in giro con amici o col marito e non posso dire "ok fermiamoci qua 40 minuti che devo proprio fare uno schizzo di questa crepa nel muro"
In questi casi il modo più comodo e pratico per portare con me l'ispirazione è fare un veloce click.

Diverso è se sono in giro con l'intento di cercare ispirazioni, se sono da sola o se ho del tempo da impiegare, ad esempio perchè sto aspettando qualcuno.
In questi casi mi piace tirare fuori l'album e disegnare.
Poi faccio anche la foto, ma prima di tutto il disegno.


"Vite di giada" - foto e veloce sketch - giardino botanico di Edimburgo


tagz:

Teoria del colore

by Orkaloca maggio 18 quilter life

Proprio quando pensi di averla capita, troverai nuove e più complesse nozioni che ti faranno ricominciare tutto lo studio da capo


tagz: